Viaggi e Web 2.0

Home Viaggi Dove dormire Dormire a Cesenatico

Dormire a Cesenatico

, / 2

Dormire a Cesenatico.

Torno sempre molto volentieri in Romagna. Negli anni ho conosciuto ed esplorato diversi borghi e paesini situati lungo la costa adriatica. Ogni volta mi stupisco della cordialità, dell’accoglienza, della genuinità dei romagnoli. Quando è tempo di fare la valigia per tornare a casa mi viene da piangere, sempre. Sento che prima o poi, nella mia vita, mi trasferirò proprio in quella terra: culla di sorrisi e simpatia.
La sento mia, ogni volta di più.

Durante l’estate ho avuto l’occasione di conoscere una nuova storia, quella della famiglia Ricci. Sembra una leggenda eppure è vita vera. L’avventura inizia 60 anni fa, nel 1954, quando Augusto Ricci comprò la pensione La Sportiva a Villamarina di Cesenatico. Un uomo che, come la maggior parte dei romagnoli, ci sapeva già fare, conosceva il tedesco e si promuoveva in spiaggia offrendo vino prodotto nel suo podere. Le camere da otto diventano trenta e nel 1963 Augusto riceve il titolo di Cavaliere della Repubblica Italiana per essere stato uno dei primi ad aver creduto nel potenziale turistico della Romagna.
Dormire a Cesenatico
Negli anni successivi, inoltre, dà vita all’Hotel Sport, il primo albergo di Cesenatico con la piscina. Un uomo all’avanguardia, una famiglia di cuore che amava [e ama tuttora] coccolare il turista di passaggio da queste parti cucinando per lui piatti tipici legati alla tradizione romagnola e condividendo sapori e piaceri della tavola.
Il gruppo si allarga, gli hotel di loro proprietà aumentano ed oggi Giuseppe e suo fratello Clemente, nipoti di Augusto, sono la terza generazione di albergatori della loro famiglia. Tre hotel a Cesenatico [Hotel Valverde & Residenza, Hotel Sport & Residenza e Hotel Nettuno] e Villamia a Gatteo a Mare [chiamata così in onore del precedente proprietario Secondo Casadei, il musicista che, proprio nel parco della villa, scrisse la famosissima canzone Romagna Mia].
Dormire a Cesenatico
Con i miei occhi sono andata a vedere questa storia da vicino alloggiando per una notte all’Hotel Valverde & Residenza, il secondo hotel del gruppo, acquistato nel 1979. L’autentica ospitalità romagnola, la qualità dei servizi, il sentirmi a casa in un posto nuovo per me, sono stati i campanelli di allarme che mi hanno fatto capire subito che mi sarei innamorata di questo luogo dove il personale ti supporta in tutto per farti stare bene. Ecco, in Romagna la gente vuole che il turista se ne vada felice, con la voglia di tornare.
Io, che di solito odio essere abitudinaria, quando vado in Romagna mi ritrovo a mangiare nel solito locale per tre giorni di fila, a prenotare nello stesso hotel di qualche anno fa: amo le abitudini nella terra dei sorrisi.
Dormire a Cesenatico
Dormire al Valverde di Cesenatico vuol dire godersi una vacanza confortevole, rilassarsi in terrazza con vista mare, ammirare il tramonto che colora di rosa ogni pensiero, fare una colazione sana bevendo i succhi naturali con estratto di aloe vera, scegliere tra un soggiorno in appartamento o in hotel, ricaricarsi con l’idromassaggio e le cascate d’acqua in piscina, prendere una bici e raggiungere il delizioso Porto Canale di Cesenatico per una cena tipica e, ovviamente, divertirsi nella spiaggia del litorale adriatico.
Il mio appartamento al Valverde aveva tutto quello che si potesse desiderare: camera spaziosa, salotto con divano, balcone da dove ammirare il mare. Pulita ed accogliente, confortevole e colorata la mia residenza mi ha soddisfatto completamente.
Dormire a Cesenatico
Posso assicurarti che vale davvero la pena raggiungere la Romagna per una vacanza di qualità [nonostante il traffico estivo], tutti quelli che arrivano qui non se ne dimenticano facilmente.
Cesenatico una destinazione a misura d’uomo con tante cose da fare e vedere, i Ricci Hotels una sicurezza per il tuo soggiorno in quanto da 60 anni [Auguri!] amano i propri clienti facendoli sentire a casa.

Una terra dove, grazie ad un sorriso e ad una parola detta con gentilezza e sincerità, cambia la tua prospettiva, muta il tuo umore.
[Ode alla Romagna che ogni volta mi fa dire: Ma come sono speciali questi romagnoli!]