Viaggi e Web 2.0

Home » Turismo Web&App » Novità » Lonely Planet, Best in Travel 2021

Lonely Planet, Best in Travel 2021

L’arrivo della stagione fredda porta con sé la bellezza dell’attesa e risveglia nei Viaggiatori la voglia di fare progetti.

Best in Travel 2021

Infatti è proprio in questo periodo che, puntuale, ogni anno arriva la classifica Best in Travel. Così tutti possiamo spulciare le destinazioni top e magari trovare, tra le curiosità proposte da Lonely Planet per l’anno successivo, la prossima meta perfetta per noi.

Questo però è un anno particolare, l’incertezza che ci circonda ha cambiato la nostra quotidianità e si ripercuote anche sulla prospettiva del futuro, sulle aspettative e sul modo di viaggiare.
Abbiamo imparato ad avere pazienza, a trovare nuovi modi di starci vicino e soprattutto a reinventarci.
E secondo te Lonely Planet poteva rinunciare a farci sognare?
La casa editrice di guide turistiche più famosa al mondo non si è certo persa d’animo e si sta adattando al cambiamento, rivoluzionando la sua classifica che da anni raccoglie i 10 migliori Paesi, le 10 migliori città e le 10 migliori regioni da visitare durante l’anno che sta per iniziare.

Best in travel 2021 rappresenta la consapevolezza che quando ricominceremo a viaggiare lo faremo necessariamente in un modo completamente diverso ed è divisa in tre categorie, ognuna delle quali raccoglie 10 persone o luoghi che la rappresentano: Sostenibilità, Comunità e Diversità.

Lonely Planet, Best in Travel 2021

Ph. Lonely Planet Italia

Sostenibilità

Nella categoria della Sostenibilità di Best in Travel 2021 troviamo il concetto di reinventare il modo di viaggiare, con l’obiettivo di rendere il mondo un posto migliore.

Tra i Cammini culturali spiccano “Le vie di Dante”, un itinerario che ripercorre le orme del Poeta: dalla sua tomba – a Ravenna – alla sua città natale – Firenze, passando per gli Appennini. 20 tappe in 395 km, simbolo dello slow travel, ritrovando il contatto con la natura passo dopo passo.

Dalla natura passiamo a “Gӧteborg” in Svezia, che rappresenta il soggiorno urbano.
Lo sapevi che è la seconda città della Svezia e che ricopre sempre i primi posti del Global Destination Sustainability Index?
La maggior parte dei suoi hotel è dotata di certificazione verde, i mezzi pubblici funzionano con energia rinnovabile e i ristoranti hanno marchi di qualità ecologica.

Interessante la destinazione emergente su Best in Travel 2021, costituita da “Antigua e Barbuda”, le isole caraibiche che dopo l’uragano del 2017 hanno fatto enormi progressi per promuovere la sostenibilità nel Paese.
Oltre a vietare prodotti in plastica e polistirolo, hanno istituito il Green Corridor – hotel, resort ed esercizi commerciali che operano nel rispetto dell’ambiente.

Come rappresentante delle Isole ad alta sostenibilità invece c’è l’arcipelago di “Palau”, nell’Oceano Pacifico. Uno dei posti più incontaminati al Mondo. Negli ultimi anni ha intrapreso misure protettive per assicurare la sopravvivenza della biodiversità, della fauna selvatica e del patrimonio culturale.
Qualcosa vorrà dire se la traduzione del suo nome in lingua locale vuol dire favola, non credi?

Comunità

Comunità è la categoria in Best in Travel 2021 che valorizza le persone che offrono ai viaggiatori esperienze autentiche in un luogo, supportando le comunità locali.

Al suo interno troviamo le “Isole Faroe”, che rappresentano una comunità affiatata.
Tutti associamo il famoso arcipelago di origine vulcanica tra Islanda e Scozia a una natura selvaggia, ma lo sapevi che queste isole sono caratterizzate da un autentico senso della comunità?
Se cerchi il calore dell’ospitalità, una disponibilità spontanea e inclusione completa – oltre ovviamente a paesaggi mozzafiato – questo è il posto giusto per te.

Spostandoci un po’ con la fantasia arriviamo a “Medellìn”, simbolo della riqualificazione urbana. Forse ne hai sentito parlare non molto bene, come la città più pericolosa del mondo, ma oggi Medellìn si è presa la sua rivincita. Con un importante progetto di riqualificazione urbana, basato ovviamente sulla comunità, è diventata tra le città più innovative al mondo e quella più alla moda della Colombia.
Il suo appellativo di “città dall’eterna primavera” racchiude il senso del suo percorso di rinascita.

