Viaggi e Web 2.0

Lago di Iseo, borghi da non perdere

Lago di Iseo, borghi da non perdere.

Hai presente il famoso progetto di Christo, il The Floating Piers? L’opera è stata ospitata la scorsa estate proprio nella zona del lago di Iseo, da Sulzano a Monte Isola e poi fino all’isola di San Paolo, inLOMBARDIA.
Oggi questo progetto è terminato ma la destinazione lago di Iseo, tranquilla e slow, merita lo stesso una tua visita.
Arte, cultura, natura, sport, prodotti tipici: il lago d Iseo è una meta dove ritrovare benessere fisico e mentale, dove rilassarsi e al tempo stesso fare turismo attivo!
Tante sono le località che si adagiano lungo le sue rive e che regalano scorci meravigliosi, vista lago, ai viaggiatori curiosi e interessati a un turismo slow e, magari anche, a un’esperienza di digital detox lontano da caos e stress da città.
Coccolati e lasciati coccolare dalla natura meravigliosa e dai panorami che una destinazione green e lenta può regalarti.

Il lago di Iseo si sviluppa nel territorio della provincia di Brescia e Bergamo e tocca i territori di Franciacorta, alto Sebino e basso Sebino.
Tante sono le attività che si possono fare in questa zona del nord Italia: dalle escursioni in mezzo al verde alle degustazioni di vino, dalla visita di siti storici alla scoperta di borghi deliziosi e pittoreschi.
Scopriamo insieme alcuni dei luoghi da non perdere lungo le rive del lago di Iseo! Pronto?

Le località del lago.
Paratico. Un borgo, tra lago e montagne, che funge da porta di ingresso per la Franciacorta, offre scenari meravigliosi e interessanti tappe curiose. Potrebbe essere il tuo punto di partenza ideale per escursioni alla scoperta del lago ma anche un luogo dove rilassarti e scoprire l’eno-gastronomia della zona. Passando da Paratico, potrai vedere i resti dell’antico Castello e della Torre Lantieri. Proprio qui è collocata la Quadrisfera.
Di cosa si tratta? Entra e viviti il momento: un’esperienza sensazionale ti attende. Un percorso di suoni, colori e immagini per scoprire la storia di Paratico attraverso questa istallazione moderna e quasi unica.
Lago di Iseo, borghi da non perdere

Iseo. Questo è il paese che dà il nome al lago. Una località deliziosa e silenziosa. Il vecchio borgo medievale regala scorci pazzeschi. Qui visita il palazzo dell’Arsenale, antica residenza della famiglia degli Oldofredi, che oggi ospita mostre temporanee ed eventi culturali. 
Il lago di Iseo non ha avuto letteratura, da qui non è passato il Grand Tour. Per questo motivo la destinazione si presenta sobria e discreta. Bisogna perdersi negli antichi vicoli mediaveli per capire la vera atmosfera che si respira qui. Le forme, sproporzionate e uniche come quelle della piazza di Iseo, regalano magia e bellezza. Dopo aver visitato il centro storico, lasciati coccolare dal tramonto che si ammira dal porto. Siediti su una panchina e goditi la serenità del luogo. Qui vige un tempo rallentato, un ritmo lento che bisogna vivere per capirlo. 
Gli abitanti, legati all’acqua e alle proprie tradizioni, dicono che se conosci la parola “naet”, barca tipica dei pescatori del lago di Iseo, conosci anche il lago.
Lago di Iseo, borghi da non perdere
Se ti avanza un po’ di tempo fermati in Piazza Statuto per un 
aperitivo, a base di Franciacorta, al bar Ripasso 😉

Sarnico. Situata a metà tra la provincia di Bergamo e quella di Brescia, Sarnico è un località affacciata sul lago e famosa per il suo Buskers Festival, la kermesse internazionale dell’Arte di Strada che durante la tre giorni offre oltre 200 spettacoli, colora e anima il centro storico e ospita tantissimi artisti da tutto il mondo.
Qui sono rimasta affascinata dai colori e dalle luci del tramonto che colorano il lago e il borgo di fascino e splendore. Sarei potuta restare su quel ponte per un tempo indefinito, con lo sguardo fisso e gli occhi emozionati.
Lago di Iseo, borghi da non perdere
Una località precisa nei dettagli e perfetta nei contorni, bagnati di blu e coccolati di verde.
 In pieno centro storico potrai mangiare presso il ristorante La Rosa Scarlatta, che dispone anche di tavoli all’aperto per le calde sere estive. E, se ti serve un hotel, ti suggerisco l’Hotel Sebino, vista lago.

