Viaggi e Web 2.0

Festival del Turismo Responsabile

Festival del Turismo Responsabile.

Un blog attento all’ambiente e amante del turismo responsabile e sostenibile, come Viaggio AnimaMente, non poteva dimenticarsi di IT.A.CÀ.
Sai di cosa si tratta?
E’ il Festival di Turismo Responsabile che, fino all’8 giugno 2014 a Bologna e in altre città dell’Emilia-Romagna, organizza trekking inediti, percorsi in treno e in bicicletta, itinerari urbani, mostre, rassegne, letture, incontri musicali ed enogastronomici e concorsi per scoprire l’esotico sotto casa.
Festival del Turismo Responsabile
Si perché IT.A.CÀ, in bolognese, vuol dire proprio Sei a casa? Viaggiare responsabilmente: partire da una casa e arrivare ad un’altra casa, ovunque nel mondo, dove il percorso e il modo in cui ci si mette in cammino assumono particolare rilievo.
Per la sesta edizione del Festival, organizzato dall’associazione Yoda e dalle ONG Cospe e Nexus Emilia-Romagna, insieme all’Associazione Italiana Turismo Responsabile (Aitr) e con la collaborazione di oltre 100 partner, dall’Anpi all’Unesco ci sono in programma tantissimi eventi per scoprire ‘l’esotico sotto casa’ e conoscere territori e comunità al di fuori dei circuiti tradizionali all’insegna del turismo slow.
Festival del Turismo Responsabile
Secondo IT.A.CÀ, e anche secondo me, il viaggio può essere diverso, può essere visto da un’altra prospettiva che va oltre. Il turismo non più visto come causa di inquinamento ambientale ma come una scoperta, vissuta con lentezza per assaporarne tutti i suoi lati. A piedi, in bici, a cavallo: alla ricerca di angoli sconosciuti e tesori a due passi da casa.
IT.A.CÀ vuole lanciare un messaggio: esplora dentro la tua città, entra in contatto con la sempre maggiore diversità etnica e culturale, vivi l’emozione del viaggio senza per forza andare lontano.
Tanti saranno i momenti di incontro per riflettere e confrontarsi su alcuni dei maggiori temi di viaggio sostenibile e di ospitalità, sulle migrazioni e sulla cittadinanza globale, sulle disuguaglianze e sullo sviluppo.
Festival del Turismo Responsabile
Pierluigi Musarò, direttore generale di IT.A.CÀ e docente di Sviluppo sostenibile, cittadinanza attiva e turismo responsabile all’Università di Bologna e Sonia Bregoli, direttrice artistica e responsabile comunicazione e tecnica di IT.A.CA spiegano che questo sarà un festival itinerante e in movimento, ovviamente lento. Da Parma a Rimini, da Ferrara a Bologna, dove ci sarà il gran finale.

Da segnalare a Bologna:
– 6 giugno, FU-TURISMO convegno sul turismo responsabile e i luoghi patrimonio dell’umanità organizzato con l’Unesco in vista di Expo 2015 dove saranno premiati i 4 progetti vincitori del Premio turismo sostenibile dedicato alla valorizzazione e la salvaguardia del patrimonio culturale, artistico e naturale bolognese;
– 6 giugno ore 16 AITR e Altreconomia edizioni presentano Lampedusa, guida per un turismo umano e responsabile;
– 7 e 8 giugno natura e musica protagonisti con le escursioni di trekking ‘eco-sonoro’ organizzate insieme al festival Eco della musica.
Inoltre ci saranno mercatini di prodotti tipici, laboratori per bambini, spettacoli di danza, presentazioni di libri e un reading-concerto con Wu Ming 2 e i Frida X in Piazza Re Enzo, culla principale del festival.
Festival del Turismo Responsabile
Previsti, anche, molti appuntamenti dedicati alle biciclette, in collaborazione con Salvaciclisti, e una festa con cicloturisti di tutto il mondo con musica e racconti di viaggio.
Clicca qui per il programma completo.

Pronto per questo viaggio? Non perderti IT.A.CA e buon weekend responsabile!
Contatti
IT.A.CÀ migranti e viaggiatori
Festival del Turismo Responsabile
Bologna, Italia
info@festivalitaca.net

Quando ti metterai in viaggio per Itaca devi augurarti che la strada sia lunga, fertile in avventure e in esperienze. Konstantinos Kavafis

Credits: It.a.cà. migranti e viaggiatori – Festival del Turismo Responsabile