sabato, Aprile 13, 2024

Chianti Toscana: itinerario e consigli di viaggio

In ogni occasione, il regalo più bello è sempre quello da condividere: un’esperienza o un viaggio insieme.
Il Chianti Toscana è la destinazione perfetta per trascorrere del tempo insieme in bellissimi posti!

Hai mai pensato di fare un tour del Chianti in vespa?
Il mezzo perfetto per un’esperienza unica e indimenticabile. Tra i suoni e i profumi della campagna toscana, condividi questo tour con chi ami!

In alternativa ti suggerisco una passeggiata a cavallo per scoprire il fascino e la magia del Chianti Toscana vivendo un’esperienza a contatto con la natura. La Valle del Chianti con i suoi paesaggi da sogno di ruberà il cuore.

Anche solo per una sola notte.
Innamorati dei borghi, assaggia ottimo cibo, rilassati e, ovviamente, degusta il vino toscano.

Se stai cercando consigli di viaggio e un itinerario perfetto per scoprire la destinazione Chianti Toscana, sei nel posto giusto.
Buona lettura!

chianti toscana paesaggio
Il meraviglioso paesaggio della zona Chianti Toscana

Toscana Chianti e Chianti classico

Innanzitutto ripassiamo un pò di geografia!
Dove si trova il Chianti?

Zona Chianti Toscana

Siamo ovviamente in Toscana e più precisamente tra Firenze, Siena e Arezzo. Quest’area si estende per più di 20 chilometri ed è delimitata dalla Valdichiana e dal Valdarno.
E’ famosa soprattutto perché i suoi vini vengono utilizzati nella produzione del Chianti DOCG.

chianti toscana le colline e i vigneti
Il Chianti Toscana

Il Chianti Classico

Dal 1932 però la zona di produzione venne ristretta e nacque il vino Chianti Classico DOCG, l’unico con il sigillo Gallo Nero.

Può ottenere questa denominazione solo il vino proveniente dai comuni di Greve in Chianti, Castellina in Chianti, Gaiole in Chianti, Radda in Chianti e in parte dai comuni di Barberino Val d’Elsa, San Casciano Val di Pesa, Tavernelle Val di Pesa, Castelnuovo Berardenga e Poggibonsi.

Un’altra caratteristica è che deve contenere l’80% di Sangiovese e il 20% di altri vitigni autoctoni.
Lo sapevi?
Se vuoi approfondire questo argomento sul Chianti toscana, leggi qui.

La legenda del Gallo Nero

Conosci la leggenda del Gallo Nero?
Nel 13esimo secolo Firenze e Siena si contendevano i confini della zona del Chianti, decidendo di affidare questa decisione a una corsa di cavalli. Un cavaliere fiorentino e un cavaliere senese sarebbero partiti rispettivamente da Firenze e da Siena al canto del Gallo e il punto in cui si fossero incontrati avrebbe stabilito il confine da tracciare.

Si racconta che i fiorentini presero per l’occasione un Gallo Nero e lo tennero per giorni al buio e senza cibo, in modo che il giorno della corsa iniziò a cantare appena uscì un piccolo bagliore di luce, molto prima del Gallo scelto dai senesi.

Così il cavaliere fiorentino riuscì a fare molta più strada e il confine venne fissato a soli 20 km dalle mura di Siena.

Vera o no, questa leggenda viene tenuta in grande considerazione… Tanto che nel 1716, quando venne costituita la Lega del Chianti, fu scelto come marchio proprio il Gallo Nero.

marchio gallo nero
Il famoso “Gallo Nero” del Chianti

Questo simbolo fu scelto successivamente, nel 1924, dal Consorzio Chianti Classico ed è proprio quello che vediamo sulle bottiglie di questo vino.

Agriturismi Chianti Toscana

Oltre ai 9 comuni del Chianti classico che abbiamo elencato prima, fanno parte del territorio del Chianti: Certaldo, Chianciano terme, Impruneta, Montalcino, Montepulciano, Rapolano terme, San Gimignano, Vinci, Volterra e Montespertoli.

Avrai quindi l’imbarazzo della scelta per scegliere dove soggiornare e quale tra questi paesi e borghi utilizzare come base per il tuo itinerario nel Chianti Toscana.

Relais Toscana Chianti

Un’idea molto romantica ce la suggerisce Sara nel suo articolo “Dove dormire nel Chianti” nel quale ci racconta la sua esperienza al Castello di Meleto.

Se scegli invece di fare base a San Gimignano, in questo articolo puoi trovare un consiglio di soggiorno in un agriturismo Chianti Toscana.

Che ne dici di prenotare anche un Tour del Vino del Chianti?
Da San Gimignano alla scoperta della Valle del Chianti attraverso distese di vigneti degustando il miglior vino della zona!

