martedì, Maggio 24, 2022

Divertimento a Lloret de Mar

Divertimento a Lloret de Mar.

Immagina un gruppo di ragazzi del quinto anno di Liceo in gita scolastica. Immagina la voglia che hanno di conoscere il mondo. Come si sentono potenti ed indistruttibili davanti a tutto. Quella spensieratezza che li circonda, che li fa andare avanti, giorno dopo giorno, a testa alta e senza pensieri, senza problemi. Si, quello era un bel mondo.
La location? Lloret De Mar.
Divertimento a Lloret de Mar
Cosa puoi immaginare? Il delirio, il divertimento puro. Così ricordo, con un briciolo di nostalgia, la mia ultima gita al Liceo (quella più attesa durante tutti i cinque anni!).
Lloret de Mar è una delle patrie del divertimento, per i più giovani, nella provincia di Girona. Ci troviamo in Catalogna e precisamente lungo la Costa Brava.
A 60 km da lì c’è la bella e colorata Barcellona, culla di un mondo parallelo e surreale alla Gaudí.
A Lloret de Mar trovi invece le spiagge, le discoteche, la musica. Una meta turistica vivace e giovane ma non di certo culturale o bella. Quello che rende questa città unica sono proprio i suoi passatempi. Rimanere sdraiato in una delle sue spiagge, da LLoret a Fenals, da Sa Boadella a Santa Cristina, da Canyelles a Treumal.
Divertimento a Lloret de Mar
7 km di litorale ben attrezzato e pulito, con tanto di Bandiera Blu. Quando scende la sera la città si anima e il caos regna nelle sue strade. Milioni di giovani da tutta Europa la invadono. Non sarà di certo difficile trovare riduzioni o inviti per qualche festa o discoteca. Decine di PR insistenti ti circonderanno non appena scenderai dal pullman o dalla macchina. Avrai davvero tanta scelta, ogni sera. Musica di tantissimi tipi: dalla commerciale al rock, dall’house alla techno. Ti ritroverai le tasche piene di volantini e sarà difficile scegliere la serata perfetta.
Stabilimenti in spiaggia che organizzano feste a tema, locali senza un orario di chiusura, pub dove bere birra al ritmo di musica, più di venti discoteche nel centro di Lloret de Mar: qui la parola d’ordine è divertimento.
Revolution, Zodiac, Tropic sono solo alcuni nomi di questi luoghi della spensieratezza [detti anche discoteche].
Divertimento a Lloret de Mar
Ricordo anche che, alcune di queste, facevano pagare un prezzo di ingresso davvero basso e, in questo, erano presenti molte consumazioni.
La gioia dell’essere un liceale in vacanza.
Ricordo l’hotel dove abbiamo alloggiato. Uno dei tanti. Un enorme palazzo privo di bellezza. L’unica cosa che lo rendeva decente era la vista mare. Per mangiare troverai una vasta scelta di ristoranti con cucina di mare e tipicità spagnole come la paella.

Ricordo tutto questo con un sorriso in volto.

Ciao Lloret de Mar e grazie per la settimana di pazzia e divertimento che mi hai fatto vivere con i miei amici di un tempo, con i miei compagni di classe di tanto tempo fa.

Sara Boccolinihttp://www.viaggioanimamente.it
Zaino in spalla o bagaglio a mano, prediligo i viaggi slow, green e responsabili. Amo viaggiare con l'Anima e la Mente! Travel Blogger dal 2012, pratico Yoga dal 2015 e dal 2018 sono anche la mamma di Viola.

Articoli Correlati

RECENSIONI

Commenti al post

  1. Anche io gita dell’ultimo anno di liceo a Loret, mi era piaciuta così tanto che l’estate successiva ci sono tornata con le mie amiche!!! Ora che sono una matusa non ci andrei nemmeno se mi pagassero 😉

    • ahahahahahahah fantastico! Si davvero dei bei ricordi ^_^
      Oggi non andrei nemmeno io…è una meta proprio per giovani…giovani!

  2. Che ricordiiiii 😀 Anche io gita di quinta superiore qua 😀 Più che gita fu un delirio durato 10 giorni! Nessun aereo voleva far volare 300 adolescenti irrequieti, quindi ci toccò prendere la nave dalla Sardegna e andare a Civitavecchia e da lì una nave merci (con una cabina da 4 a classe!!!!quindi una in venti) fino a Barcellona (25 ore di viaggio). Arrivati in Spagna iniziò la pazzia che neanche i film demenziali! Persone portata alla Polizia per atti terroristici (qualcuno si comprò delle sciabole e andò alle Ramblas a combattere, per finta si, ma vallo a dire alla Polizia). La notte a Lloret passava sempre per miracolo tra maniaci, giovani alcolizzati, persone assurde che ci bazzicavano attorno, compagni di scuola che la mattina non si ritrovavano in Hotel e svenivano chissà dove, svariate denunce per qualsiasi tipo di atto vandalico, prof che flirtavano con gente di venti anni conosciuta in discoteca. Io non posso fare a meno di ridere ogni volta che penso a quel posto. Non so se fossero i 18 anni, ma ricordo un divertimento enorme e tantissime risate e situazioni surreali 😀
    Oggi non ci andrei mai, a 28 anni mi sentirei vecchia in mezzo a tutti quei giovani davvero giovani 😀

    • ahahahahahahha esatto! Idem…ricordo un divertimento a livelli esagerati ma oggi a 31 anni non riuscirei a divertirmi come allora…manca quella spensieratezza che era alla base di tutto 🙂
      Però ricordare è sempre super bello!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here