Viaggi e Web 2.0

Il Mercato Centrale di Firenze

Il Mercato Centrale di Firenze.

Ci sono andata! Domenica, durante la mia giornata a Firenze, ho deciso di fare pranzo al nuovo Mercato Centrale. Era una bellissima giornata e dopo aver passeggiato in centro e fatto un giro per le bancarelle di San Lorenzo mi è venuta una certa fame. Ho alzato gli occhi ed ho visto l’ottocentesca struttura in ferro e vetro di Via dell’Ariento e mi sono ricordata che lì, al primo piano, da pochi giorni aveva aperto un nuovo mondo che volevo a tutti i costi vedere.
Sono entrata e mi sono ritrovata all’interno di una magnifica struttura mix tra antico e design d’autore, la nuova destinazione del gusto del cuore di Firenze.
Il mercato centrale di Firenze
All’interno si respira quell’aria informale ed accogliente tipica dei mercati che mi ha, sin da subito, affascinato.
3000 mq di superficie, 500 posti a sedere, 12 botteghe di alcuni fra i più noti artigiani italiani, uno spazio dedicato al Consorzio del Chianti Classico, ristorante, pizzeria, birreria, caffetteria, scuola di cucina, eno-scuola, libreria, sportello bancario virtuale, Fiorentina Store: ecco cosa troverai nel Mercato.

Si tratta di una nuova e vastissima piazza coperta dove potrai andare in qualsiasi giorno dell’anno per fare la tua esperienza del gusto, del tempo e del divertimento. Il Mercato Centrale Firenze è aperto a tutti e qui autenticità, spontaneità e tradizione sono le protagoniste. Potrai acquistare, assaggiare, degustare, scoprire, ascoltare, leggere, raccontare.

Appena dentro ti ritroverai a vagare tra i vari banchi del Mercato. Anche se non hai fame, ti verrà. Mi ha subito colpito la bellissima scelta di mettere anche uno stand con prodotti e piatti per vegetariani che non ho saputo resistere alla tentazione di provare subito la zuppa del giorno.
Il mercato centrale di Firenze
Ti consiglio di girare, vedere tutte le botteghe, scegliere cosa vuoi mangiare, comprare e sederti in uno dei tavoli situati nell’area. Ovvio devi provare cibi di più botteghe, uno solo non vale! Io sono andata di domenica e c’era tantissima gente magari andandoci a pranzo o cena in mezzo alla settimana farai meno fatica a trovare un posto a sedere!

Le botteghe offrono:
mozzarelle di bufala prodotte da Angelo ed Emanuele Campomaggiore del caseificio Antico Demanio di Pignataro Maggiore (Caserta);
Il mercato centrale di Firenze
formaggi di mezzo mondo selezionati da Franco Parola di Saluzzo (Cuneo);
paste fresche, sia classiche che creative, del maestro pastaio genovese Raimondo Mendolia;
pane e pasticceria del francese David Bedu, vice campione del mondo 2005 di panificazione;
dolci di Cristian Beduschi con il suo The chocolate passion project (cioccolato, confetture e gelati), sede a Tai di Pieve di Cadore (Belluno);
prodotti ortofrutticoli freschi e trasformati nello spazio gestito da Alessandra Camèra e Filippo Viana, dell’azienda agricola Ruvica di San Polo in Chianti (Firenze), insieme a Mariangela Potenza ed Edgar Barreto;
pesce, crostacei e molluschi di Paola Rosellini, che col marito Maurizio rappresenta la quarta generazione al timone della pescheria Rosellini di Montecatini Terme (Pistoia);
carni e salumi proposti da Nicolò Savigni dell’omonima azienda di Pavana (Pistoia);
polpette, fritto fiorentino, alla ragnatela e tante preparazioni vegetali alla friggitoria del fiorentino Marco Rosi.
Il mercato centrale di Firenze
Se invece preferisci mangiare comodamente seduto a tavola e servito da un cameriere potrai salire nei soppalchi laterali del Mercato e gustare pizze di Sud o la cucina toscana del ristorante alla carta Tosca, chef la giovane promessa Giulio Capotondo.
Al primo piano tante anche le opzioni di street food come i tramezzini biologici.
Al mondo del vino è dedicata un’intera area con un’enoteca che contiene circa 1200 etichette tra aziende associate al Consorzio del Chianti Classico e molti altri vini italiani.
Inoltre al centro troverai la zona bar-caffetteria con una miscela di caffè creata apposta per il Mercato Centrale da Torrefazione Piansa di Firenze, una zona degustazione birre firmata Birra Moretti.

Io, dopo aver provato la vellutata prodotta dall’azienda agricola Ruvica di San Polo in Chianti, mi sono fiondata sulle mozzarelle di bufala, su un piattino di assaggi di pecorini toscani e su una portata di gnocchi burro e salvia ripieni di Raimondo Mendolia. Ah dimenticavo, non potevo uscire da lì senza assaggiare il fritto di verdure del fiorentino Marco Rosi!
Il mercato centrale di Firenze

Ma non finisce qui in quanto all’interno di questa bellissima struttura potrai anche trovare:
Eataly, presente con prodotti alimentari confezionati, accessori da cucina, cosmetici naturali e tutto quanto fa parte dell’offerta classica;
scuola di cucina, gestita dall’Istituto Lorenzo de’ Medici di Fabrizio e Carla Guarducci;
– una eno-taste area con enoscuola affidata al celebre sommelier Luca Gardini;
– una libreria di Giunti Editore con spazio per dibattiti culturali ed eventi;
– un Fiorentina store dedicato ai tifosi della Fiorentina;
– uno sportello bancario virtuale – novità assoluta a Firenze – della Banca di credito cooperativo Signa.
Se invece andrai al Mercato per fare la tua spesa quotidiana potrai anche decidere di affidarti al
servizio di consegna ecologico Green Speedy, un progetto del corriere Speedy Florence ideato in esclusiva per il Mercato Centrale Firenze.
Il mercato centrale di Firenze
Il Primo Piano è tornato!
E tu, che ne pensi? Andrai a farci un giro quando sarai a Firenze?
Io te lo consiglio!

Informazioni
Il Mercato Centrale Firenze sarà aperto tutti i giorni dell’anno dalle 10 a mezzanotte.
telefono 055-2399798
Il mercato storico al piano terra è, invece, aperto dal lunedì al sabato, dalle 7 alle 14.

Credits: Mercato Centrale Firenze [Facebook Page]