Viaggi e Web 2.0

Home Viaggi Cosa non perdere Sognando il Messico

Sognando il Messico

, / 0

Sognando il Messico.

Il Messico è stata la mia prima meta fuori dall’Europa. Nell’anima e nella mente mi è rimasta quella voglia di tornarci perché, come il primo amore non scorda mai, la prima tappa a tante ore di volo da casa rimane per sempre nel cuore.
La mia bellissima esperienza di volontariato di tre settimane però non mi ha, ovviamente, permesso di farmi anche un on the road per scoprire questa magnifica destinazione. I colori di questa terra e i sorrisi delle persone mi sono rimasti dentro e ancora oggi porto con me quella voglia di tornare. Sognando il Messico, nelle ultime settimane, mi sono capitati due eventi a cui non ho potuto dire di no.

Ho passato un’intera serata ad emozionarmi con le foto di un viaggio on the road fatto da un ragazzo con lo zaino in spalla. Ogni volta che sullo schermo appariva una nuova immagine, dentro di me aumentava quella voglia di prendere e partire.

Da Città del Messico al Chiapas, dalla storia alla cultura, dal mare ai siti archeologici. Guardavo e mi ripetevo: prima o poi anche io mi incamminerò per quella strada.

Sognando il Messico non ho potuto rinunciare nemmeno all’evento organizzato da Konrad Travel in collaborazione con l’ente del turismo. Diapositive e immagini che mi hanno catapultata in una realtà che da troppo tempo desidero. Firenze era solo la sede di questa giornata ma io con il cuore ero già partita. Sognando il Messico rivedevo i visi amici e mi ritrovavo in quelle situazioni che mi avevano fatto stare bene mentre ero là.
Dei vari tour, presentati da Konrad Travel, sono stata piacevolmente colpita ogni volta che veniva pronunciata la parola sostenibile. Questo tour operator cerca sempre di abbinare anche esperienze alternative che avvicinano il viaggiatore alla cultura del paese. Cercare di conoscere da vicino i messicani e condividere attività con loro.

Visitando lo stato di Oaxaca, ad esempio, si può anche decidere di fare corsi di cucina locale o di spagnolo sentendosi così più vicini alla cultura e al modo di vivere dei messicani. Un’altra esperienza che mi ha fatto tornare con la mente al mio viaggio in Guatemala è la possibilità di visitare una piantagione di caffè facendo tappa in una finca messicana.

Sognando il Messico ho un’immensa voglia di arrivare in Chiapas per scoprire la sua cultura Maya.

Una natura incontaminata, le sue comunità, la possibilità di fare esperienze di turismo solidale, i colori delle stoffe di questa terra sono bolle di sapone che navigano davanti ai miei occhi. In uno dei vari tour di Konrad Travel si ha anche la possibilità di visitare la Selva Lacandona, la patria dei Lacandòn [popolo indio che discende dai Maya che porta una veste bianca e i capelli lunghi neri]. Questo stato è quello che ci porta con la mente alle comunità zapatiste, al Sub Comandante Marcos, ai caracol, alla rivoluzione e, ovviamente, a Emiliano Zapata.
Una deviazione lungo il cammino, rispetto ad un tour classico, permette proprio di entrare nell’impenetrabile Selva Lacandona e ammirare siti archeologici e una natura imponente accompagnati dalla comunità del posto. Il sito di Bonampak [muro dipinto in lingua maya] e quello di Yaxchilán sulle rive del fiume Usumacinta, luoghi poco turistici in quanto non facili da raggiungere ma bellissimi da conquistare con un’esperienza del genere. Penso che dormire all’interno della Selva Lacandona sarà una delle cose che non tralascerò nel mio futuro viaggio sognando il Messico!

Un’altra proposta che mi ha fatto venire l’acquolina in bocca è stata quella di un viaggio di eco-turismo nello stato dello Yucatan. Esplorare e conoscere la cultura e l’ecologia di questa zona seguendo un itinerario esclusivo con la possibilità di entrare in contatto con gli eredi delle antiche culture precolombiane. Approfondire la conoscenza della cultura Maya, fare escursioni attraverso la giungla del sud-est dello Yucatan per raggiungere il cuore della selva scoprendo siti archeologici meno turistici e completamente incontaminati.

Sognando il Messico ho in mente anche le tappe più famose che tutti fanno quando arrivano qui per la prima volta.

Luoghi Patrimonio Unesco, siti come Palenque e Chichén Itzá, Ciudad de México [ovviamente!] e città coloniali.
Durante questo evento ho anche avuto l’opportunità di scoprire il magico nord. Il deserto, i canyons, le alture della Sierra Madre Occidental e il Pacifico: sono le tappe di un itinerario che porta alla scoperta delle meraviglie e dei misteri della Sierra Tarahumara, patria degli indios Raramuri.

Per ora continuo a sognare questa destinazione. Quando arriverà il momento di organizzare questo viaggio sarà davvero complicato scegliere dove andare e quali tappe non perdere.
Sono sicura solo di una cosa: il Chiapas sarà lo stato che sicuramente troverà un posto all’interno del mio itinerario.

Sognando il Messico, rincorro le mie nuvole.