Viaggi e Web 2.0

La Costa degli Etruschi

La Costa degli Etruschi.

Mi sono innamorata di lei sin dal primo istante. Grazie a questa costa, per alcune estati, non ho sentito la mancanza della mia, quella adriatica.
La Costa degli Etruschi, in provincia di Livorno, si estende fino a Piombino e ha delle calette meravigliose con un mare limpido, degli scorci incantati e dei borghi medievali tutti da visitare.
Qui dove è possibile ammirare insediamenti etruschi, parchi e oasi protette, dove sono presenti pinete ombrose che confinano con le spiagge più belle. Qui dove cicloturismo, benessere, archeologia, arte, storia e sapori convivono.
La Costa degli Etruschi
Inizia a scoprire la Costa degli Etruschi partendo da Livorno, famosa cittadina dove ammirare la Fortezza Vecchia, nei pressi del porto, e quella Nuova, fulcro del centro cittadino. Una città verde grazie al Parco delle Colline Livornesi e agli innumerevoli sentieri per il trekking, per la mountain bike e ideali per passeggiate a cavallo; una città d’arte patria di noti artisti come Giovanni Fattori [Scuola dei Macchiaioli] e Amedeo Modigliani che puoi respirare nel centro storico grazie a musei a loro dedicati; una città di gusto [famoso il caciucco alla livornese] e, ovviamente, una città di mare.
La Costa degli Etruschi
Scendendo lungo la costa incontrerai la deliziosa Castiglioncello, antico insediamento etrusco, che domina un piccolo promontorio. Qui delle baie riparate da scogliere a picco sul mare ti daranno il benvenuto in questo piccolo e pittoresco paradiso celebrato anche dai pittori Macchiaioli. Tante sono le location per iniziative culturali ed eventi, come il Castello Pasquini. Da non perdere la passeggiata panoramica che arriva fino a Caletta, attraverso pinete rigogliose e percorsi rilassanti.
La Costa degli Etruschi
Castiglioncello lascia poi il posto a Rosignano Solvay e Vada, famose per le spiagge bianche [causa: la vicina produzione di soda] e il mare cristallino. Questo è forse il punto che mi piace meno della Costa degli Etruschi, quindi ti consiglio di scendere ancora un pochino.
La Costa degli Etruschi
Cecina Mare, Marina di Bibbona, Marina di Castagneto [ideale per gli amanti di windsurf e kitesurf], Donoratico e San Vincenzo: inizia il lungo litorale di sabbia dorata. Il colore del mare, le morbide dune di sabbia, il fruscio della pineta accarezzata dal vento, gli immensi spazi dove concedersi passeggiate, il relax a contatto con la natura. Un mix di emozioni che mi hanno fatto innamorare follemente di questa costa.
La Costa degli Etruschi
Ma la mia parte preferita si trova ancora più in basso: Baratti e Populonia scalano la vetta della mia classifica. Qui puoi alternare al meraviglioso mare del Golfo di Baratti le spedizioni storiche volte all’esplorazione degli insediamenti etruschi. Visitare il Parco Archeologico, la necropoli di San Cerbone, la via del Monastero che ti fa porta nella Populonia medievale.
Il Golfo di Baratti è un paesaggio da cartolina. La pineta che lo abbraccia è ideale per momenti di relax pomeridiano, un venticello lieve ti accarezzerà il volto e ti cullerà in sogni lontani. L’azzurro intenso del mare ti rapirà gli occhi e il cuore e non potrai più fare a meno di lui.
Nel territorio di Piombino ti consiglio di andare anche alla Buca delle Fate e a Cala Moresca per una giornata indimenticabile.

Ma la Costa degli Etruschi non è solo mare. Tanti sono gli affascinanti borghi medievali che ti aspettano per essere scoperti. Bolgheri, che ammaliò anche Giosuè Carducci, con il suo viale di cipressi che ti conduce al centro del paese ricco di ristorantini ed enoteche per una serata romantica a base di Bolgheri DOC; Castagneto Carducci dove potrai visitare il Museo Giosuè Carducci e il Castello della Gherardesca; Suvereto, borgo con il titolo di Bandiera Arancione, caratterizzato da antiche mura, palazzi storici e vicoli curiosi; Campiglia Marittima, nel cuore della Val di Cornia, dove potrai apprezzare antiche tradizioni e importanti resti della civiltà etrusca, medievale e romana.

Tante località di mare, infiniti borghi medievali da visitare, scorci meravigliosi da catturare, dolci colline da amare ma, non manca qualcosa? Certo, la Strada del Vino e dell’Olio della Costa degli Etruschi.
Proprio in questa zona nasce il Sassicaia, uno dei migliori vini al mondo. Ma non è l’unico. Ti suggerisco una giornata per cantine, alla scoperta di profumi e gusti locali, non te ne pentirai. Dalla zona DOC Terratico di Bibbona alla zona DOC di Montescudaio, da quella DOC di Bolgheri alla DOC della Val di Cornia: tantissime aziende agricole, tenute, poderi, fattorie e, ovviamente, frantoi organizzano visite e degustazioni da Marzo a Settembre.
La Costa degli Etruschi
Negli ultimi due anni ho un po’ trascurato questa deliziosa costa e mi sono accorta che mi è davvero mancata.

Buon proposito per l’estate 2015?
Tornare a meravigliarsi di fronte al Golfo di Baratti, partecipare a rievocazioni nei borghi medievali della Costa degli Etruschi e fare una serata romantica a base di vino DOC e specialità toscane a Bolgheri.