Viaggi e Web 2.0

Home Viaggi Cosa non perdere Mestre cosa vedere

Mestre cosa vedere

, / 0

Mestre cosa vedere.

Ritenuta da molti come la terraferma di Venezia, Mestre è una città suggestiva che si lascia visitare lasciando nei turisti una piacevole sensazione di scoperta e di sorpresa a ogni passo. Cuore economico e commerciale del Veneto, Mestre nasconde un lato artistico e culturale molto interessante che ben si presta a una visita anche di qualche giorno. Tra monumenti dalla storia antica, parchi incantevoli e luoghi d’arte Mestre è un’ottima destinazione sia per tutti coloro che desiderano trascorrere qualche giorno di relax in una città piena di suggestioni, sia per chi vuole fare una tappa ulteriore in Veneto prima di approdare a Venezia.

Ho avuto l’occasione di visitare Mestre qualche mese fa e, diciamo, si è trattata di una sosta abbastanza improvvisata lungo la strada per Venezia. Una tappa, quindi, inattesa che però mi ha piacevolmente stupita con le sue attrazioni e con i suoi luoghi ricchi di fascino.
Avendo deciso di fermarmi a Mestre abbastanza improvvisamente non ho avuto molto tempo per organizzare il soggiorno. Per fortuna avevo con me il mio smartphone e durante il viaggio ho potuto prenotare un bel hotel in centro a prezzi abbastanza contenuti, visto che il mio budget era abbastanza ridotto. L’albergo mi sembrava abbastanza centrale e dotato di tutti i servizi che generalmente cerco e dalle foto la struttura mi è sembrata convincente, quindi non mi sono fatta scappare l’occasione e ho prenotato (per qualche dritta sugli alloggi a Mestre io l’hotel l’ho trovato qui).

Appena arrivata in città mi sono precipitata in hotel, liberata della valigia e via alla scoperta di Mestre!
Il cuore pulsante della città è Piazza Ferretto anticamente chiamata Piazza Maggiore, dove sono ben chiari i segni di una ristrutturazione eseguita nel 1998 quando l’intera pavimentazione della piazza è stata completamente rifatta. Oltre ad essere uno dei maggiori poli di attrazione turistica, Piazza Ferretto è anche uno dei luoghi più amati dagli abitanti che qui si ritrovano soprattutto la sera quando i locali si animano di musica.
Non mancano, ovviamente, i monumenti storici come ad esempio il magnifico Duomo di S. Lorenzo, costruito al posto di un’omonima chiesa purtroppo andata distrutta a causa di un incendio nel Cinquecento.
Mestre cosa vedere
Oltre al Duomo, un altro monumento che non poteva non catturare l’attenzione della mia macchina fotografica è stata la Torre Civica, costruita nel 12esimo secolo, unica sopravvissuta di ben 15 torri che anticamente si sviluppavano lungo le mura difensive del Castello di Mestre, quest’ultimo conosciuto anche con il nome di Castelvecchio e Castelnuovo.
Nel corso dei secoli la Torre Civica ha assunto diverse denominazioni chiamandosi prima Torre di San Lorenzo, poi Torre delle Ore e ancora Torre dell’Orologio sino alla denominazione attuale. L’orologio che svetta sulla torre, ancora funzionante, è stato aggiunto solo in un secondo momento per dare alla costruzione un aspetto meno austero e severo.
Da qualche anno la Torre è stata aperta al pubblico e molto spesso al suo interno vengono allestite mostre di pittura e di fotografia. Ti consiglio vivamente di visitarla!
Mestre cosa vedere
Altro luogo molto noto di Mestre è Piazza Barche, ora conosciuta con il nome di Piazza XXVII Ottobre, considerata come uno degli snodi più importanti della città. Ancora oggi è possibile vedere la colonna dove un tempo terminava il Canal Salso che, in tempi moderni, è stato fatto arretrare per migliorare la viabilità in città.
Il nome attuale della piazza deriva dal centro commerciale Le Barche, costruito dove un tempo sorgevano i Magazzini Coin. Tra i monumenti più interessanti di questa zona c’è sicuramente il Palazzo del Podestà, uno stupendo edificio realizzato nel 1466 e poi ricostruito nel 1800 dopo che era stato completamente distrutto a causa di un attacco degli Spagnoli. Il Palazzo del Podestà era la dimora del Capitano di Mestre, mentre oggi è sede di alcuni uffici comunali.
Sebbene buona parte degli edifici religiosi di Mestre sono stati costruiti solo dopo la Seconda Guerra Mondiale, vi sono alcune chiese che vantano una storia molto antica. La più antica della città è la bella Chiesa di San Girolamo, costruita nel 1261 dove un tempo sorgeva un’omonima strada pedonale.

Impossibile sarebbe poi visitare Mestre senza fare un tour tra le sue ville. Non devi dimenticare che Mestre, data la grande vicinanza a Venezia, è stato uno dei primi territori a essere interessato dal fenomeno della costruzione delle ville e dei palazzi signorili. Tra le più belle ti consiglio senza dubbio Villa Erizzo, la cui costruzione è attribuita a Andrea Urbani, e Villa Querini, situata tra Via Verdi e Via Circonvallazione, appartenuta sino al 1869 alla famiglia Querini Stampalia.
Mestre cosa vedere
Un giro delle ville di Mestre dovrebbe anche includere Villa Della Giusta, in via Torre Belfredo; personalmente non ho avuto il tempo di vederla ma sembra ne valga la pena.
Un altro punto di forza di Mestre è rappresentato dai suoi stupendi parchi, dove potrai riposarti dopo lunghe passeggiate e godere di relax e silenzio. Personalmente sono rimasta molto colpita dal bellissimo Parco San Giuliano. Il parco si estende per oltre 700 ettari e si affaccia proprio sulla laguna. Non a caso viene considerato come il polmone verde di Mestre e come il punto di collegamento della città con la vicina Venezia. Parco San Giuliano è il più grande parco d’Europa, un punto di ritrovo per i turisti e per gli stessi abitanti. Nei mesi estivi il parco diventa la location di grandi eventi musicali come il famosissimo Heineken Jammin’ Festival. Sebbene Parco San Giuliano mi abbia conquistata, non posso non consigliarti di vistare anche un’altra area verde incantevole di Mestre, si tratta di Parco Albanese Bissuola, secondo per estensione della città, ricco di strutture ricettive e di intrattenimenti per i bambini.

Pronto a scoprire Mestre anche tu?
Buon viaggio!

Post scritto da Lucia C.