Riva di Solto. A ovest del lago di Iseo è situata questa località che mi è rimasta nel cuore per l’orrido del Bogn. Un luogo magico e pazzesco dal punto di vista naturale e paesaggistico. Da Riva di Solto, procedi a piedi in direzione di Lovere, percorri la deliziosa promenade e, dopo un piacevole tratto, ti ritroverai di fronte a te il Bogn. Sono rimasta per lunghi minuti ad ammirare i ragazzi che si tuffavano nel lago, incitandoli, per rubargli un magico scatto 😉
Lago di Iseo, borghi da non perdere
In questa location ho respirato un’aria “freakkettona”, proprio come piace a me. Un pratino, una piccola spiaggia dove stendersi per prendere il sole, una bar e una festa, a base di dj-set, in fase di allestimento in uno scenario pazzesco.

Lovere. Uno dei borghi più belli d’Italia dal 2003, “il luogo più romantico che abbia visto”, come disse la scrittrice Lady Wortley Montagu quando soggiornò in questa località. Vista lago e montagna, Lovera ospita l’Accademia di belle arti Tadini dove sono custodite opere di Antonio Canova. 
Perditi nel centro storico e cammina con il naso all’insù per ammirare i palazzi antichi e avvistare la Torre Civica. Percorri gli scalini fino a raggiungere la vetta per avere una vista memorabile del lago e di Lovere stessa.
Lago di Iseo, borghi da non perdere
All’interno del borgo non perderti la Basilica di Santa Maria in Valvendra con un’imponente scalinata di ingresso e il suggestivo Vicolo del Ratto. 
Per alloggiare in centro ti consiglio l’Hotel Lovere dove verrai accolto dalla gentilezza e dalla simpatia del personale. Ottimo cibo e immense camere dotate di tutti i confort necessari per il tuo soggiorno in completo relax e sintonia con l’ambiente.

Pisogne. Vista in una giornata di pioggia, vento e autunno precoce. Come tappa in questa località posso suggerirti la chiesa di S. Maria della Neve dove sono custoditi gli affreschi, fatti a mano libera, del Romanino. Questo luogo è ormai un museo, usato solo per eventi importanti o per cerimonie ufficiali come la premiazione di Christo.

Le località vicino al lago.
I borghi descritti sopra sono tutti bagnati dalle acque del lago di Iseo. Esistono, tuttavia, altre interessanti località vicino al lago con viste panoramiche pazzesche sullo stesso e escursioni green e slow da non perdere.

Provaglio d’Iseo. Situato nella zona della Franciacorta e sopra la Riserva naturale Torbiere del Sebino, merita una visita per il Monastero di San Pietro in Lamosa. Entrando all’interno della chiesa potrai fare un tour storico che, dall’anno mille, arriva fino ai giorni nostri. Il Monastero, infatti, mostra tre differenti periodi storici.

Zone. Anche qui, di fronte a questo spettacolo naturale chiamato Piramidi di Zone, dal cielo scendevano secchiate d’acqua. Da sotto l’ombrello, cercando di non farmi il bagno, ho scattato questa foto.
Lago di Iseo, borghi da non perdere
Magiche e imponenti, queste creazioni della natura sono nate grazie all’erosione provocata dall’acqua a contatto con la montagna di origine morenica. Un masso, sopra di loro, le protegge e ostacola il processo di erosione. Tappa imperdibile 😉

Inoltre qui vicino potrai assaggiare piatti tipici della tradizione, come i casoncelli, e degustare un pirlo come aperitivo, presso l’Hotel Conca Verde.

Bossico. Situata sull’altopiano del lago di Iseo, questa cittadina funge da balcone verde affacciata sul lago. Una località comoda come punto di partenza per escursioni a piedi, in bici o in jeep.
Proprio come quella che ho fatto io, percorrendo la nuova strada panoramica Bossico-Ceratello, per andare a scoprire l’altopiano e raggiungere la malga attraversando pinete mozzafiato e punti panoramici preziosi.
Lago di Iseo, borghi da non perdere
Nel territorio di Bossico si trova il Parco Riserva Daini, un ecomuseo, numerose ville storiche come quella dell’Aventino del 1912, la chiesetta dei Caduti immersa nel verde e con davanti uno specchio d’acqua e l’agriturismo La Selva situato in quota e dove mangiare una polenta e un formaggio tipico che difficilmente ne dimenticherai il gusto.
Ma Bossico è anche il territorio del “Respiro del Bosco”, un angolo nascosto nella natura, che regala energia positiva, dove ci si dedica alla meditazione, ai massaggi e al suono delle campane tibetane.
Inoltre Bossico è anche il paese dell’amore e infatti a San Valentino il borgo si anima con cuori e frecce e ogni angolo del centro storico diventa una location perfetta per dichiarare il proprio amore!

Il lago di Iseo è stata una meravigliosa scoperta dipinta di blu e sfumata di verde.
Per scoprire anche gli altri borghi e ammirare nuovi tramonti sto già organizzando il mio ritorno in zona.
Stay tuned 😉