Hotel Chianti Toscana

Io invece ho scelto Villa Casagrande, un hotel 4 stelle a Figline Valdarno, e se dovessi tornare in quelle zone lo risceglierei.

Non è facile spiegare il motivo a chi non c’è stato, ma ci proverò. Pensavo che fosse un bell’hotel come tanti altri, in una buona posizione e con un buon rapporto qualità/prezzo.

Ma Villa Casagrande nel Chianti Toscana è molto più di questo!

hotel casagrande figline valdarno
Hotel Casagrande, Figline Valdarno

Piano piano scopri di essere in una piccola grande casa – sì, proprio come suggerisce il suo nome – al centro di Figline Valdarno, al quale puoi arrivare tramite un altro portone dalla parte opposta.

Al suo interno, oltre ovviamente alla reception e alle camere, si trovano:
– una SPA
– una piscina interna riscaldata a disposizione di tutti gli ospiti gratuitamente
– un bellissimo giardino
– due ristoranti
– i locali fattoria
– la cantina
– il museo della civiltà contadina.

giardino hotel casagrande figline
Il meraviglioso giardino dell’Hotel Casagrande.

E appena esci da quel portone, ti ritrovi tra viuzze, bar e ristoranti.

Io ho deciso di cenare all’interno dell’hotel, al ristorante Convivio in Casagrande, anche questa è una scelta che rifarei.
Ho assaggiato la pappa al pomodoro e i coccoli con stracchino e prosciutto crudo toscano, come antipasti, e i pici al ragù toscano.

Se hai bisogno di relax, a Villa Casagrande sei nel posto giusto e potresti anche non aver bisogno di uscire!

Ma ovviamente, essendo nella bella zona Chianti Toscana, sarebbe un vero peccato.

Il secondo motivo per cui sceglierei di nuovo questo hotel Chianti Toscana, come base per il mio viaggio, è la sua posizione strategica!

Toscana Chianti: itinerario di viaggio

Figline Valdarno non è tra i comuni che abbiamo nominato quando abbiamo parlato di Chianti Toscana, ma oltre ad avere una piazza veramente deliziosa, si trova a meno di mezz’ora da Greve in Chianti, considerata la porta del Chianti Classico.

E’ da qui infatti che parte il nostro itinerario nel Chianti, lungo la via Chiantigiana.

Chianti Toscana cosa vedere: Greve in Chianti

Dopo aver parcheggiato l’auto, percorrendo via Roma arrivi in piazza Matteotti. Sullo sfondo la Chiesa di Santa Croce, con ai lati i caratteristici portici che ospitano botteghe e ristoranti.

borgo greve in chianti
Il centro storico di Greve in Chianti

Dietro le spalle il Palazzo comunale e, al centro della piazza, la statua di Giovanni da Verrazzano.

Non puoi visitare Greve in Chianti senza fermarti da Antica Macelleria Falorni, che sia per un aperitivo un pranzo o per comprare qualcosa. Produttori di carne e salumi da oltre 200 anni, oltre ai propri prodotti vendono nella loro bottega vintage anche vini, pasta artigianale, sughi, oli e formaggi.

antica macelleria falorni
Antica Macelleria Falorni, Greve in Chianti

Caratteristica infatti la “Grotta dei caci”.

grotta dei caci
Cheese cave

Puoi anche fermarti a mangiare: fai la fila, accomodati e ordina al banco quello che preferisci quando arriva il tuo turno.
Tra taglieri, panini, zuppe, tartare e fettunte: te lo assicuro, non saprai da dove cominciare!

Io ho assaggiato:
– il Trionfo di prosciutti (un tagliere composto da Prosciutto Falorni “La Prosciuttaia”, Prosciutto Falorni di “Cinta Senese DOP”, Prosciutto Falorni di Cinghiale e schiacciata friabile – €21),
– le tartare di Vitellone “lardo e rosmarino” (€12 quella 130 grammi e €22 quella da 260 grammi) e “tartufata” (€13 quella da 130 grammi e €24 quella da 260 grammi).

aperitivo macelleria falorni
Il trionfo di Prosciutti

Tutto veramente buonissimo e di alta qualità!
E tutto, ovviamente, accompagnato da vino rosso delle cantine Chianti Toscana.

Qui puoi scegliere se comprare una bottiglia all’interno della bottega e consumarla durante il tuo pasto, oppure fare la “degustazione con wine card”.
Carichi la carta dalla quale ti verrà scalato l’importo dopo aver scelto il Chianti Toscana vino che vuoi e aver selezionato la tua dose tra:
– degustazione
– metà bicchiere
– bicchiere.

Chianti Toscana: scopri Montefioralle

Frazione di Greve in Chianti, Montefioralle fa parte dei 308 Borghi più belli d’Italia. Per arrivarci ci vogliono circa 5 minuti d’auto e ti consiglio di non perderti una passeggiata tra le viuzze di questo bellissimo borgo.

