Viaggi e Web 2.0

Youth Action for Peace

Youth Action for Peace.

Eccomi ancora qui per condividere con te una nuova intervista per la rubrica #iovolontarionelmondo.
Questo mese è il turno di YAP – Youth Action for Peace.
Ho conosciuto questa associazione grazie all’esperienza di volontariato di Francesco e ho voluto approfondire il veloce incontro per dare anche a te la possibilità di avere nuovi spunti e idee per partire impegnandoti in un progetto internazionale.
Mettiti comodo e scopri insieme a me YAP!

Presenta l’associazione che rappresenti in 120 caratteri.
YAP -Youth Action for Peace- Italia è un’associazione di volontariato internazionale, membro di due network globali: CCIVS – Coordinating Committee for International Voluntary Service e ALLIANCE of European Voluntary Service Organisations.

Youth Action for Peace

[Photo credits: Andrea Carini]


Da quanto tempo siete attivi? Dove si trova la vostra sede?
YAP Italia fu fondata nel 1970 e quindi siamo attivi nell’ambito di volontariato internazionale da 45 anni. La sede si trova a Roma, in via Marco Dino Rossi 12G, inoltre abbiamo i gruppi locali attivi in diverse città come Milano, Padova, Brescia, Bologna, Napoli.

In che destinazioni avete progetti di volontariato?
Ogni anno YAP- Youth Action For Peace – Italia propone oltre 2000 progetti di volontariato internazionale di breve (2-3 settimane), media (1-3 mesi) e lunga durata (3-12 mesi) in Europa, America Latina (Messico, Costa Rica, Ecuador, Argentina, Peru), Africa (Kenya, Tanzania, Mozambico, Madagascar, Uganda) e Asia (India, Vietnam, Nepal, Indonesia, Cambogia, Filippine, Giappone, Corea del Sud, Cina, Thailandia, Hong Kong, Taiwan). I progetti per maggiorenni (18+) sono ovunque nel mondo mentre i campi di volontariato per minorenni (14-17 anni) sono esclusivamente in Europa (Francia, Germania, Estonia, Finlandia, Spagna, Belgio, Turchia). Vi sono campi aperti tutto l’anno e in tutto il mondo, anche se la maggior parte dei campi si svolgono durante l’estate.

Youth Action for Peace

[Photo credits: Rosario Micalizzi]


Quali sono gli ambiti e gli obiettivi dei vostri progetti?
I campi di volontariato (workcamps) sono progetti di volontariato a breve termine che prevedono delle attività concrete e pratiche di sostegno di progetti locali. Ci sono i progetti ambientali, manuali, sociali, culturali, progetti di animazione con i bambini, con i disabili, festival, campi archeologici ecc. ed ogni volontario sceglie in base ai propri interessi e motivazioni il progetto che vuole fare. Il campo di volontariato è basato sulla convivenza e l’autogestione, è uno strumento di educazione alla diversità e solidarietà che favorisce la conoscenza e la comunicazione tra giovani di tutto il mondo. Le attività lavorative che vengono svolte dal gruppo di volontari internazionali dipendono dai bisogni dell’associazione di accoglienza, sono strettamente legate al contesto e al territorio e perciò contribuiscono realmente allo sviluppo locale.

