Viaggi e Web 2.0

Home Collaborazioni Social Media Team A Moena per il #BloggerDay

A Moena per il #BloggerDay

, / 10

A Moena per il #BloggerDay.

Dopo tanta attesa e tanta preparazione eccoci a Moena per il #BloggerDay per vivere il #SognoTrentino.
Era il 31 ottobre 2012 quando Matteo del Ciasa Alpina Relax Hotel creò l’evento su Facebook.
Con il passare dei giorni e dei mesi l’evento ha visto l’adesione di tanti blogger.
Siamo arrivati a 59 partecipanti sicuri sull’evento di Facebook anche se poi in realtà siamo andati in 38 più accompagnatori ed invitati vari.
L’evento creato da Sonia e Matteo del Ciasa Alpina e da IdeaTurismo Marketing & Consulting, in collaborazione con APT Val di Fassa, VisitTrentino, Camping Vidor, Pineta Hotels e Hotel Costabella, non era un blog tour ma una “scusa” per rivedersi, conoscersi e vivere insieme il #SognoTrentino.
La partecipazione all’evento non è stata infatti gratuita ma di €100 a persona.
Io ed altri che avevamo vinto il buono per una notte abbiamo potuto sfruttarlo in questa occasione.
Ma nei €50 al giorno non era compresa solo la mezza pensione e il pernottamento ma tantissime divertenti attività!
ciao anno vecchio
Io, Cristiano, Francesca, Marco e Andrea siamo arrivati al Ciasa Alpina venerdì sera verso le 18, abbiamo fatto check-in e ci siamo sistemati in camera.
Cosa potevamo chiedere di meglio come aperitivo pre-cena se non un Hugo alla mela?
Abbiamo cenato in hotel come vi ho raccontato qui e dopo cena ci aspettava la prima e la più adrenalinica attività: discesa in notturna con lo slittino!
Questa attività è stata fatta in collaborazione con il Camping Vidor, l’unico camping della Val di Fassa con un centro benessere con docce emozionali, cascata di ghiaccio, sauna finlandese, bagno turco, biosauna e tanto altro per mixare l’avventura di una vacanza in campeggio al benessere rigenerante.

Siamo andati in macchina in Val Monzoni dove ci attendeva una motoslitta per raggiungere la Baita Monzoni.
Per me era già adrenalinica la motoslitta figuriamoci lo slittino…
La baita è immersa nel bosco e quando apri la porta attento a non rimanere scioccato.
Dal silenzio della notte passi in una situazione al limite del vero: gente che urla, beve, mangia e fa baldoria … la baita è molto piccola e dentro c’era un caldo pauroso che abbiamo preso il nostro vin brulé (ottimo!) e siamo usciti a berlo sotto le duemila stelle che illuminavano le Dolomiti.

3,2,1…via!
Io e Francesca partiamo con lo slittino con una lampada frontale che non illuminava nemmeno i 10 metri che avevamo davanti.
La discesa è stata, per noi, molto lenta. Non mi sentivo molto sicura di guidarlo, non avevamo abbastanza luce e in certi punti il sentiero non era bellissimo però mi sono fatta delle grandi e grosse risate.
Verso metà della pista abbiamo incontrato Margherita ed Arianna di IdeaTurismo e abbiamo fatto uno scambio di coppie.
Io e Arianna? Due fenomeni nell’avvicinarci agli alberi e fare le capriole nella neve!
Siamo arrivate per ultime…ma questo penso che lo avevi già dato per scontato.
Per divertirmi di più, se dovessi rifare un percorso con lo slittino, andrei in una pista illuminata o lo farei di giorno…la sicurezza della luce ti lascia scendere dalla montagna con meno paura.

