Viaggi e Web 2.0

Home Viaggi #iovolontarionelmondo Lega del Filo d’Oro, diventa volontario

Lega del Filo d’Oro, diventa volontario

, / 0

Lega del Filo d’Oro, diventa volontario.

Per il mese di Ottobre la rubrica #iovolontarionelmondo raddoppia!
Dopo aver condiviso con te la storia di Alessio, eccomi di nuovo qua con un’altra intervista. Oggi è la volta di ascoltare cosa hanno da dirci gli amici de La Lega del Filo d’Oro.
Sei pronto?
Allarga i tuoi orizzonti, fai qualcosa per il prossimo e diventa volontario. Anche tu, nel tuo piccolo, puoi dare una grande mano al mondo!

1- Presenta l’associazione che rappresenti in 120 caratteri.
La Lega del Filo d’Oro assiste, riabilita e reinserisce in famiglia e in società persone sordocieche e pluriminorati psicosensoriali.

2- Da quanto tempo siete attivi? Dove si trova la vostra sede?
Attiva da più di 50 anni, La Lega del Filo d’Oro ha oggi sedi territoriali a Padova, Roma e Napoli e centri riabilitativi a Lesmo, Modena, Osimo (presto qui aprirà la nuova sede nazionale), Molfetta e Termini Imerese.

Lega del Filo d’Oro, diventa volontario

3- In che destinazioni avete progetti di volontariato?
I progetti di volontariato possono essere svolti in tutti i centri dell’associazione, dopo aver seguito un corso di formazione. Attività storica della Onlus è l’organizzazione di soggiorni estivi per persone sordocieche nelle principali località turistiche italiane.

4- Quali sono gli ambiti e gli obiettivi dei vostri progetti?
Il volontariato può essere diretto, a contatto con gli utenti dei centri riabilitativi o indiretto, partecipando a campagne di sensibilizzazione o svolgendo lavori d’ufficio quando necessario.
Il soggiorno nazionale è invece un servizio di tempo libero rivolto a persone sordocieche provenienti dalle diverse regioni d’Italia e si propone di far vivere loro un’esperienza di gruppo e di socializzazione insieme al volontario, per la durata di almeno una settimana. Durante ogni settimana di soggiorno vengono organizzate delle uscite (culturali, naturalistiche…) e proposte attività sportive, feste, incontri e altro.
L’obiettivo di questi progetti è far uscire chi non vede e non sente dallo stato di isolamento in cui si trova e rendendolo capace di muoversi autonomamente, comunicare e scoprire il mondo esterno, offrendo supporto anche alle famiglie.

Lega del Filo d’Oro, diventa volontario

5- Qual è la spesa media per partire con voi? Come funziona l’iscrizione?
Non vi sono spese. Le attività di volontariato e i corsi di formazione sono gratuiti. Per diventare volontario della Lega del Filo d’Oro bisogna possedere però i seguenti requisiti:
-aver compiuto il 18° anno di età;
-essere disponibili a prestare servizio con frequenza settimanale o quindicinale o almeno una settimana durante i soggiorni estivi;
-aver seguito il percorso formativo previsto.

6- Solitamente com’è composto il gruppo di lavoro in loco?
Generalmente i gruppi della Lega del Filo d’Oro sono formati da educatori, operatori, staff medico e volontari. Uno dei principali elementi che qualifica i soggiorni nazionali, invece, è la prevalente partecipazione dei volontari (non è infatti previsto un personale professionale con competenze educative).

7- Il volontario deve essere italiano? O i campi sono internazionali?
Chiunque abbia compiuto 18 anni può partecipare, una volta seguito il corso base di formazione. Una buona conoscenza della lingua italiana è sicuramente un vantaggio per il volontario.

8- Fate riunioni pre e/o post viaggio con i volontari? C’è una selezione pre-partenza che il volontario deve affrontare?
Per avere maggiori informazioni sulle attività di volontariato, sui bandi e sulle selezioni ci si può rivolgere al settore Attività Associative e Volontariato della Lega del Filo d’Oro o compilare il form sul sito ufficiale della Onlus.

9- Cosa consiglieresti a chi ha voglia di fare un’esperienza simile e diventare volontario per la prima volta?
Chi svolge volontariato presso i centri della Lega del Filo d’Oro o come accompagnatore nei soggiorni estivi vivrà un’esperienza unica e molto intensa. Come molti volontari spesso raccontano, si esce arricchiti dalla conoscenza dei bambini, giovani e adulti che frequentano i centri e si diventa parte integrante di una grande famiglia. Ci vuole pazienza all’inizio, ma con il tempo ci si accorge di quanto anche solo un semplice sorriso o una smorfia possano significare molto.

10- Quali sono i viaggi per la prossima stagione che vorresti suggerire? Perché?
I soggiorni estivi della Lega del Filo d’Oro hanno sempre luogo in diverse località turistiche d’Italia, e sia per gli utenti che per i volontari sono esperienze intense di socializzazione, che lasciano molti bei ricordi e che forse insegnano a vedere la vita da un’altra prospettiva e capire come niente sia impossibile.

Lega del Filo d’Oro, diventa volontario

Hai altro da aggiungere?
A febbraio 2016 è stato pubblicato uno studio dell’ISTAT sulle persone sordocieche in Italia, che oggi sono ben 189 mila. Almeno 108 mila vivono confinate in casa, perché non sono in grado di muoversi autonomamente o presentano altre gravi forme di disabilità. Circa la metà dei bambini e degli adulti sordociechi presenta problemi motori e cognitivi e ha quindi grosse difficoltà nel muoversi e comunicare. I gesti più semplici come vestirsi, riconoscere le stanze e muoversi in casa possono diventare impossibili. C’è poi chi è affetto da malattie rare come la sindrome di Usher e quella di Charge – malattie genetiche che colpiscono 1 persona su 2000, per le quali è necessaria una costante attività di ricerca. I numeri sono destinati ad aumentare ed è per questo che La Lega del Filo d’Oro è diventata uno dei principali punti di riferimento per le persone che non vedono e non sentono e che l’attività di educatori, operatori, staff medico e volontari è essenziale.

Allora? Che ne pensi?
Questa intervista vuole essere un ulteriore spunto per far avvicinare anche te al volontariato!

Non dimenticarti mai che qui, ogni mese, troverai sempre nuove storie di cuore e interessanti progetti per prendere, partire e fare qualcosa di buono per te e per gli altri.

#iovolontarionelmondo ti saluta e ti dà appuntamento al prossimo mese!