Viaggi e Web 2.0

Home Viaggi Cosa non perdere Petra in un giorno

Petra in un giorno

, / 0

Petra in un giorno.

L’emozione è ancora forte dentro di me se ripenso a quel giorno. Ero in viaggio e stavo scoprendo la Giordania. Attendevo con ansia quell’escursione, non vedevo l’ora di ritrovarmi lì immersa nella storia e nella cultura di tanti anni fa. nomadimoderni  viaggigiovani

Petra in un giorno. Petra in una notte. Petra per tutta la vita nel cuore.
Continuavo a ripetermi nella mente: presto vedrò una delle sette meraviglie del mondo moderno nonché Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO.
Petra in un giorno
Il programma del mio tour proponeva Petra in un giorno, dalla mattina alla sera, classico imperdibile di tutti i viaggi in Giordania. Avevo a disposizione tante ore per esplorare questo sito archeologico ed ero già eccitata ai massimi livelli.
I nabatei, il loro lavoro, la loro quotidianità. Oggi noi visitiamo Petra in un giorno e ai nostri occhi questo luogo appare come un museo a cielo aperto ma tanti anni fa qui viveva un popolo. I nabatei, appunto, con le loro case, i templi e le tombe.
Prova per un attimo a varcare la soglia di Petra, a chiudere gli occhi e a far volare la tua mente indietro nel tempo. Riapri gli occhi, incamminati, degusta lentamente ogni metro, che i tuoi piedi divoreranno, e immaginati un abitante di questa meraviglia. Tutto avrà un altro gusto, tutto profumerà di autentico e di vero.

La storia racconta che la città di Petra fu poi per tanti anni abbandonata e che solo grazie all’esploratore svizzero Johann Ludwig Burckhardt [che la scoprì nel 1812] noi oggi possiamo visitarla.

Un’escursione che va assaporata lentamente, di notte prima e di giorno poi. 24 ore a Petra, Petra in un giorno, tutto d’un fiato, pieno di sensazioni positive e energie al ritmo di passioni.
Varcavo la soglia, il cammino era illuminato da centinaia di candele, l’atmosfera era suggestiva.
Petra in un giorno
Le stelle imponenti aiutano il viandante a percorrere il sentiero attraverso il Siq. Un brusio, voci di sottofondo, il richiamo del Tesoro.
La Petra by night teneva tutto il gruppo con il fiato sospeso, la voglia di vedersi di fronte il Tesoro, che piano piano spunta dal Siq, teneva tutti noi con gli occhi ben aperti alla ricerca della meraviglia, al raggiungimento della felicità. Nella notte tutto assumeva un aspetto diverso più surreale, più magico. E poi il suono del flauto. Eravamo arrivati. Prendevamo il nostro posto seduti in terra tra centinaia di altre persone che, come noi, attendevano il momento.
Le antiche leggende tornavano a galla mentre sorseggiavamo un tè e poi al 3,2,1 via tutti iniziarono a fare foto con il flash.
Petra in un giorno
Il Tesoro veniva illuminato, la bellezza appariva davanti ai nostri occhi increduli. Volevo continuare a fare foto per ore attendendo l’illuminazione perfetta. Un brivido mi percorreva la schiena, una lacrima mi scendeva sul volto: ero a Petra, ero a Petra.
Credendo di essere in un sogno, sbattei le palpebre ma ero sempre lì: ero a Petra.

Petra in un giorno che continua al suo ritmo lento, che pulsa di felicità. Il cammino del ritorno sembrò brevissimo, l’eccitazione di entrare nuovamente qui l’indomani mattina, quando le stelle avranno lasciato il posto al sole, invadeva la mia mente che non riusciva a pensare ad altro.

Un nuovo giorno e l’escursione Petra by day che ci attendeva. Con i raggi del sole che facevano vibrare il nostro cammino tutto prendeva forma. Le tombe minuziosamente scolpite, la roccia cangiante, la voce della nostra guida: ci accompagnarono fino al Siq. Il popolo dei nabatei era solito abbellire templi e tombe lasciando molto semplici, invece, le abitazioni.

