Viaggi e Web 2.0

Asiatica Travel

, / 0

Asiatica Travel.

Con oggi termina il mese di Giugno e per la rubrica #iovolontarionelmondo è il momento di intervistare una nuova realtà che offre l’opportunità di partire per una esperienza di volontariato all’estero.
Dopo il racconto di Stefania Pozzi del blog Diqua&Dilà di Aprile sono stata contattata da Asiatica Travel. Hanno apprezzato tantissimo la rubrica e l’intervista della nostra amica travel blogger e così ho deciso di concedergli un intero post per presentarsi e proporre a te le attività in programma!
Desideri andare in Asia? Allora siediti comodo e inizia a leggere l’intervista di questo mese.

Presenta l’associazione che rappresenti in 120 caratteri.
Asiatica Travel è un tour operator privato, fondato nel 2001 ad Hanoi, in Vietnam. Proponiamo viaggi in Vietnam, Laos, Cambogia e Thailandia complementamente personalizzati ed abbiamo costruito un team fortemente motivato, con una grande passione per i viaggi, forte di una consolidata esperienza e di un’ottima padronanza delle lingue straniere. Teniamo alta la nostra reputazione attraverso un forte sforzo diretto alla creazione di sempre nuove proposte di viaggio di qualità, affidabilità e grande responsabilità, sia verso i nostri clienti che verso il nostro paese. Ci ispirano la passione e l’entusiasmo e cerchiamo sempre nuovi itinerari e destinazioni per soddisfare i nostri clienti e fare del loro viaggio un ricordo indimenticabile ed un’esperienza unica: “Viaggi d’emozioni”.
Asiatica Travel
Da quanto tempo siete attivi? Dove si trova la vostra sede?
Siamo attivi dal 2001. La nostra sede principale si trova a stanza 1203, palazzo M3 – M4, 91 Nguyen Chi Thanh, Hanoi, Vietnam. Abbiamo gli altri uffici nelle altre regioni in Vietnam (ad Hue e a Sai Gon) e in Cambogia (a Siem Reap).

In che destinazioni avete progetti di volontariato?
Noi ci rechiamo due volte l’anno nelle regioni di montagna, per distribuire i materiali, cibi, vestiari, zanzariere per i vecchi, i bambini e le famiglie dei villaggi più poveri.

- Nel mese d’agosto, prima dell’inizio della scuola, avviene la distribuzione di materiale scolastico

- Tra gennaio e febbraio, prima della vacanza tradizionale Tet  (capodanno lunare) raccogliamo gli indumenti caldi (perché gli inverni nel nord del Vietnam, contrariamente alla credenza popolare, possono essere molto freddi!), anche gli utili strumenti quotidiani, materiale scolastico, libri, latte per i bambini … e soldi.
Inoltre, abbiamo i diversi progetti nelle altre province in Vietnam, per esempio:
– il centro per i bambini disabili (a Nam Dinh)
– O abbiamo partecipato ad aiutare le vittime del tifone Wutip ad Hue (09/2013)

Quali sono gli ambiti e gli obiettivi dei vostri progetti?
L’ambito: il popolo vietnamita ha una tradizione umanistica: “Una buona volta merita altro”. Siamo più fortunati degli altri, quindi vorremmo fare le attività di volontarito per la comunità come un ringraziamento per la vita. Noi non abitiamo da soli ma viviamo, ogni minuto, insieme ad un gruppo. Abbiamo una frase “L’unione è la forza”. Quindi, insieme ai lavori quotidiani in ufficio, facciamo il nostro meglio per organizzare e partecipare alle attività umanitarie, abbiamo l’occasione di accumulare le esperienze preziose e di rispettare meglio la nostra presenza nel mondo. La vita diventa più bella quando possiamo regalare i sorrisi e la felicità alla gente.

Gli obiettivi: È “il turismo responsabile”. Oggi, il turismo non ha solo lo scopo di fornire i migliori servizi ai clienti ma anche di mirare allo sviluppo generale della comunità. Essendo un tour operator che ha un grande ruolo per il turismo vietnamita, abbiamo anche grandi responsabilità, tra cui è sostenere le persone più svantaggiate, in particolare quelle dei villaggi in cui fanno tappa i nostri tour, dobbiamo essere responsabili e fornire i materiali alle persone più svantaggiate in particolare quelle dei villaggi dove passiamo. Abbiamo deciso di creare un fondo proprio di Asiatica Travel “Missioni umanitarie” con lo spirito “Travelling and Sharing”.
Asiatica Travel
Qual è la spesa media per partire con voi? Come funziona l’iscrizione?
Si può partecipare personalmente, iscrivendosi al nostro progetto come membro dell’organizzazione e incontrare la gente e offrire loro i propri regali di persona (il costo di vitto e alloggio sono a carico del partecipante).
Ai membri o clienti di Asiatica Travel (coloro che hanno partecipato almeno ad un viaggio organizzato da Asiatica Travel) e a coloro che hanno confermato il loro viaggio con Asiatica, l’agenzia offre tutte le spese di alloggio e di trasferimento. Questi avranno a proprio carico solo i pasti e altre eventuali spese personali durante la missione.
Coloro che non hanno ancora mai viaggiato con Asiatica Travel, ma hanno voglia di partecipare a questa missione, avranno a proprio carico tutte le spese durante la missione: vitto, alloggio, trasferimenti, ingressi nei villaggi (se c’è un costo specifico) oltre alle spese personali.
Basta inviarci una email per l’iscrizione. Siamo sempre contenti di avere tanti accompagnatori nei viaggi di volontariato!

