Viaggi e Web 2.0

Home Viaggi Turismo Responsabile Cuba ti ruba il cuore

Cuba ti ruba il cuore

, / 1

Cuba ti ruba il cuore.

E’ quasi passato un anno. E io sono ancora qui a scrivere di te e del tuo meraviglioso popolo. Sarò stata fortunata, non so…ma lungo il mio cammino ho incontrato solo cubani splendidi.
Cuba ti ruba il cuore e io ne sono consapevole.
A partire da David, un ragazzo dal sorriso contagioso e dalla risata rumorosa che se ci penso ora mi manca da morire.
Cuba ti ruba il cuore
Il suo modo pacato di raccontarti della sua terra e di svelarti i suoi desideri. Il primo abbraccio è bastato per capire che si sarebbe creato un legame profondo che nessuno, nemmeno i millemila chilometri che ci separano, potrà mai interrompere. A distanza di un anno continua ancora, infatti, la nostra corrispondenza.
Una guida, un collegamento tra te che arrivi là con mille aspettative e l’isola, un amico che, con tutto l’amore del mondo, ha cucinato vegetariano per me riempendo il tavolo di mille piatti mentre io correvo a comprare un paio di Cristal.
Cuba ti ruba il cuore
La famiglia di David che mi ha accolto a braccia aperte e con la quale ho passato una serata a ballare, bere e parlare di Cuba come se ci conoscessimo da anni.
Cuba ti ruba il cuore e io ci speravo.
Una scena che, a distanza di soli pochi mesi si è ripetuta. Sono tornata a Cuba e là ad attendermi c’era sempre quel grande sorriso e quella numerosa famiglia con la quale ho condiviso ancora un paio di Cuba Libre e una serata sotto un cielo stellato.
Cuba ti ruba il cuore
L’importanza della famiglia, dello stare insieme, del condividere. Questo a Cuba lo capisci subito. E ti assicuro che quando tornerai a casa vedrai la tua con occhi nuovi, con occhi a forma di cuore e ti sentirai davvero fortunato ad averne una.
Una in Italia e una oltreoceano. Si, mi sono sentita a casa con la famiglia di David che è diventata anche un po’ la mia e quando tornerò a L’Avana [perché ormai lei fa parte di me] avrò sorrisi felici e braccia tese che mi attenderanno per darmi il nuovo Bienvenido.
Cuba ti ruba il cuore e io non mi sono tirata indietro.
Poi c’è Manolito. Un ragazzo muscoloso che a prima vista sembra timido e taciturno. Ci ho passato tanto tempo a chiacchierare. Si è aperto come qui non si aprono nemmeno i migliori amici. Vedere i suoi piccoli occhi sorridere, apprezzare i suoi preziosi gesti, rimanere per lunghi interi secondi persa nel suo abbraccio caloroso. Al primo arrivederci mi sono ritrovata in mano una Cristal per brindare a Cuba e ho visto i suoi occhi riempirsi di lacrime.
Cuba ti ruba il cuore
Al secondo arrivederci, per le strade de L’Avana, mi è corso incontro per portarmi un regalo e con un sorriso in volto mi ha detto: “so che tornerai ancora”.
Sulle note di Don Omar ho sorriso e ho pensato che aveva proprio ragione.
Cuba ti ruba il cuore e io sono la donna più felice del mondo.
Lungo il cammino ho incontrato anche Pablo, un ricercatore al dipartimento di antropologia dell’Università di Cuba. Una mattinata intera passata a raccontarmi storia e cultura di Cuba, a rispondere alle mie domande e a fumare sigarette ad ogni pausa. Pagine e pagine di appunti che terrò gelosamente con me per sempre.
Dopo quattro lunghe ore Pablo aveva gli occhi lucidi mentre diceva che nessuno si era mai interessato così a lui facendogli domande personali. Si era emozionato alla domanda: Cos’è stata per te la Rivoluzione?
Cuba ti ruba il cuore e io gliel’ho lasciato fare.
Che dire dei ragazzi del Teatro Espontaneo de L’Avana? Non dico niente perché ci ha pensato Laura in questo post.
Marlene, una cubana di Santiago, incontrata per caso a Viñales. Amica di David e quindi, in pochi secondi, anche mia. Un vulcano, una forza, una donna dalle mille risorse ed energie. Due come noi che si incontrano in una serata di caldo e di stelle cosa possono condividere? Un mojito e una Casa de la Musica, ovviamente.
Ridere, scherzare, spontaneità, sincerità. Quando si viaggia si ha la possibilità di incontrare persone che ti meravigliano e di instaurare rapporti che, nella vita quotidiana, non si creano nemmeno dopo anni di conoscenza.
Cuba ti ruba il cuore e io le chiedo ancora un mojito ammirando le stelle.
Cuba ti ruba il cuore
I proprietari delle casas particulares alle quali ho dedicato già un articolo tempo fa. Persone che amano i viaggiatori e che, con il tipico sorriso cubano e la meravigliosa arte del saper accogliere, ti apriranno la loro porta di casa.

Vorrei poter tornare indietro nel tempo e ricominciare questo viaggio da zero. Vorrei poter conoscere queste persone ancora, come se fosse la prima volta. Vorrei di nuovo sentire la risata di David e la voce di Manolito che mi chiama Sarita.

Cuba ti ruba il cuore e a me ha anche cambiato la vita.

Cuba, amor de mi vida.

PS: mi dispiace per la bassa qualità di alcune foto ma dovevo inserirle, rappresentano una parte del mio cuore.

105 Condivisioni
escort kuşadası escort kayseri escort çanakkale escort tokat escort alanya escort diyarbakır escort çorlu escort malatya izmit escort samsun escort