Il sito archeologico di Petra è suddiviso in varie parti: la tua giornata vibrerà all’insegna della scoperta.
Ingresso: dall’entrata al Siq ci sono circa 700 metri. Lungo questo primo tratto potrai ammirare alcune tombe scolpite come quella degli Obelischi e le Case dello Spirito;
-il Siq: questo è un percorso magico. Attraversandolo mi sono sentita viva. Lunga poco più di un chilometro, questa gola affascinerà il viaggiatore con imponenti pareti di roccia arenaria. Carica di emozione per il punto di arrivo, la gola profuma già di Tesoro. Ma che cos’è il Tesoro? Si tratta di una tomba, fatta costruire più di duemila anni fa, per un re nabateo. La posizione e il nome si rifanno ad antiche leggende legate al luogo e ai suoi abitanti;
Petra in un giorno
-la Necropoli: in questa zona di Petra potrai ammirare le tombe reali e un teatro usato per cerimonie funebri;
-le case dei nabatei o meglio i ruderi. Confrontandole con l’imponenza e l’eleganza dei templi e delle tombe queste sono anonime e semplici. Qui potrai anche ammirare i mosaici della città e attraversare il cardo arricchito di templi.

Petra in un giorno e pensi di essere già alla fine e aver visto tutto? Ti stai sbagliando! Devi ancora conquistare il Monastero e percorrere gli 800 scalini che lo separano da te.
Petra in un giorno
Il percorso è semplice ma faticoso, il caldo non ti aiuterà nell’impresa ma la voglia di raggiungere la vetta si impossesserà di te che non potrai rinunciare a questa meraviglia. Osservando quello che ti circonda procedi a piccoli passi con il tuo ritmo, rallenta e goditi l’ombra se ne sentirai la necessità, bevi un sorso d’acqua se lo riterrai utile ma non fermarti mai. Chi si ferma è perduto, chi si ferma dovrà impiegare il doppio dell’energia per ripartire.

La felicità sarà immensa quando, per la seconda volta, ti meraviglierai di nuovo durante la tua escursione, durante la tua Petra in un giorno. Simile al Tesoro, scavato nella roccia, ecco il Monastero: tomba del re Obodas.
Petra in un giorno
Potrai urlare al mondo: ho conquistato una delle sette meraviglie del mondo moderno. Potrai congratularti con te stesso regalando al tuo sguardo un panorama senza confini. La Giordania ti osserva mentre tu la ami ogni momento di più. Dall’alto del Monastero, attraverso un percorso al momento chiuso ai visitatori, si può arrivare alla Piccola Petra [oggi raggiungibile in circa 20 minuti di macchina]. La Petra bianca [ricca di affreschi unici] dove i nabatei ospitavano le carovane proveniente dall’Arabia e dall’Oriente.

Ti è venuta voglia di visitare Petra e di partire per la Giordania? Consulta il sito di Viaggi Giovani e scopri i viaggi in piccoli gruppi che vengono organizzati in primavera [periodo migliore per partire anche per l’ottimo rapporto qualità/ prezzo] e in estate proprio verso questa destinazione.
Petra in un giorno
Stai già organizzando il tuo viaggio? Allora ecco alcune informazioni pratiche per organizzare la tua Petra in un giorno!
– L’escursione Petra by night viene svolta nelle serate di lunedì, mercoledì e giovedì. Ore 20:30 apertura cancelli. Costo 12 dinari.
– La visita di Petra by day costa 50 dinari.
– Il costo per due giorni consecutivi è di 55 dinari.
– Dal ristorante, situato dopo le case dei Nabatei, al Monastero potrai salire anche con un asinello al costo di 7 dinari.
– Dall’ingresso di Petra al Tesoro, se magari il sole picchia troppo forte, potrai usufruire di un calesse al costo di 20 dinari.

Un viaggio che va vissuto, un’esperienza che va gustata lentamente, un Tesoro che va conquistato con la mente libera.
Petra: potrei raccontartela ancora per ore ma se non la vivi apprezzerai solo una piccola parte di questa meraviglia del mondo moderno.