Solitamente com’è composto il gruppo di lavoro in loco?
Di solito ci sono 8- 10 partecipanti. Dobbiamo preparare il progetto qualche mese prima, con il programma dettagliato. Dobbiamo condividerlo con i diversi gruppi delle altre missioni: studiare bene la meta, ricevere le informazioni sui partecipanti (soprattutto fornirle alle nostre guide turistiche che avranno l’occasione di fare il trekking con i turisti nei villaggi remoti); contattare l’autorità locale per i documenti e il permesso; divulgare il programma agli impiegati nell’agenzia, anche gli amici, parenti, clienti, giornalisti e tramite i canali social; raccogliere doni e denaro; pianificare le attività che si svolgeranno in loco.
Per esempio, un nostro viaggio che dura 3 giorni è così organizzato:
Giorno 01: Partenza da Hanoi (con tutti i materiali) – pernottamento in homestay accommodation
Giorno 02: Trasferimenti ai villaggi con tutti i materiali preparati (dipende dal programma), per distribuire i doni direttamente alla gente o agli studenti. Poi si fanno le altre attività, per esempio: visita delle famiglie più povere o degli anziani che abitano da soli; o organizziamo una proiezione pubblica di un film (siamo un gruppo di volontariato delle proiezioni cinematografiche all’aperto)
Giorno 03: Ritorno ad Hanoi
Asiatica Travel
Possono partecipare solo ragazzi italiani ai vostri progetti? O i campi sono internazionali?
Certo, come con la blogger di Diquaedilà, ad esempio. Abbiamo discusso del progetto #VietnAMO e, essendoci piaciuto molto, abbiamo fatto del nostro meglio per sostenerla. In questa occasione, Asiatica Travel ha proposto di fare il piccolo viaggio di volontariato a Da Nang, quindi ha chiesto a Stefania se fosse stata interessata a partecipare per vivere un’occasione speciale e fare un’esperienza diversa durante il suo soggiorno in Vietnam.
Ci sono tante persone meno fortunate e vulnerabili. Mi ricordo una frase: “Viaggiare è spostarsi per il mondo e tornare a casa un pó diverso”.
Asiatica Travel ha diversi mercati: italiano, francese, tedesco, spagnolo, quindi accogliamo partecipanti da tutta Europa. Per esempio, in un viaggio di volontariato a Phieng Pan e Cao Bang hanno partecipato due clienti francesi.

Fate riunioni pre e/o post viaggio con i volontari? C’è una selezione pre-partenza?
Per i volontari facciamo piccole riunioni per condividere la mission. Ogni partecipante deve avere la responsabilità di organizzarsi il viaggio e di condividerlo con le altre persone. Noi apprezziamo il volontariato grazie al loro entusiasmo e alle loro idee per le attività. I partecipanti devono essere sempre pronti di affrontare i problemi durante il viaggio (esempio: tempesta, strada stretta e bagnata a causa della pioggia). Anche le condizioni di vitto e alloggio sono abbastanza spartane e bisogna prepararsi i pasti da soli. Lo scopo del viaggio non è il relax ma aiutare la comunità nelle zone remote.

Cosa consiglieresti a chi ha voglia di fare un’esperienza simile per la prima volta?
Potrei dire a chi ha voglia di fare un’esperienza simile per la prima volta: non avere paura di fare un viaggio di volontariato in un paese molto lontano dall’Italia. Sono sicura che ti porterai con te tante esperienze indimenticabili dopo questo viaggio “speciale”. Io ero una persona così: timida e senza troppa voglia di viaggiare, ma dopo un programma di volontariato, ho capito che dovevo vivere in un altro modo, e rendermi più utile per la società. Dopo un viaggio così si diventa più maturi. La vita ci regala tanti sorrisi quando noi aiutiamo le altre persone con le piccole cose, sopprattutto con il nostro cuore e tanta buona volontà.
Asiatica Travel
Quali sono i viaggi per la prossima stagione che vorresti suggerire? Perché?
Il prossimo viaggio si svolgerà ad Agosto (prima del nuovo anno scolastico), in provincia di Thanh Hoa, circa 200 km a sud di Hanoi. Abbiamo contattato una scuola elementare, con più 50 alunni disabili, ai quali vorremmo “regalare” una piccola biblioteca per i bambini. A causa della distanza e della povertà, non hanno tanti libri e quindi vorremo portare la felicità e incoraggiarli a studiare.

Grazie mille Asiatica Travel per aver condiviso con noi il tuo modo di lavorare. Io ho tanta voglia di Asia e spero di venirvi a trovare molto presto!
E tu, che ne dici di andare a conoscere questa realtà durante il tuo prossimo viaggio?

Noi ci sentiamo a Luglio con altre due [super emozionanti] interviste!

[Photo credits: Asiatica Travel]