Viaggi e Web 2.0

Home Viaggi Cosa non perdere Viaggio in Giamaica

Viaggio in Giamaica

, / 0

Viaggio in Giamaica.

Una terra lontana costellata da spiagge caraibiche e cascate naturali, dalle alte Blue Montains dove viene coltivato il caffè e dove si trovano le altissime piantagioni di ganja. La terra del rum [top se sorseggiato davanti ad un tramonto mozzafiato al Rick’s Cafè] e degli improvvisati Sound System che sparano musica reggae per strada: hai capito dove sono stata?
A 18 gradi a nord dell’equatore: ecco il mio viaggio in Giamaica.

Se stai pensando di andare in quest’isola, non puoi perderti le Dunn’s River Falls a Ocho Rios e il paese natale di Bob Marley a Nine Mile.

Le Dunn’s River Falls
Viaggio in Giamaica
Senza dubbio sono le cascate più famose del Paese e quindi uno dei posti turistici maggiormente frequentati. Questo spettacolo della natura si trova ad Ocho Rios, una delle città nella Parrocchia di Saint Ann a 90 km dalla capitale Kingston, e durante il mio viaggio in Giamaica non poteva di certo mancare questa tappa.
Si accede alle cascate passando all’interno di un rigoglioso parco naturale e, dopo qualche minuto di camminata, ti ritroverai nella spiaggia dove è stata girata la famosa scena del film Agente 007 – Licenza di uccidere con Sean Connery e Ursula Andress, in cui quest’ultima esce dalle acque in bikini bianco e con sguardo ammaliante.
Proprio da qui inizia la risalita alle cascate: ci si prende per mano formando una lunga catena umana, capitanata generalmente da una guida che indossa una maglietta blu.
Tranquillo è normale afferrare il primo che capita per non rischiare di cadere!
Ci si arrampica a zig zag per circa 50 minuti, prestando massima attenzione a dove si mettono i piedi, tra gli zampilli d’acqua gelida e un verde splendente che ne fa da cornice.
La corrente del fiume Dunn è molto forte, la roccia è liscia e scivolosa e il dislivello è di 180 metri. Mi scoraggiava la salita a mani nude delle cascate, il non avere nessun appiglio e arrampicarmi in un percorso non segnalato. Per una non sportiva come me, sembrava davvero un’impresa eccezionale!
Ma non farti prendere dalla paura: se ci sono riuscita io, durante il mio viaggio in Giamaica, tutti possono farcela.
Viaggio in Giamaica
Ora posso dire che è stato molto divertente a tratti esilarante, tra uno scivolone, un urletto e una risata sono arrivata in cima: sicuramente memorabile la vista e il ricordo di questa fantastica giornata!
Per chi non se la sente, no problem, potrai costeggiare le cascate da un sentiero adiacente e magari soffermarti a fare le foto ai tuoi amici o compagni di viaggio. Questo sentiero viene percorso anche da un fotografo del posto, che ti scatterà delle foto e girerà dei filmati che poi ti rivenderà ad un prezzo improponibile: occhio alla truffa!

Consigli utili per affrontare questa escursione nel migliore dei modi durante un viaggio in Giamaica:
– cerca di arrivare la mattina presto, così da evitare lunghe file di turisti,
– lascia tutti gli effetti personali nella tua auto o pulmino se sei in escursione, oppure meglio ancora, paga l’affitto di un armadietto così per stare più sicuro,
– mettiti in costume,
– munisciti di scarpette antiscivolo [potrai comprarle lì o anche noleggiarle] per evitare di cadere sulle rocce bagnate,
macchina fotografica subacquea indossata rigorosamente a tracolla.
Forza scalatore, fatti valere e tornerai vincitore!

Nella terra di Bob: Nine Mile
Viaggio in Giamaica
Continuando il mio viaggio in Giamaica, poco lontano da qui, percorrendo una delle strade più famose e tortuose dell’isola arriviamo a Nine Mile: la cittadina è stata resa famosa da un uomo, che tutti più o meno conosciamo con il nome di Bob, ovvero Robert Nesta Marley.
Non importa se sei un fan o no, è inevitabile farsi trascinare dall’atmosfera che si respira in questo piccolo borgo tra le montagne di Saint Ann, dove tutto si muove lento a ritmo di reggae e nell’aria si respirano good vibrations che arrivano dritte al cuore durante un viaggio in Giamaica.
Un rasta canterino ti guiderà in questo tour ripercorrendo la vita del cantante. Nella tua testa risuoneranno le note della canzone One Love che ti accompagnerà per l’intera giornata.
Un percorso tra i suoi successi musicali, una visita alla sua piccola casa gialla, e, appena fuori, il suo rock pillow in pietra colorata, dove l’artista pensava e dava vita ai suoi pezzi che faranno poi la storia del reggae nel mondo, ed infine il mausoleo al centro di una chiesetta in stile etiopico, dove riposa Bob con la sua chitarra.
Un ambiente sacro e profondamente toccante, si entra a piedi nudi e, senza scattare foto, si rende omaggio al grande artista.
Appena uscita fuori ecco che vengo attraversata da un brivido e non posso fare a meno di ritrovarmi nelle parole delle sue canzoni:
There’s a natural mystic blowing thru the air, can’t
Keep them down
If you listen carefully now you will hear

Natural mystic – 1977 – Bob Marley
Un’emozione dietro l’altra durante il mio viaggio in Giamaica!

Post scritto da Silvia Cutoloni.