I concetti di turismo responsabile e di sostenibilità sono alla base del progetto di turismo per la valorizzazione locale, che ha come protagonista “Il Burren Eco Tourism Network”. Oltre 70 imprese locali si sono unite con l’obiettivo di far diventare il Burren e il Cliffs of Moher Geopark uno dei simboli mondiali del turismo sostenibile.
Chi non ha mai visto le imponenti scogliere irlandesi, anche solo nelle suggestive immagini di un documentario?

Lonely Planet, Best in Travel 2021

Cliffs of Moher, Co. Clare, Ireland – Ph. Turismo Irlanda

Insieme ai 560 kmq di rocce calcaree del Burren, le Cliffs of Moher sono la meta ideale per un turismo lento e responsabile in Irlanda.

Ricordi la serie di disastrosi incendi che l’anno scorso ha colpito l’Australia? Il modo in cui il Paese sta ripristinando le aree più devastate e salvando le specie autoctone in pericolo, ha fatto diventare l’”Australia” il simbolo del recupero habitat naturali.
Infatti molti operatori turistici del luogo svolgono un ruolo fondamentale nella ricostruzione, proponendo ai viaggiatori di piantare alberi o partecipare al reinserimento dei koala nell’ambiente naturale.

Orgoglio tutto italiano in Best in Travel 2021, il fatto che Firenze viene nominata per la seconda volta proprio in questa categoria con “Girl in Florence” per una finestra sulla comunità. Il blog di una ragazza americana che ha studiato per un anno a Firenze, mostra la città dal punto di vista di artisti e artigiani locali, negozi indipendenti e residenti stranieri.

Diversità

Le persone e i luoghi in giro per il mondo che hanno una storia unica da raccontare sono raccolti nella categoria Diversità di Best in Travel 2021.

La Destinazione multigenerazionale è rappresentata da “El Hierro”, la seconda isola più piccola delle Canarie che attira viaggiatori di tutte le età e con esigenze diverse. Si passa infatti da sentieri escursionistici a spiagge remote, scogliere a strapiombo, incantevoli foreste, riserve marine che offrono immersioni, voli in parapendio, tour vinicoli e folklore locale.

Lonely Planet, Best in Travel 2021

Ph. Ciao Isole Canarie

Costa Rica” invece è la protagonista della destinazione accessibile, non te l’aspettavi eh? Eppure il Paese dell’America Centrale è una delle migliori destinazioni per i viaggiatori con disabilità: oltre alla disponibilità delle persone del posto, il Costa Rica permette a chi viaggia in sedia a rotelle di raggiungere hotel, spazi pubblici, spiagge, ma anche le foreste pluviali e varie attività avventurose – come zip-line e surf.

Per una destinazione accogliente abbiamo “Amman”, la capitale della Giordania. Se ci sei stato, sai già che in questa città si può entrare in contatto con le persone del posto in vari modi: tra mercati, gallerie e caffè creativi l’ospitalità è assicurata.

Non stupisce trovare “San Diego” in Best in Travel 2021 con l’appellativo di città e cultura eterogenea. La città balneare che si trova nel Sud della California al confine con il Messico è influenzata infatti dalle comunità native, da quella spagnola e dalle culture americana e messicana. Queste influenze si vedono ovunque: nel cibo tipico, nelle haciendas, nella cultura del surf e nei tradizionali manufatti.

Non smettiamo di sognare

Lonely Planet, Best in Travel 2021

Ph. Lonely Planet Italia

Insomma, anche quest’anno, nonostante la situazione di difficoltà in cui stiamo vivendo, Best in Travel 2021 – oltre a farci sognare – ci fa venire voglia di fare una valigia e partire per tutte queste destinazioni.
Stavolta però con uno spirito un po’ diverso, con la volontà e la consapevolezza che quando lo faremo ogni istante sarà vissuto e goduto al massimo.

Sono sicura che al centro dei nostri viaggi ci sarà ancora di più il contatto con la natura, il rapporto diretto con la gente locale e il rispetto assoluto per tutto quello che in questo anno ci è stato precluso.

Dove andrai la prima volta? Tra tutte le destinazioni citate sono stata, purtroppo, solo in Giordania, oltre – ovviamente – a Firenze. La città toscana è un must per chi cerca autenticità, arte e ospitalità.
Il tour in Giordania che ho fatto a Dicembre 2019 occupa sicuramente un posto di favore nella top ten dei viaggi migliori di sempre: oltre alla bellezza che non si può spiegare di Petra, all’immensità del Wadi Rum e alla particolarità del Mar Morto, Amman è un insieme caotico ma perfetto di tradizioni e modernità.
Lo sai che poco meno di metà della popolazione giordana vive proprio nella capitale?

Comunque se dovessi scegliere una tra tutte queste destinazioni, in questo momento chiudendo gli occhi, vorrei essere in una delle remote isole di Palau, tra un’immersione nella barriera corallina e un’escursione nell’entroterra.

Chissà che il 2021, oltre a serenità e salute, non ci porti anche il viaggio dei nostri sogni!

Condividi su:

22 Condivisioni