Il sabato mattina il gruppo si è diviso: sciatori e ciaspolatori.
Io ho fatto parte del secondo gruppo.
A Moena per il #BloggerDay
La mattina siamo stati in giro per Moena con una guida del territorio, Gianluigi, che ci ha svelato molte curiosità sul paese e poi ci ha accompagnati al bar ristorante dove abbiamo pranzato.
Con tante energie in corpo e la pancia piena siamo partiti alla volta del Passo San Pellegrino dove abbiamo fatto un percorso con le ciaspole accompagnati da due maestri di sci.
Ma di questo ti racconterò più avanti perché le ciaspole meritano un post tutto per loro.
Dopo quasi due ore di cammino sulla neve ci siamo riscaldati e rifocillati con un tea time presso l’Hotel Costabella, albergo di montagna situato al Passo San Pellegrino.
Torta di mele, strudel e un caldo infuso di frutta per me.
A Moena per il #BloggerDay
Rientrati al Ciasa Alpina abbiamo avuto tempo per un pò di relax e una doccia prima di partecipare all’aperitivo con il drink moda del momento Hugo Spritz e gli stuzzichini di Massimo Goloso di Coredo.
L’Hugo è un aperitivo tipico trentino composto da sciroppo di fiori di sambuco, prosecco, soda, menta e ghiaccio, mentre l’Hugo Spritz è la versione più giovane e contemporanea.
Al drink, già pronto, vanno aggiunti solo qualche cubetto di ghiaccio, un paio di foglie di menta e, a piacimento, uno spicchio di mela verde.
A Moena per il #BloggerDay
Puoi anche ordinare un cartone da 6 bottiglie ad €6,95 a bottiglia tramite il sito!

La cena gourmet servita al Ciasa Alpina è stata opera dello chef Peter Brunel in collaborazione con il Pastificio Felicetti, la Cantina Endrizzi, il Panificio Moderno e Trota Oro.
A Moena per il #BloggerDay
Essendo vegetariana non ho assaggiato tutti i piatti del menù ma ho apprezzato molto il risotto al cappuccio rosso con nostrano di Cavalese e ginepro e la patata ricoperta di argilla con maionese alla cannella e il panino “Pietro” in versione vegetariana con un formaggio delizioso (penso fosse il Puzzone di Moena!).
A Moena per il #BloggerDay
A Moena per il #BloggerDay
A Moena per il #BloggerDay
Per quanto riguarda il dolce, pasta di strudel, non sono riuscita ad apprezzare l’accostamento di pasta condita con il ripieno dello strudel in quanto il mio stomaco si è rifiutato di assaggiare tale mix.
A Moena per il #BloggerDay
La cena è stata accompagnata dalla musica folk trentina (e non) suonata da un giovane ragazzo in sala.
Ma la serata al #BloggerDay non è finita qui.
Dopo cena ho avuto l’onore di assaggiare per la seconda volta le grappe L’Ones.
Massimo Donei, produttore delle grappe, è fantastico nello spiegare e nel farti scegliere la grappa giusta anche se la miglior cosa è provarle tutte e poi decidere quale comprare.
La loro produzione comprende infusi naturali a base di grappa Trentina alla resina di Pino Cimbro, al Cumino Montano, alle Prugnole selvatiche, alla Genziana, al Caffè di Anterivo, al Ginepro e alla resina di Pino Mugo.
I loro prodotti si trovano solo presso i negozi della Val di Fiemme e Fassa oppure possono essere ordinati online.
Dopo una “degustazione verticale” (cit. Margherita) di grappe ho ammirato Bepo nel fare sculture in legno.
Il signor Giuseppe Mich, detto Bepo, ha uno studio a Tesero dove fa sculture in legno, statue, bassorilievi anche su commissione, ritratti a carboncino e pitture.
Appesi alle pareti del Ciasa Alpina c’erano poi i quadri di Lydia Jonkman e Chiara Tagliazucchi in collaborazione con Arte Boccanera Contemporanea del progetto VacanzArte.
Abbiamo deciso, quasi di massa, di saltare il fun time in un locale a Moena in quanto eravamo stanchissimi.

Il giorno dopo abbiamo concluso il #BloggerDay nel modo più piacevole possibile: ospitati dal centro benessere dell’Active Hotel Olympic … i prossimi giorni ti racconterò come è andata.

Un enorme GRAZIE a tutti gli organizzatori e i collaboratori, ai blogger con cui ho condiviso questa esperienza e al Trentino per essere così infinitamente bello ed attraente!

4 Pingbacks/Trackbacks