Viaggi e Web 2.0

Home Viaggi #iovolontarionelmondo Sudafrica, un progetto di volontariato

Sudafrica, un progetto di volontariato

, / 2

Sudafrica, un progetto di volontariato.

Torna la rubrica #iovolontarionelmondo e questo mese voliamo in Sudafrica con Francesca.

Chi è Francesca?

Sudafrica, un progetto di volontariato

Francesca Di Pietro è una psicologa e una viaggiatrice. Si occupa di psicologia turistica e viaggia da quando ha 8 anni! Ad oggi ha visitato circa 60 paesi, nella maggior parte dei quali è tornata più di una volta.

Oltre al sito Viaggiaredasoli, Francesca ha anche un blog personale di racconti di viaggio e gioielli dal mondo, “Che ti porto?”.

Leggiamo insieme il suo racconto.

Destinazione?
Sudafrica.

Obiettivo del campo lavoro?
Il progetto di volontariato prevede l’attività post scolastica per i bambini della township di sedgfield in Sudafrica. Si insegna loro a nuotare e poi a fare surf.

L’istruttore, a capo del progetto, è quello che poi li guida nel surf, i volontari si occupano, invece, della parte di acquaticità e scuola nuoto, dipende dall’età.

La mattina si dà supporto nelle scuole, prevalentemente per lavori di manovalanza come dipingere, fare staccionate, spostare cose, pulire giardini.
Insomma si fa quello che serve 😉

Sudafrica, un progetto di volontariato

Con che associazione sei partita?
Nessuna. Conosco i ragazzi che hanno creato il progetto e il proprietario dell’Afro Vibe Hostel.

Quanto costa questo viaggio?
Circa €180 a settimana. Il costo copre vitto e alloggio: pensione completa e soggiorno in una specie di test house molto bella.
Io ho pagato molto meno scegliendo di dormire in ostello e di organizzarmi in autonomia per i pasti. Ho preferito investire i soldi facendo una abbondante donazione.

Quali erano le attività del campo lavoro?
Manovalanza e scuola nuoto. Non serve essere insegnanti di nuoto ma certo bisogna saper nuotare bene.

Sudafrica, un progetto di volontariato

Cosa bisogna fare prima di partire per un viaggio come questo?
Il mio era un progetto autogestito, basato sulla conoscenza dei luoghi e delle persone, quindi direi essere aperti e disponibili a fare quello che serve.

Come ti sei sentita al rientro?
Io ho portato dei lettori del mio sito a fare questa esperienza (insieme ad altre). Mi sono sentita che per quanto riguarda la comunità che ho aiutato la cosa più importante sono stati i tanti soldi che ho lasciato, ma per quanto riguarda i ragazzi che sono venuti con me è stato molto utile e gli ha aperto forse una visione diversa sul Sudafrica.

Sudafrica, un progetto di volontariato

Sei più ripartita per altre esperienze simili?
No ma sicuramente l’anno prossimo lo rifarò e magari troverò qualcosa di più duraturo da poter fare in quel paese dato che lo conosco sempre meglio.

L’esperienza di volontariato di Francesca è durata una settimana.

Questo per dirti che non servono mesi o anni per mettersi in gioco, bastano pochi giorni per dedicarsi con amore a qualcuno!

Durante il prossimo viaggio potresti anche tu partecipare a un progetto breve per avvicinarti al mondo del volontariato e decidere poi in seguito di impegnarti in qualcosa di più grande, non credi?

Noi ci sentiamo a Giugno con un nuovo articolo. Stay tuned!

Hai fatto un’esperienza di volontariato anche tu?
Contattami e ti intervisterò nei prossimi mesi!

[Photo credits: Francesca Di Pietro]