Viaggi e Web 2.0

Home Collaborazioni Blog Tour Sibillini Segreti e Sapori

Sibillini Segreti e Sapori

, / 4

Sibillini Segreti e Sapori.

Come spesso capita, si conosce meglio il mondo piuttosto che la regione in cui si nasce e si cresce. Per questo sono stata davvero felice di scoprire una parte delle Marche a me ancora nascosta. L’Associazione Turistica Sibillini Segreti e Sapori, costituita da aziende agrituristiche, alberghi, B&B, country house, rifugi, ristoranti ed altre strutture ricettive, che insieme promuovono il territorio e valorizzano l’area tra Fermo ed Ascoli, mi ha invitata ad un tour tra natura, arte e segreti dei Monti Sibillini insieme ad altri blogger.
Quello che mi ha sorpreso è stata l’importante presenza di persone straniere, o di altre regioni, all’interno dell’associazione. Sabato mattina infatti, durante le attività svolte, ho incontrato una australiana, una tedesca, un polacco, una romana, una veneta, una greca.
Questo ti lascia capire che, se passi dalle Marche, puoi anche innamorartene a tal punto da non tornare più a casa. Questa regione, a parere mio, è ancora molto sconosciuta e selvaggia e, anche per questo, molto apprezzata da chi ci arriva.
Il tempo, purtroppo, non ci ha assistito e per tutto il weekend abbiamo avuto nebbia, pioggia e freddo.
Ma questo non ci ha fermato. Questo non ci ha impedito di vivere emozioni ed ascoltare affascinati le passioni di quelli che incontravamo lungo la via.
Voglio perciò renderti partecipe di quello che ho vissuto ed assaporato lasciandoti qualche consiglio su cosa non perdere, dove dormire e dove mangiare nel sud delle Marche.

Cosa non perdere nella zona?
-Un giro nel borgo medievale di Montemonaco, dove troverai una vista mozzafiato sui Monti Sibillini, e una visita al museo della Sibilla che si trova in paese per scoprire il mito e le leggende collegate ad essa;
Sibillini Segreti e Sapori
-un’escursione al Lago di Pilato di origine glaciale, alle Gole dell’Infernaccio, al Monte Vettore, alla Grotta delle Fate e al Monte Sibilla o verso una delle altre bellissime mete del Parco Nazionale dei Monti Sibillini da raggiungere sia a piedi che in mountain bike;
-una passeggiata nel piccolo borgo di Servigliano, città del Papa. Il suo centro, a pianta quadrangolare, è davvero unico nel suo genere ed è meravigliosamente perfetto.
Lo sapevi che a Servigliano nel 1915 venne costruito un campo di prigionia divenuto poi campo di concentramento per ebrei italiani e stranieri ed infine centro di raccolta profughi? Situato davanti a questo, nell’ex stazione del paese (parte del progetto di valorizzazione delle ex stazioni come quella di Smerillo dove si trova, tra le altre cose, la San Ruffino Cosmetics che produce prodotti con aloe vera), è nata la Casa della Memoria dove ho visitato la mostra temporanea dedicata ad Anne Frank (aperta fino al 16 novembre);
-partecipare ad uno dei laboratori organizzati dalle ragazze di SapoNature, a Smerillo, per la realizzazione di sapone naturale artigianale con metodo a freddo (per informazioni scrivere a saponature@virgilio.it).
Sibillini Segreti e Sapori
Non vedo l’ora di provare il sapone all’uva e l’essenza di olio di lavanda, ottimo rimedio contro il mal di testa, che ho preso da loro;
-curiosare e provare a fare la carta fatta a mano con le vinacce o semplicemente fare shopping artistico comprando i gioielli fatti a mano da Natan e Catharina presso il loro atelier The Nightcloud ad Amandola.
Sibillini Segreti e Sapori
Il 1 e il 15 dicembre organizzeranno un mercatino artistico, anche con altri artigiani, presso il loro atelier;
-un giro tra le vigne con degustazione dei vini dell’Azienda Casale Vitali a Montelparo. La loro produzione si basa su 3 principi: tradizione, innovazione e qualità;
Sibillini Segreti e Sapori
-e poi…tantissimi altri stupendi borghi ti aspettano nella zona dei Sibillini!

Che sagre gastronomiche (e non) meritano la tua visita?
Montemonaco: Mostra Mercato del Fungo, ultimo fine settimana di giugno; Sagra Mercato della Castagna, ultimo fine settimana di ottobre;
Amandola: Diamanti a Tavola, tartufo bianco pregiato e prodotti tipici dei Sibillini, 1/10 Novembre 2013; Ottobre all’Abbazia, dove lo spirito incontra la cultura, domeniche di ottobre 2013;
Montelparo: Sagra della Polenta, metà agosto;
Servigliano: Mostra del libro sui beni culturali, archeologici e ambientali a giugno; Infiorata del Corpus Domini lungo le vie del quadrilatero, a maggio;
Smerillo: Castagnata in piazza, terza domenica di ottobre.

Dove dormire?
B&B Angela Garden a Servigliano.
Sibillini Segreti e Sapori
Appena fuori dal centro, nella frazione di Curetta, immerso nella natura e nel silenzio si trova un grazioso B&B che si sta specializzando per accogliere i cicloturisti. Anche noi abbiamo provato a fare un piccolo tratto di strada in discesa fino al centro di Servigliano in bici ma poi il tempo ci ha impedito di continuare. Verrai accolto da Luigi e Angela, sua moglie, che saranno pronti a darti qualsiasi informazione utile per scoprire il territorio. In primavera ed estate potrai anche rilassarti in una piscina nel verde e con vista panoramica che io purtroppo non ho potuto “testare” causa maltempo.
La mattina, per colazione, ti aspettano torte fatte in casa, dolci, frutta e tanto altro!

Dove mangiare?
Casa Fillide, nel centro storico Amandola, in un antico palazzo, una casa per vacanze dove è possibile gustare ottimi piatti della cucina tipica marchigiana dalla fregnaccia ai formaggi.
Vecchio Moro ad Amandola, per mangiare zuppa con legumi e gnocchi fughi e panna in un ambiente familiare, nostrano ed accogliente.
Bio Agriturismo La Conca, a Smerillo, dove potrai assaggiare deliziose bontà Bio.
Sibillini Segreti e Sapori
L’agriturismo fa anche parte del circuito delle Erbe spontanee ed è presidio slow food della mela rosa dei Sibillini.

Un mio ringraziamento speciale va, anche, a tutto il bellissimo gruppo #SibilliniSegreti con cui ho condiviso questo weekend fatto di curiose esperienze…e tante risate!
Sibillini Segreti e Sapori

Allora, a quando un viaggio per scoprire le Marche?

2 Pingbacks/Trackbacks