Viaggi e Web 2.0

Modigliani a Pisa

Modigliani a Pisa.

Come tutti gli anni, in questo periodo, ho un appuntamento fisso a Palazzo Blu.
Questa è stata la volta di Modigliani a Pisa, l’artista conosciuto il tutto il mondo per le teste e i colli affusolati.
Un personaggio che ha vissuto molto poco ma che ha fatto della sua vita un momento intenso e geniale.
Modì, l’artista maledetto, quello che andava oltre il paesaggio e rappresentava le persone andando alla ricerca della loro personalità.
Tutti quelli che posarono per lui dissero: fu come farsi spogliare l’anima.
Si perché Modigliani non si fermava all’apparenza ma andava a scavare nel profondo dei suoi modelli.
Modigliani a Pisa
A Palazzo Blu avrai l’onore di ammirare circa 100 opere provenienti dal Centre Pompidou di Parigi e da collezioni private.
Modigliani a Pisa per ripercorrere la sua vita: da Livorno a Parigi.

Modigliani in Italia, il primo periodo: un ragazzo colpito da una grave malattia ma già da piccolo con grandi doti artistiche. Una vita difficile e travagliata già dall’infanzia.
La carriera artistica di Amedeo Modigliani inizia proprio a Livorno con ritratti e raffigurazioni di paesaggi [il suo maestro era allievo di Fattori, esponente dei Macchiaoli].
Spostandosi verso Parigi entra in contatto con la cultura avanguardista dei fauves e prende come maestri Toulouse‐Lautrec e Cézanne. Incontra anche Picasso che lo invita ad andare a vivere a Montmartre [centro della vita bohémienne a Parigi durante la Belle Époque] ma tra i due non nascerà mai una vera amicizia.

All’interno della mostra Modigliani a Pisa potrai vedere anche la sezione dedicata alla scultura dell’artista. Un periodo in cui, ad esempio, sviluppa la Figura femminile ideale con teste di donna scolpite su pietra. Ma i suoi problemi respiratori e la difficoltà economica lo convinsero a dedicarsi alla pittura.

Modigliani a Pisa
Amedeo Modigliani et ses amis mette in luce anche il rapporto dell’artista con il cubismo. Preferì mantenere le distanze da questa corrente artistica nonostante fu per lui fonte di ispirazione.
Lui ha uno stile tutto suo.

La mostra Modigliani a Pisa, come dice il titolo, è dedicata anche alla cerchia degli amici. I suoi compagni di avventure a Montparnasse come Chaim Soutine, Pablo Picasso, Marc Chagall, Fernand Léger Maurice Utrillo, Suzanne Valadon, Raoul Dufy, Juan Gris e Gino Severini.
Parigi, grazie alle esposizioni universali del 1889 e del 1900 e al clima di avanguardia, a quei tempi era il centro culturale preferito dagli artisti.

Nelle ultime sale della mostra Modigliani a Pisa potrai impazzire follemente di fronte ai vari ritratti dell’artista. Un modo di dipingere sintetico e unico [Stile Modigliani] che si concentrava solamente sul soggetto senza pensare al contorno. Volti di amici, conoscenti, facce famose e ex amori: a Modigliani piaceva ritrarre le persone e la loro personalità.
Modigliani a Pisa
Con la mia audioguida percorrevo le sale di Palazzo Blu e entravo in estrema sintonia con Modigliani a Pisa. Questo giovane genio, che morì a 36 anni a causa di una meningite tubercolare, visse una vita estremamente intensa.

Modigliani a Pisa, una mostra che vale il viaggio sia per le opere che per il percorso creato attorno ad esse. Palazzo Blu ogni anno mi sorprende piacevolmente per come riesce a organizzare queste esposizioni.

Vuoi vedere la mostra di Amedeo Modigliani a Pisa?
Ecco le informazioni di cui hai bisogno!

Palazzo d’arte e cultura Fondazione Palazzo Blu

Lungarno Gambacorti, Pisa
Amedeo Modigliani et ses amis
Visitabile fino al 15 febbraio 2015
Orari:
Lunedì – Venerdì: 10 – 19
Sabato – Domenica: 10 – 20
Orari durante le festività natalizie:
24.12.2014: 10 – 19
25.12.2014: 10 – 20
26.12.2014: 10 – 20
31.12.2014: 10 – 19
01.01.2015: 10 – 20
Biglietto intero singolo: €10 (con audioguida)
Se sei socio CartaFRECCIA potrai usufruire della promozione 2×1.

Buon tour nella vita e nel percorso artistico di Modigliani a Pisa!

[Photo credits: Modigliani Pisa]