Qual è la spesa media per partire con voi? Come funziona l’iscrizione?
I costi a carico del volontario sono le quote d’iscrizione da versare al momento di invio della propria candidatura pari a 110 Euro (30 Euro di quota associativa e 80 Euro di quota progetto) e le spese di viaggio fino al luogo del campo. Il vitto e l’alloggio sono garantiti per tutta la durata del progetto e vengono indicati nella descrizione che si trova sul nostro database.
Alcuni progetti, generalmente nei SUD (Africa, America Latina, Asia) prevedono una quota aggiuntiva che varia dal paese al paese, dall’associazione all’associazione (dai 80 ai 300 Euro) ed è sempre indicata nella descrizione del progetto. Va versata direttamente all’associazione di accoglienza dopo l’accettazione.
Come vedete i costi dipendono dal paese dove si svolge il progetto: per un campo in Europa di solito si spende intorno ai 200-250 Euro mentre per i progetti fuori Europa i costi sono dai 500 ai 1000 Euro.
Iscriversi ad un campo di volontariato è molto semplice. Una volta scelto il progetto a cui ci si intende partecipare, basta inviarci via email a campi@yap.it:
-la scheda d’iscrizione (VEF – Voluntary Exchange Form) compiltata per intero in inglese con i progetti scelti in ordine di preferenza,
-la ricevuta del versamento della quota associativa (30 Euro) e della quota progetto (80 Euro).
Le quote versate nel caso in cui la propria candidatura non venga accettata e non ci siano progetti alternativi a cui si è interessati vengono integralmente rimborsate.
Dal momento di invio della candidatura passano di solito 3-5 giorni lavorativi prima che arrivi la risposta dal nostro partner. Una volta accettati sul campo si può procedere con l’organizzazione del viaggio. Circa 1 mese prima della partenza viene inviato al volontario il foglio di viaggio chiamato l’infosheet con tutte le informazioni dettagliate su come raggiungere il luogo di incontro con gli altri volontari, cosa portare con se, chi contattare in caso di emergenza ecc.

Youth Action for Peace

[Photo credits: Eleonora Giuristi]


Solitamente com’è composto il gruppo di lavoro in loco?
Il numero di partecipanti varia, generalmente, tra 8 e 20 volontari provenienti da tutto il mondo (di solito non più di 2 volontari dallo stesso paese), la lingua comune è l’inglese. Il gruppo dei volontari internazionali è sempre accompagnato da un coordinatore (campleader) locale che essendo un volontario come gli altri, gestisce le dinamiche del gruppo e facilita la comunicazione tra i volontari e la comunità locale. Inoltre c’è un supervisore tecnico che spiega e coordina le attività lavorative. Si lavora generalmente 6 ore al giorno, 5 giorni a settimana e durante il tempo libero ci si organizza in gruppo per le gite, le serate interculturali, i giochi ecc.

Possono partecipare solo ragazzi italiani ai vostri progetti? O i campi sono internazionali?
I progetti che proponiamo sono internazionali e quindi il gruppo è sempre composto dai volontari provenienti da tutto il mondo. La regola generale è che per lo stesso campo di volontariato non si accettano più di 2-3 volontari provenienti dallo stesso paese per favorire lo scambio culturale e la conoscenza reciproca. Però si può partire insieme ad un/a amico/a finché ci siano posti disponibili. Di conseguenza la lingua comune nei progetti è l’inglese, così l’esperienza di volontariato diventa formativa anche dal punto di vista linguistico. Non è richiesto il livello di conoscenza alto dell’inglese, basta sapersi esprimere nella vita quotidiana e voler mettersi in gioco.

Youth Action for Peace

[Photo credits: Davide Cuda]


