Viaggi e Web 2.0

Home Viaggi Cosa non perdere Slow Tourism in Abruzzo: il borgo di Fontecchio

Slow Tourism in Abruzzo: il borgo di Fontecchio

, / 0

Slow Tourism in Abruzzo: il borgo di Fontecchio.

Se c’è una regione in cui rigenerare lo spirito e il corpo, quella è l’Abruzzo. Basterebbe un weekend nella natura, fra verdi pascoli, boschi rigogliosi e cibo di qualità per contrastare lo stress quotidiano delle città. Per allontanarsi da quella frenesia delle giornate veloci, per riscoprire il fascino della lentezza in questa regione.
La lentezza è un fattore intrinseco dell’Abruzzo: essa non apparirà come un lusso che sottrae del tempo, ma come una necessità che ci migliora il tempo. L’Abruzzo non ha ancora vissuto il suo massimo sviluppo turistico e la popolazione, non abituata ai grandi flussi, tratta il turista come un ospite, facendogli vivere solo la parte più genuina della propria terra. Così, al posto delle forme architettoniche di una chiesa vengono fatte conoscere delle realtà locali. Il più delle volte sono animate: l’artigiano che lavora la pelle, il produttore di formaggi, il vecchio con la memoria storica.

Lì si sale verso il campanile, ma aspetti, prima vorrei farle conoscere la persona più anziana del paese. Trascorre le giornate seduto in solitaria sulla stessa panchina”.

Sempre una persona disposta ad accompagnare l’ospite (continuo a non volerlo chiamare “turista”) e fra una chiacchiera e l’altra il giro turistico assume un suo senso logico. I tasselli del puzzle si uniscono fino a comporre il mosaico che delinea l’identità del luogo.
Come a Fontecchio, un elegante borgo nelle vicinanze dell’Aquila.
Un luogo che oggi più che mai si trova di fronte a un bivio storico: guardare al fiorente passato o cercare un nuovo sviluppo?
Soprattutto in seguito al terremoto del 2009 e all’inagibilità di alcune delle sue strutture. Tuttavia il processo di restauro sta volgendo al termine e già si pensa alla Fontecchio che sarà. Una Fontecchio che farà leva sulle sue peculiarità per affacciarsi nel futuro, senza abbandonare le sue tradizioni.

Fontecchio, uno dei Borghi più belli d’Italia

Slow Tourism in Abruzzo: il borgo di Fontecchio

Fontecchio si trova nella Valle dell’Aterno e appartiene al Parco regionale del Sirente-Velino. La sua storia è da far risalire al tempo degli italici, di cui oggi restano tracce di murature e una necropoli. Sotto i romani fu costruito un castrum e alcune costruzioni sacre. Ma fu nel medioevo che il borgo crebbe fino ad assumere l’attuale aspetto. Alcuni dei monumenti cittadini sono stati ricostruiti a seguito dei terremoti, altri lasciati in rovina per una forma di testimonianza, come l’ex Chiesa di San Nicola. Restano le porte di ingresso al borgo, una torre dell’orologio e il Castello baronale Corvi. Eppure la protagonista è una fonte trecentesca, situata in Piazza del Popolo. Si trova a ridosso di una cappella votiva, con le effige della Madonna col Bambino, ed è il centro nevralgico del borgo. Tutti questi elementi fanno di Fontecchio uno dei borghi più belli d’Italia.

Immersi nella natura

Slow Tourism in Abruzzo: il borgo di Fontecchio

Il borgo è circondato dalla natura e affacciandosi dalle tante abitazioni riconvertite a stanze affittabili si scorgeranno la valle e i boschi che risalgono verso la montagna. Alle pendici di Fontecchio, a due minuti a piedi dalla piazza, si ha un’Oasi Naturalistica in cui trovare una flora ricercata e una fauna protetta. In questi spazi si svolgono attività dedicate al benessere e si potrà trovare l’angolo ideale per rigenerarsi, stando a stretto contatto con la natura.

Prodotti a km 0 equosolidali

Slow Tourism in Abruzzo: il borgo di Fontecchio

Negli ultimi anni il paese di Fontecchio sta valorizzando i prodotti a km 0, provenienti dal borgo stesso e dai comuni limitrofi. Qui si svolge il caratteristico “Piccolo Mercato dei Prodotti Lenti”. Le aziende sono equosolidali e puntano su una produzione di qualità, con accorgimenti ecologici e il rispetto delle tradizioni. Latticini, salumi, biscotti, spezie e prodotti della terra, senza dimenticarsi della birra fatta in casa e dei prodotti realizzati con la canapa.

Slow Tourism in Abruzzo: il borgo di Fontecchio

Il km 0 ha dato luogo a un’economia solidale che ha attirato a Fontecchio i GAS (Gruppi di Acquisto Solidale): una testimonianza diretta della qualità offerta da questo territorio. Oggi più che mai questa valle vuole rappresentare un riferimento per la cucina tradizionale. Quella che attira il turista. Quella che fa sì che questo territorio possa tornare a splendere di una luce propria.

Informazioni utili

Fontecchio si trova nelle vicinanze dell’Aquila. È raggiungibile dalla costa Adriatica, e da Roma, con l’autostrada A25: uscita Bussi. Da qui seguire le indicazioni per l’Aquila, fino a svoltare a Caporciano. Proseguire per Bominaco e da lì verso Fontecchio.