Percorrendo la strada per arrivarci, ti trovi immerso tra i vigneti della Toscana zona Chianti, disposti su diversi terrazzamenti.

vigneti chianti toscana
Vigneti nella zona Chianti Toscana

Continuando a piedi poi, verrai circondato dalla bellezza dei panorami, dalla magia dei suoi vicoli e dall’intimità delle case in pietra.

case in pietra montefioralle
Il grazioso e suggestivo borgo di Montefioralle

Come se il tempo, per un pò, si fosse fermato!
Il castello di Montefioralle infatti risale al 931 e successivamente venne rinforzata la cinta con un secondo ordine di mura e aumentato il numero di torri.

Puoi degustare i vini della zona Chianti Toscana all’azienda agricola Montefioralle, ma ricorda di prenotare prima!

L’itinerario continua a Panzano in Chianti

Scendendo lungo la via Chiantigiana, ti imbatterai in Panzano in Chianti. Per visitare questo paese del Chianti Toscana, raggiungi Piazza Gastone Bucciarelli e segui le indicazioni per i parcheggi pubblici.

Esplorando il centro storico noterai le vie e l’architettura tipiche medievali. Lungo le mura, si può ammirare una bellissima vista sulle campagne circostanti.

campagna chianti toscana
Vista sulla campagna toscana

Sia sulla piazza sia lungo le mura, ci sono tanti ristoranti e bar dove gustare piatti tipici. Tra questi, l’Antica Macelleria Cecchini.
Se invece sei a Panzano solo di passaggio, fermati lungo la strada ad ammirare il panorama e ad assaggiare uno dei panini del Cecchini truck, tutti i giorni dalle ore 11 alle ore 15.

cecchini truck
Antica Macelleria Cecchini on the road

Il punto giusto non passa inosservato, qui si trova infatti una delle installazioni del Gallo Nero.

installazione gallo nero chianti
Gallo Nero, installazione nel Chianti

Io ho preso un panino con guancia di manzo (€8) e un bicchiere di vino (prezzi: piccolo €2 o grande €3).
Merita sicuramente una fermata!

Castellina in Chianti, altra tappa da non perdere

Anche qui potrai fare una foto con il famoso Gallo Nero.
Arroccata su una collina, Castellina in Chianti cela al suo interno l’antica Rocca della seconda metà del Quattrocento e la Chiesa di San Salvatore in stile neoromanico.
Nella Rocca è possibile visitare un piccolo museo etrusco e dalla sua sommità si può ammirare il paesaggio intorno: le parole difficilmente riescono a descrivere i colori, le forme e soprattutto l’atmosfera che si respira in questa zona Chianti Toscana.

castellana in chianti veduta
Il paesaggio intorno a Castellina in Chianti

Se, come me, hai solo una notte a disposizione oppure hai deciso di dedicare parte del tuo viaggio alle terme Chianti Toscana o alla degustazione in cantina, l’itinerario nel Chianti finisce qui!

Se invece hai più giorni a disposizione, la tua visita tra questi paesaggi mozzafiato del Chianti Toscana può continuare seguendo una delle due alternative che ti suggerisco.

Radda in Chianti e Gaiole in Chianti

Se sei sceso lungo la via Chiantigiana da Greve in Chianti, arrivato a Castellina in Chianti potrai svoltare verso sinistra e visitare Radda in Chianti e Gaiole in Chianti.

A Radda in Chianti ti consiglio di andare a fare un giro alla The House of Chianti Classico, enoteca, boutique, sede di eventi e corsi.

Lo sapevi che a Gaiole nel Chianti Toscana è nata nel 1997 L’Eroica?
Save the date: 30 Settembre – 01 Ottobre 2023!

Gli altri comuni del Chianti Toscana

Prendendo invece un’altra direzione e procedendo sul lato destro dei paesi da noi visitati, incontrerai:
– Barberino Val d’Elsa
– San Casciano Val di Pesa
– Tavernelle Val di Pesa
– Castelnuovo Berardenga
– Poggibonsi.

Non sono solo questi i comuni che appartengono al territorio del Chianti Toscana. Ma per visitarli tutti assaporando le loro sfumature serve almeno un altro viaggio!

Arrivederci a presto Toscana colline del Chianti… magari con un bel tour in Fiat 500 per scoprire la destinazione a bordo dell’auto più famosa d’Italia!

toscana zona chianti
Toscana Chianti, una destinazione dove lasciare il cuore

Fabiana Carta
Fabiana Carta
Mi piace andare, non importa dove e come. L'importante per me è scoprire posti nuovi e condividere le emozioni con chi viaggia con me!

Articoli Correlati

RECENSIONI

Commenti al post

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here