Viaggi e Web 2.0

Home Viaggi Cosa non perdere Turismo Rurale Caltanissetta

Turismo Rurale Caltanissetta

, / 0

Turismo Rurale Caltanissetta.

Una Sicilia diversa, autentica, genuina. Con il progetto Rural Pride sto continuando a scoprire una regione diversa che va oltre le solite tappe, che esce dagli itinerari del turismo di massa e punta a percorsi rurali.
Conoscere le persone che portano avanti con amore e dedizione un progetto, andare alla ricerca dei prodotti tipici di un territorio, osservare i sorrisi di chi ci mette la faccia [e l’impegno] per far sapere al mondo che esiste.
Turismo rurale Caltanissetta è: esplorare un piccolo borgo, apprezzare le sue particolarità, assaggiare un dolce [o anche più di uno], conoscere storie, lasciarsi incantare dal paesaggio, partecipare a progetti che vengono costruiti con il cuore, innamorarsi dei sorrisi e dell’accento dei siciliani, respirare profumi, lasciarsi cullare dal vento, immaginare quello che si può nascondere dietro ad un paesaggio coperto di nebbia, fantasticare di essere proprio lì in una bella giornata di sole. Si, purtroppo il mio ultimo viaggio in Sicilia è stato al ritmo di temporali, tuoni, pioggia, vento fastidioso. Ma, se anche solo con la mente, si riuscisse a trovare il bello di un luogo e a scoprirne la sua anima in una giornata uggiosa e piovosa allora le previsioni meteorologiche non ci farebbero più paura.

Questo terzo tour di Rural Pride in Sicilia è andato a scovare il bello della ruralità nei territori in provincia di Caltanissetta ed Enna [di cui ti parlerò nel prossimo post].
Curioso di scoprire un itinerario sostenibile e rurale nella zona di Caltanissetta?
Chiudi gli occhi e lasciati guidare dalle mie parole, scoverai tanti luoghi autentici che vale la pena di raggiungere e vivere.

Turismo rurale Caltanissetta è Mazzarino [comune che fa parte del GAL Terre del Nisseno], borgo arroccato su una collina nell’entroterra della piana di Gela. Considerato un importante esempio del barocco siciliano, grazie alle sue chiese, ha ricevuto anche il titolo di centro d’arte. Qui si erge silenzioso il castello U Cannuni. Prendi il viottolo che ti porta fino alla vetta della collina e goditi questa fortezza di origine romano-bizantina. Un forte vento ci ha preceduti e, maestoso e potente, ci ha dato il benvenuto in cima alla ripida scala che ci ha condotto sulla vetta della torre cilindrica da dove ci siamo gustati un meraviglioso panorama rurale e un imperdibile tramonto. 

Turismo Rurale Caltanissetta
Nel centro del paese tante sono le chiese che potrai visitare ma una tra tutte ha attirato la mia attenzione. Si tratta della Chiesa del Carmine [con ex convento dei Carmelitani, oggi Palazzo Comunale, annesso] a croce latina con decorazioni barocche.
Un consiglio spassionato: per conoscere più da vicino questo borgo prendi una guida. Ma non una qualsiasi, chiedi alla Pro Loco di Filippo Pesce, un ragazzo che ti coinvolgerà travolgendoti di passione per la sua terra, per la Sicilia.
Sicuramente un giro per il centro storico di Mazzarino deve terminare all’Ariston Dolci. La patria del gusto [e anche delle calorie!]. L’arte di saperci fare con gli ingredienti siciliani: cassatelle di ricotta con miele, croccante di mandorla, frutta martorana, cannoli siciliani.
Turismo Rurale Caltanissetta
E ora cosa faccio? Ti ritroverai ad ammirare questa colorate creazioni senza sapere da dove iniziare la degustazione.

Se ami le mandorle non perderti l’azienda a conduzione familiare Bongiovanni S.r.l. dove potrai trovare mandorle di ogni tipo e studiare il processo di lavorazione e trasformazione delle stesse.

