Viaggi e Web 2.0

Ciao 2016. Tutto serve, ecco perchè.

Ciao 2016. Tutto serve, ecco perché.

Ogni anno porta con sé alti e bassi, momenti belli si alternano a quelli brutti, attimi di straordinaria felicità lasciano il posto a attimi da dimenticare.

Diciamo che questo 2016 mi ha messo alla prova.
E diciamo anche che non vedo l’ora finisca 🙂

Ciao 2016. Tutto serve, ecco perchè.

Ciao 2016.
Un anno che ha portato con sé momenti di panico, anche pesante, per problemi familiari poi per fortuna, dopo mesi, risolti.
Un anno in cui la salute si è attaccata al campanello di allarme.
Un anno dove è stata dura ritrovare l’equilibrio mentale.
Un anno in cui anche la terra ha portato ansia e paura.

Ciao 2016. Tutto serve, ecco perchè.

Ovviamente tutto serve a qualcosa e tutte le persone che incontriamo lungo il nostro cammino hanno un ruolo, bello o brutto che sia, importante.

Ciao 2016.
La cosa fondamentale è capire che non si può stare bene con il prossimo, fare progetti, condividere viaggi e momenti di vita se non stiamo bene con noi stessi. Facendo così andiamo sicuramente incontro a ferite, più o meno profonde, nei nostri confronti e nei confronti di chi crede in noi.

Ciao 2016.
Specchiarsi e vedere riflessa la propria vita, condividerla con perfetti sconosciuti, tirare fuori tutto e mettersi in discussione. Toccare il fondo ed esserne consapevoli: è la soluzione.
La soluzione che ci fa dire STOP, così non va.
Piano piano ricostruire, senza fretta, giorno dopo giorno, e imparare ad amarsi di nuovo. Imparare lentamente a non perdere di vista l’obiettivo principale: amarsi e volersi bene.

La salvezza non si controlla…
Vince chi molla
”.

Ciao 2016.
Non restare legati ai ricordi, ma metterli in un cassetto e custodirli gelosamente.
Non continuare a pensare ad un punto di riferimento che non c’è più.
Rimboccarsi le maniche e ripartire.
Vedere il bello che ci circonda anche se abitiamo in un piccolo paese.
Amare gli amici di sempre e aprire il cuore a quelli che verranno.

Ciao 2016. Tutto serve, ecco perchè.

Toglierci dagli occhi i pregiudizi e lasciare parlare la pancia.
Non fare del male a chi ci vuole bene.
Non piangere e sbattere la testa contro il muro ma rimboccarsi le maniche e aiutarsi.

Nel mezzo c’è tutto il resto
e tutto il resto è giorno dopo giorno
e giorno dopo giorno è silenziosamente
costruire
”.

Ciao 2016.
Lasciarsi aiutare dai viaggi, dalla musica, dai concerti, dai sorrisi delle persone positive.

Ciao 2016. Tutto serve, ecco perchè.

Non restare a guardare ma partecipare, sempre.
Non pensare al peggio, non essere pessimisti ma credere e aver fiducia.
Partire, fare uno zaino e andare.
Provare, sbagliare, ma almeno averci provato.

Una somma di passi
Che arrivano a cento
Di scelte sbagliate
Che ho capito col tempo
”.

Ciao 2016.
Questo è stato l’anno anche dei ritorni.
A volte credo che sia anche giusto ritornare per capire se quello che abbiamo lasciato ci manca davvero.
Uno di questi ritorni è stato alla base della mia nuova vita: tornare a vivere nelle Marche.
La felicità? Non essermi pentita, nemmeno un giorno, di questa scelta.

Ciao 2016.
E’ stato sicuramente l’anno della Spagna: Valencia, Ibiza, Barcelona, Canarie, Catalunya.

Ciao 2016. Tutto serve, ecco perchè.

Ma anche di Bruxelles, Den Haag e tanta Italia.
L’anno in cui, dopo tanto, mi sono goduta 100% il mio mare e la mia regione.
Il 2016 anche come consapevolezza ulteriore che lo yoga e i retreat uniscono le persone per sempre e creano legami indissolubili.

Ciao 2016. Tutto serve, ecco perchè.

L’anno in cui ho amato la mia famiglia più di qualsiasi altra cosa.

Finalmente giunse un’altra estate
ma l’autunno era quello che volevo
il tempo giusto per ricominciare
l’aria fresca che desideravo
”.

Ciao 2016.
Tre mesi da sola per capire, per stare bene, per ritrovare equilibrio e aprirmi di nuovo agli altri con il sorriso che cerco di non nascondere mai.
Riequilibrio interiore per andare avanti con fiducia.

E poi?
E poi il mio amico Ezio pubblica l’Oroscopo 2017 e vedo che per l’Acquario sarà un anno favorevole, e ne sono felice ;)


Ciao 2016. Tutto serve, ecco perchè.

Piena di buoni propositi, con tante idee in testa e con il cuore impegnato vado incontro al prossimo anno e ci credo. Perché non bisogna MAI smettere di crederci.

Voglio che tu sia diverso 

io voglio che tu sia speciale
”.

[Ovviamente i testi delle canzoni sono del mio amato, unico idolo, uomo di poesia, cuori e sorrisi. Grazie Nicco=Niccolò Fabi che scandisci le mie giornate di sole e tempesta].

Che il 2017 sia un anno ricco di good vibes anche per te.