Fate riunioni pre e/o post viaggio con i volontari? C’è una selezione pre-partenza?
I campi sono i progetti fortemente inclusivi, non ci sono requisiti particolari o criteri di pre-selezione. L’accettazione al progetto scelto arriva dall’associazione estera che organizza il progetto e di solito dipende dalla disponibilità dei posti e dalla motivazione che il volontario dimostra compilando la scheda d’iscrizione.
Per le partenze in Europa non è richiesta la formazione specifica, tutte le informazioni vengono fornite ai volontari tramite email mentre per i volontari in partenza per i Sud del mondo (Africa, Asia, America Latina) organizziamo un incontro pre-partenza collettivo residenziale che dura di solito un fine settimana. L’incontro aiuta a familiarizzare con i concetti di dialogo interculturale, dinamiche di gruppo all’interno del campo, shock culturale ecc. e a conoscere altri volontari in partenza per le stesse destinazioni, le loro motivazioni, aspettative, paure.
Alla fine della stagione estiva, tra Settembre ed Ottobre, organizziamo il Post Camp Event, un incontro di valutazione dove tutti i volontari sono invitati a condividere le esperienze di volontariato che hanno vissuto.
Youth Action for Peace
Cosa consiglieresti a chi ha voglia di fare un’esperienza simile per la prima volta?
Non c’è una data di scadenza per iscriversi, però per avere ampia scelta di progetti bisogna iniziare le procedure quanto prima. Di solito consigliamo a chi non ha mai fatto un progetto di volontariato internazionale di iniziare con un’esperienza di breve termine in Europa. Vi permetterà di capire meglio come funzionano i campi, di viaggiare in modo responsabile, di fare nuove amicizie e sicuramente di fare qualcosa di utile per gli altri. Tutti i progetti hanno un impatto forte sulla comunità locale e c’è bisogno di volontari non solo nei paesi in via di sviluppo ma anche nei paesi europei. Per tante persone il campo di volontariato diventa un turning point cioè un’esperienza che cambia la vita. Bisogna semplicemente viverla con lo spirito giusto. Facciamo ‪volontariato‬ perché ci piace conoscere persone nuove e crescere insieme a loro, scoprire realtà diverse dalla nostra e farne parte, sognare un mondo migliore e dare il nostro contributo a renderlo tale!

Quali sono i viaggi per la prossima stagione che vorresti suggerire? Perché?
E’ davvero difficile consigliare un progetto o una destinazione in particolare, sono tutti molto belli. Forse in questo momento possiamo consigliare i progetti in Spagna. E’ un paese tutto da scoprire dove oltre a Barcellona, Madrid e Siviglia che quasi tutti conoscono, ci sono tanti luoghi d’interesse e tanti campi di volontariato!

SVIRI012 – IGEA II
Dates: 01/08/15 – 15/08/15
Type of work: RENO
Age: 18 – 26
Number of vols: 7
Attività: La Rioja è la terra che, migliaia di anni fa, era piena di dinosauri. A Cornago il gruppo di volontari internazionali darà una mano alla squadra di archeologi a recuperare le impronte degli dinosauri nel parco paleontologico. Le attività principali saranno le seguenti: pulizia di impronte di dinosauri, sistemazione delle crepe e l’impermeabilizzazione delle impronte, fissaggio delle pietre nell’area archeologica. Tutto il lavoro verrà svolto sotto la supervisione dei tecnici locali.

SVIGA034 – ISLAS CIES IV
Dates: 17/08/15 – 28/08/15
Type of work: ENVI
Age: 18 – 30
Number of vols: 12
Il campo si svolgerà sulle Isole Cíes situate nell’Oceano Atlantico poco a largo delle coste galiziane. I volontari faranno le attività ambientali nel Parco Nazionale, ripulendo le cose e le foreste, sensibilizzando i visitatori sul rischio di incendi forestali ecc.

SVICA011 – CAMBERA DE LOS MOROS
Dates: 16/08/15 – 30/08/15
Type of work: RENO / ENVI
Age: 18 – 30
Number of vols: 15
Il gruppo di volontari sarà coinvolto nelle attività di risistemazione di un’antica strada medievale “Cambera de los Moros”. Si occuperanno di rimettere la segnaletica per i turisti, rimettere a posto l’accesso alla strada, ripulire una parte del percorso.

Hai altro da aggiungere?
Lavorando nell’ambito della mobilità giovanile, oltre ai campi di volontariato all’estero YAP – Youth Action For Peace – Italia svolge le seguenti attività:
• Campi di volontariato internazionale (workcamps) in Italia;
• Progetti di volontariato internazionale a medio e lungo termine;
• Progetti del Programma ERASMUS+ ;
• Progetti di educazione alla pace, all’interculturalità e alla risoluzione dei conflitti;
• Seminari e trainings internazionali.
GRAZIE!

Ma grazie a voi 🙂
Un’intervista davvero interessante e ricca di spunti per partire immediatamente.
Non credi anche tu?

#iovolontarionelmondo torna ad Agosto!