A Mazzarino si trova anche il nuovissimo agriturismo Alpa, immerso in una natura dai colori e dai contorni mozzafiato. Il paesaggio rurale ti farà ritrovare serenità. Soggiornando qui potrai dedicarti anche a vivere la natura facendo passeggiate a cavallo, escursioni a piedi e in mountain bike o concedendoti una nuotata nella panoramica piscina all’aperto.
Questo nuovo progetto fa parte di un sogno che si è iniziato a realizzare nel 1986, anno della nascita dell’azienda agricola A.L.P.A. Qui, seguendo metodi di coltivazione naturali, viene prodotto prevalentemente il pomodoro “ckerry” [ciliegino].
L’azienda produce, inoltre, pesche, uva da tavola, uva da mosto [che viene trasformata in vino rosso e bianco], grano e mandorle. Seguire la filosofia della sana alimentazione, tipica del mondo rurale, e condurre i propri ospiti alla scoperta delle attività produttive dell’azienda alle pendici del Monte Formaggio.
Turismo Rurale Caltanissetta
Qui potrai ovviamente degustare prodotti tipici e concederti pause gastronomiche caratterizzate dalle infinite portate siciliane [solo per farti un esempio, ho pranzato con: formaggio al peperoncino e alle olive, ricotta, pomodori secchi, olive, frittata con zucchine e melanzane, pasta con broccolo e pan grattato, uva e fichi d’India].
Turismo Rurale Caltanissetta
La Sicilia è la patria del buon gusto e dei saperi a tavola. Quindi lasciamo una degustazione, salutiamo un piatto tipico e, dopo cinque minuti, ce ne troviamo un altro di fronte. Ovviamente tutto va assaggiato [alla dieta ci si pensa al ritorno!].

Turismo rurale Caltanissetta è anche l’agriturismo Casa Canalotto, arroccato su uno sperone di roccia, è immerso in una rigogliosa pineta che caratterizza l’azienda agricola Ridolfo Nicastro e le zone circostanti al Monte Formaggio. Quando il menù prevede un ricco antipasto, fai un respiro profondo e inizi a realizzare che presto la tua tavola sarà piena di piatti ricchi di specialità tipiche della casa e della tradizione siciliana [infatti, pecorino con quasi un anno di stagionatura, patate alla barracuda, cuccìa e brodo di fave con finocchietto, sono state solo alcune delle mille portate che sono arrivate davanti a me. E non potevano di certo mancare il Nero d’Avola e il Cerasuolo di Vittoria dell’azienda agricola Patrì Rocco di Riesi ad accompagnare tutta questa meraviglia].
Turismo Rurale Caltanissetta
Allontanandoci ancora un po’ da Mazzarino incontriamo Delia, un altro borgo della provincia di Caltanissetta, qui dove ho scoperto la Cudduredda. Un dolce, presidio Slow Food, a forma di piccola corona e al sapore di cannella, scorza d’arancia e con un accento di vino rosso. All’interno della pasticceria Cremino ho potuto anche vedere da vicino la preparazione di questa specialità! Una vera e propria opera d’arte che richiede molta manualità e pazienza.
Turismo Rurale Caltanissetta
Altra prodotto tipico di Delia è il pane scanato, preparato con semi di sesamo.
Una visita qui anche per ammirare il castello dei Normanni, arroccato su uno sperone roccioso della Valle del Salso [deve essere fantastico ad agosto poter partecipare alla festa della Castellana che si svolge proprio al suo interno al ritmo di sbandieratori, prodotti tipici e costumi d’epoca].

E poi c’è Butera. Con il castello Normanno, il castello di Falconara e il Feudo Principi di Butera. Laura ci ha guidati all’interno di questo impero immerso in un paesaggio rurale da cartolina. Un giro nell’azienda vitivinicola che produce olio e vino e un pranzo strabiliante al sapore di pomodori secchi, ricotta, cavolfiore fritto, frittata e al profumo di Nero d’Avola, Insolia e Deliella. Vivere qualche ora come una principessa, respirare aria di campagna e di tradizioni, degustare prodotti dal sapore superlativo e bere vini dal gusto siciliano. Che spettacolo!
Turismo Rurale Caltanissetta
Valle del Salso, vino, prodotti tipici, castelli, grandi panorami e chiese, ma il turismo rurale Caltanissetta è anche segnato da miniere e musei che ripercorrono la storia. Una tappa obbligatoria , per vedere da vicino quello che voleva dire lavorare all’interno di una miniera, è il Museo della Solfara [sito minerario di Trabia Tallarita]. Lavorare nudi, tante ore al giorno, per il gran caldo; condizioni molto pericolose; rumori assordanti; buio. Osservare la mostra Sulfaro e sulfatari, guardare il documentario La Zolfara, ascoltare i racconti di Filippo Geraci di Sammatino [un uomo che ha vissuto la miniera], rivivere quei momenti con la pelle d’oca e un brivido che mi scendeva lungo la schiena.

Un itinerario che profuma di Sicilia vera e autentica per te che sei curioso e vuoi andare alla scoperta dei sapori e dei profumi della ruralità siciliana.
La Sicilia è mare, città, isole e tappe conosciutissime ma questa terra è anche tradizioni, borghi caratteristici, paesaggi rurali, prodotti tipici, vini di alta qualità e giorni indimenticabili a stretto contatto con i suoi abitanti che, con l’accoglienza tipica del Sud, ti regalano sorrisi, emozioni e sogni.