Viaggi e Web 2.0

Home Viaggi Cosa non perdere Argentina, un [lento] viaggio verso Nord

Argentina, un [lento] viaggio verso Nord

, / 0

Argentina, un [lento] viaggio verso Nord.

Lento. Ecco l’aggettivo giusto per definire il mio viaggio nel nord dell’Argentina.

Un viaggio che mi ha cambiato la vita, in cui ho (ri)trovato l’amore e che mi ha rimessa al mondo dopo un anno difficile.

Perché l’Argentina è il posto giusto in cui andare se vuoi divertirti e rilassarti, se cerchi la natura incontaminata ma hai anche voglia di atmosfere bohemien del tango ballato nella milonga in piazza a Buenos Aires.


Itinerario di viaggio in Argentina

La prima volta che sono andata in Argentina, ci sono stata due settimane.
Oggi ho voglia di condividere il mio itinerario con te, sperando che anche tu un giorno possa visitare questa magica terra.

Argentina, un [lento] viaggio verso Nord

Cordoba

Dall’Italia ho preso un volo Air Europa (via Madrid) per Buenos Aires, e da qui un volo Aerolineas Argentinas per Cordoba.
Cordoba, è la seconda città del paese per numero di abitanti, ed è piena di giovani a causa dell’importante università. Io mi sono fermata due giorni, prima di partire in autobus verso nord.

Tilcara

Io l’ho raggiunta con un autobus notturno della compagnia Mercosur (ma ce ne sono molteplici) da Cordoba. Tilacara è il posto perfetto da scegliere come base per visitare le attrattive nei dintorni. Mi sono fermata qui per cinque notti.

Immaginati un piccolo centro andino la cui vitalità durante il giorno gira intorno al fantastico mercato di frutta e verdura, ma che la sera si anima di locali e giovani turisti che in piazza improvvisano la cumbia, sorseggiano birra e suonano la chitarra.


Da Tilcara si raggiungono in breve tempo le tappe più pittoresche del Norte Argentino. Un esempio?
Garganta del Diablo, o gola del diavolo, ovvero 4 km di camminata dentro un canyon seminato di cactus che termina con una cascata rinfrescante!

Pumamarca

Un pigro villaggio la cui piazzetta è affollata di bancarelle di artigianato locale. L’attrattiva principale però è il Cierro de Siete Colores, una montagna su cui sembra sia caduta una tavolozza di colori che va dal verde al rosso. Prendi il sentiero che passa dal cimitero del paese e percorrilo per 3 km fino a ritrovarti in piazza: i paesaggi ti sorprenderanno.

Argentina, un [lento] viaggio verso Nord

Humahuaca

Il villaggio più grande della Quebrada, vivace di sera e pigro di giorno come tutto il nord. Da qui, in un’ora di jeep, si raggiunge El Hornacal, o Cerro de los Quatorze Colores. La definizione più bella di questa meraviglia me l’ha data una locale con cui ho scambiato due chiacchiere: è come se Dio avesse fatto a scaglie la montagna per farci vedere la ricchezza della terra.


Attenzione: in un’ora si passa da 3000 mt a 4350mt, procurati foglie di coca da masticare (le vendono al mercato rionale da dove partono le jeep)!

Argentina, un [lento] viaggio verso Nord

Iruya

Un villaggio sospeso nel tempo nell’estremo nord dell’Argentina. Mi ha ricordato la mitica Macondo di Cent’anni di solitudine di Marquez. L’autobus parte da Humahuaca, attraversa le nuvole nella sierra e scende da 4mila a 2mila mt in un dedalo di curve strettissime. Il modo migliore per visitare il villaggio è quello di seguire il fiume.

Argentina, un [lento] viaggio verso Nord

Buenos Aires

Ultima tappa di questo splendido viaggio. L’eclettica capitale argentina offre panorami che vanno dai tetti parigini di San Telmo all’ultra moderno quartiere di Puerto Madero, fino al turistico e colorato quartiere del Caminito.
Io ci sono stata 3 notti, in questo viaggio, ma ne merita molte di più.

Il nord dell’Argentina è un viaggio lento, che ti rilassa e ti insegna tanto. Pronto per partire?

2 notti in aereo, 2 notti a Cordoba, 2 notti in bus, 5 notti a Tilcara, 1 notte a Iruya e 3 notti a Buenos Aires: ecco i numeri di un viaggio stupendo!