Viaggi e Web 2.0

Home Viaggi Cosa non perdere Elba in primavera

Elba in primavera

, / 4

Elba in primavera.

E’ un’attitudine frequente dei viaggiatori compulsivi quella di pensare con largo anticipo alle mete che si desidera visitare nel corso dell’anno, e quindi, anche se siamo solo a Gennaio, nella testa cominciano a fluttuare pensieri circa il primo caldo, che permetta di mettersi in marcia verso l’esplorazione di meravigliose location italiane.
Una meta particolarmente adatta per un weekend di sole è l’Isola d’Elba in primavera, territorio incontaminato facente parte dell’Arcipelago Toscano.
Elba in primavera
Ricchissima anche dal punto di vista folkloristico e culturale grazie alla presenza di location interessanti come il Castello di Volterraio e la Palazzina dei Mulini, restano le sue spiagge a catturare maggiormente l’attenzione di migliaia di visitatori provenienti da ogni angolo del Paese e da diverse nazioni europee.
Pressoché incontaminata dal punto di vista naturalistico, spiagge come Fetovaia e la Spiaggia delle Ghiaie sono sicuramente un must cui non puoi sottrarti se scegli di visitare l’Isola d’Elba in primavera. La prima è caratterizzata da una sabbia particolarmente brillante, luminosa, quasi dorata, che deriva dall’erosione di rocce di granito e da un mare cristallino con acqua particolarmente bassa per un lungo tratto, mentre la Spiaggia delle Ghiaie, vicino Portoferraio, ospita la più importante riserva marina dell’Elba.
E non finisce qui. Tra i luoghi da non perdere, sempre nei pressi di Portoferraio, è importante ricordarsi della spiaggia di Capo Bianco, conosciuta soprattutto per i suoi splendidi tramonti, durante i quali il sole sembra finire proprio nel profondo mare che si apre davanti a noi, osservatori attenti delle meraviglie naturali dell’Isola d’Elba in primavera.
Elba in primavera
Raccolta e visitabile in pochissimi giorni, l’Elba ospita poi paesini e cittadine caratteristiche, primo fra tutti il piccolissimo borgo di Sant’Ilario, nel Golfo di Marina di Campo, dove l’atmosfera è particolare, il tempo sembra essersi fermato ad ascoltare il rumore del mare e ad osservare, silenziosamente, il Golfo sottostante.
La città di Marciana Marina, situata in una baia naturale protetta, ospita una caratteristica passeggiata lungo il porticciolo. Prendendo la cabinovia, poi, è possibile, dal sovrastante comune di Marciana, raggiungere il punto più alto dell’Elba, dal quale ammirare le altre isole dell’Arcipelago Toscano e la Corsica.
Per una passeggiata la sera ti consiglio anche il borgo medievale di Capoliveri, ideale per chi è alla ricerca di una serata tranquilla durante la quale immergersi nell’atmosfera vintage di questi particolari angoli dell’Elba in primavera.
Elba in primavera
Territorio di incontri, ma soprattutto di scontri in passato per la sua posizione strategica nel Mediterraneo e per la ricchezza di minerali nel sottosuolo, l’Isola d’Elba è famosa anche per la sua tradizione enogastronomica, riguardante nello specifico la produzione vinicola, quella di olio e legumi.
Ma non finisce qui. L’Elba in primavera offre infatti moltissime occasioni di svago anche per gli appassionati di sport all’aria aperta, grazie ai suoi numerosi percorsi dedicati ad attività quali trekking e mountain bike.

Visitare questo splendido angolo di paradiso tutto italiano è semplice. Sono infatti tantissimi i traghetti che partono da e verso l’isola ogni giorno, e con l’arrivo dei mesi più caldi le corse sono ancora più frequenti. Per informazioni più dettagliate ti consiglio, ad esempio, di visitare il sito Traghetti per l’Isola d’Elba e di farti tentare dalle tante meraviglie dell’Isola d’Elba in primavera.

Ami il mare e non vedi l’ora che arrivi la stagione calda?
Allora inizia ad organizzare subito il tuo weekend all’Elba in primavera!

Post scritto da Elisa.