Viaggi e Web 2.0

Home Viaggi Cosa non perdere Turismo sostenibile in Puglia

Turismo sostenibile in Puglia

, / 6

Turismo sostenibile in Puglia.

Tornare a cavallo, affrontare le paure, immergermi all’interno del Parco Nazionale del Gargano, respirare aria fresca di una Primavera arrivata in anticipo in Puglia, mangiare cibo genuino e sano, conoscere progetti di salvaguardia dell’ambiente e di conservazione per l’avifauna prioritaria nell’Oasi Lago Salso.
Una giornata fantastica mi ha fatto scoprire che nel Gargano un altro turismo è possibile. Un viaggio sostenibile ed ecologico, a contatto con la natura e gli animali, accompagnata da persone che amano quello che fanno e la loro terra.
Così ti voglio raccontare la mia esperienza green durante il progetto #TBnet a Manfredonia e dintorni.

L’avventura inizia dal Bosco Quarto che si estende tra Monte Spigno a nord-est e la piana di Monte Calvo a ovest. Tante sono le strade che permettono di percorrerlo da nord a sud e che offrono la possibilità di accedere all’interno del bosco per fare lunghe passeggiate in mezzo alla natura. Una differenza tra il Bosco Quarto e la Foresta Umbra è che qui la specie dominante è il cerro. Infatti potrai ammirare cerri mastodontici con dei fusti secolari. Se sarai fortunato ascolterai i versi di alcune specie di uccelli come: l’Allocco, il Picchio rosso, il Picchio verde, il Picchio muratore e il Tordo bottaccio.
Con i miei compagni di viaggio ho attraversato parte di questo luogo a cavallo con la guida Michele Prencipe, accompagnatore di passeggiate e trekking.
Turismo sostenibile in Puglia
Mi sono persa ad ammirare un orizzonte infinito, un mare dai mille giochi di luce e dalle tante sfumature. Attraversando prati, boschi e facendo percorsi panoramici da dove ho ammirato il Golfo di Manfredonia.
Turismo sostenibile in Puglia
Se, come me, soffri di vertigini o hai paura del vuoto facendo questo percorso, soprattutto a cavallo, arriverà il momento ansia. Consiglio: guarda avanti e fidati del tuo cavallo! Michele mi ha assicurato che non hanno manie suicide quindi, anche se da una parte ti ritroverai il burrone, tu mantieni la schiena dritta e la testa alta e non temere … il cavallo ti porterà a destinazione senza farti provare il brivido del lancio nel vuoto.
La nostra meta è stata l’Abbazia di S. Maria di Pulsano nel territorio di Monte S.Angelo.
Turismo sostenibile in Puglia
Questa è circondata da più di ventiquattro eremi, alcuni dei quali posti anche in luoghi difficili da raggiungere e visitabili solo da esperti scalatori. La zona, detta Valle del Silenzio, ti lascerà senza fiato e ti sorprenderà misteriosamente. Gli eremi di Pulsano, poco visibili, sono il fulcro centrale di questa area ricca di vicende storiche. Per farti un’idea di quel che è rimasto puoi visitare la mostra fotografica permanente allestita all’interno dell’eremo di S. Gregorio presso l’Abbazia.

All’interno del Bosco Quarto esiste un luogo dove fermarsi a mangiare e passare la notte. Qui lentezza e tranquillità sono le parole d’ordine per gustarsi il territorio e il buon cibo. Lontani dal traffico, dallo smog, dal caos della città puoi recarti a Casa Natura per vivere il tuo attimo di pace e relax. Puoi usare come base questo luogo per il tuo viaggio sostenibile, per fare escursioni a piedi, in bici o a cavallo tra le cerrete, per visitare i centri storici del Gargano, per giornate di benessere e per laboratori ambientali. Casa Natura, nella persona di Cosimo e dei suoi collaboratori, ti accoglierà e ti darà il benvenuto in un ambiente familiare. Potrai assaggiare dei gustosissimi piatti fatti con ingredienti genuini e a KM 0 e cibi tipici della tradizione garganica come il caciocavallo podolico.
Cosimo è anche un ottimo cuoco e prepara tutto con le sue preziose mani e se sei vegetariano, non disperare, saprà soddisfare anche te!
Turismo sostenibile in Puglia
Dopo pranzo, se il tempo lo permette, potrai riposarti e godere del silenzio della natura sdraiandoti su un’amaca nel giardino antistante la casa … peccato che quando sono andata io era ancora troppo freddo per farlo.

Per concludere la giornata sostenibile ti consiglio di visitare l’Oasi Lago Salso, affiliata al WWF. Lo slogan di questo luogo è “Coltiviamo biodiversità”! Mille ettari di canneti, pascoli e prati allagati: questa è l’oasi che si affaccia sul Golfo di Manfredonia. Dopo un piccolo tour al centro visite per reperire informazioni potrai addentrarti nel quotidiano mondo di 300 specie di uccelli: dalle anatre ai fenicotteri rosa. Questo è anche il luogo ideale per praticare il birdwatching. Il progetto Life dell’Unione Europea per la salvaguardia dell’ambiente, attivo qui, punta alla conservazione dell’avifauna prioritaria.
All’interno dell’Oasi sono presenti sette sentieri natura percorribili a piedi, in bicicletta e a cavallo e un percorso in barca. Potrai godere della terrazza panoramica o dei punti di osservazione per ammirare uccelli, rapaci, aironi, cicogne, anfibi, rettili e mammiferi come il riccio e il tasso. Io ho avuto il piacere di fare uno di questi percorsi con la Jeep del Parco in quanto la strada era allagata ed è stata un’esperienza davvero avventurosa. Abbiamo fatto varie soste lungo il tragitto e ci siamo, ogni volta, ritrovati abbracciati dal vento e dalla natura dove gli unici suoni che sentivamo erano i versi degli uccelli in lontananza.
Turismo sostenibile in Puglia
Se sei interessato a visitare l’Oasi Lago Salso, ecco i contatti di riferimento:
Oasi Lago Salso
s.p. 141 delle saline km 7,200
71043 Manfredonia
Telefono: 0884.571.009
Email: lagosalso@wwf.it

Prenditi il tuo tempo e prova anche tu un viaggio sostenibile nel Gargano!

4 Condivisioni
escort kuşadası escort kayseri escort çanakkale escort tokat escort alanya escort diyarbakır escort çorlu escort malatya izmit escort samsun escort