Viaggi e Web 2.0

Home Viaggi Turismo Responsabile Destinazione Cuba

Destinazione Cuba

, / 25

Destinazione Cuba.

Uno dei miei sogni si avvererà molto presto. Non riesco più a mantenere il segreto. Tra un mese partirò: destinazione Cuba.
Questa meta è uno dei miei desideri più grandi dal lontano 2007. Per tre volte, in questi anni, mi è sfuggita [ma non per colpa mia]. Non ci credo ancora che il 24 febbraio arriverò a L’Avana. La mia mente, in realtà, è già volata via.
Se immagino ad un viaggio, il mio pensiero vola sempre verso Ovest. Ho un debole per quella parte di mondo che ogni volta mi ha regalato sorrisi ed emozioni difficili da descrivere.
Non ho deciso di andare a Cuba ora perché ho paura che tra poco diventi troppo americana [anche se ho un po’ di timore per come i suoi abitanti la vedranno trasformarsi in futuro].
Io vado a Cuba ora perché ci sono sempre voluta andare.

Destinazione Cuba perché il mio cuore accelera il battito al solo sentirla nominare, perché ho voglia di scoprire la sua storia, la sua cultura, la sua natura e godermi il suo mare.

Cuba non è certamente Varadero o Cayo Largo. Cuba non è sinonimo di villaggi e resort.
Quindi se sei stato a Cuba e non sei uscito dal tuo mega albergo di lusso, per favore, non dire di aver visitato Cuba. Se ti piacciono viaggi del genere, sii almeno onesto con il prossimo [e con te stesso] non riempiendoti la bocca di paroloni [si, sono molto critica riguardo a questo modo di vedere e conoscere un paese, non te la prendere].
Cuba non sarà per me due settimane di relax e drink in mano in una spiaggia da favola.

Io vado a Cuba per ammirare le sue colorate macchine, per ascoltare la sua musica, per dormire nelle casas particulares, per visitare le città Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO come L’Avana, Trinidad e Cienfuegos, per esplorare i siti della rivoluzione cubana, per andare in bicicletta nella Valle de Viñales, per ammirare gli slogan del Che.

Destinazione Cuba e questo 2015 inizia alla grande in tema di viaggi.
Ho voglia di preparare uno zaino e partire, di conoscere le persone, di godermi i loro sorrisi, di rispolverare il mio spagnolo.
La parola Cuba mi emoziona. Ho aspettative molto alte e sono sicura che non rimarrò delusa.
Cuba per me sarà sinonimo anche di turismo responsabile, di itinerari verdi, di incontri con persone del luogo, di partecipazione a spettacoli locali, di tappe fuori dagli itinerari più conosciuti, di volo interno verso Santiago, di un mix di storia, cultura, natura e mare [ovviamente ci saranno anche tappe di mare, dato che lo amo, ma in questo caso non è assolutamente lo scopo principale del mio viaggio].

Destinazione Cuba per tornare indietro nel tempo, per staccarmi dal mio cellulare e dalle mille notifiche [e so che sarà molto facile dato che la connessione si trova in pochi posti], perché ho voglia di condividere questo viaggio con Luca ed ho anche voglia di bere un vero Mojito.
Per dare il giusto equilibrio al viaggio alternerò momenti di tour ad attimi [si, meglio chiamarli così] di puro relax.
Voglio cogliere ogni minimo dettaglio di questa destinazione che è il sogno di una vita. La mia.

Se Cuba è anche un tuo sogno spero di darti [al mio ritorno] tutte le informazioni possibili per visitare questo paese con il cuore e con una mente libera e spensierata.
Intanto ti consiglio di cercare tra le offerte di voli low cost su Volagratis una tariffa conveniente con destinazione Cuba per uno dei prossimi mesi. Io ho comprato il mio biglietto nel mese di Novembre e, con più di tre mesi di anticipo, ho trovato una super tariffa direttamente da Firenze!
L’itinerario del mio viaggio te lo svelerò più avanti quando ti dirò anche chi mi sta aiutando ad organizzare questo sogno.

Le parole sono superflue ormai. Nella mia mente rimbalzano pensieri e desideri che litigano tra loro per avere la meglio. Divoro la guida di viaggio, compro le ultime cose necessarie, attendo impaziente gli ultimi dettagli. Ogni giorno mi alzo pensando: altre 24 ore sono passate, Cuba è sempre più vicina.

Avevo voglia di condividere questo flusso di coscienza, di un qualunque venerdì di gennaio, con te che mi leggi, mi segui e, magari, mi stimi per quello che faccio e che sono.

Cogli la rosa quando è il momento, che il tempo lo sai che vola e lo stesso fiore che oggi sboccia domani appassirà.
dal film L’attimo fuggente [uno dei miei preferiti]

Sento proprio di aver colto la mia rosa.

One Pingback/Trackback