Viaggi e Web 2.0

Home Viaggi Cosa non perdere San Gimignano e la Vernaccia

San Gimignano e la Vernaccia

, / 2

San Gimignano e la Vernaccia.

Guidando, in una tranquilla domenica di Primavera, ad un tratto mi sono ritrovata vicino a te, San Gimignano. Ti ho riconosciuto subito. Tante alte torri imponenti ed eleganti costituiscono lo scenario di questo comune con il titolo di Bandiera Arancione. Famoso in tutto il mondo per la sua bellezza, in provincia di Siena in Toscana, ha ricevuto anche l’appellativo di Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO. Quasi tutto il centro storico ha mantenuto l’aspetto originale due-trecentesco. Ci troviamo nella Val d’Elsa, non lontano da Certaldo. San Gimignano è conosciuta per le sue torri medievali.
San Gimignano e la Vernaccia
Originariamente erano 72, tra torri e case-torri. Oggi ne restano, invece, solo sedici. C’è la Torre Rognosa che è la più antica, la Torre del Podestà che è la più alta con i suoi 54 metri. Ci sono poi la Torre Ficherelli, la Torre Pettini, la Torre Chigi, la Torre del Diavolo, la Torre dei Becci e tante altre. Ti sentirai piccolo piccolo a camminare con il naso all’insù. Ti sentirai però, al tempo stesso, protetto da loro. Le torri di San Gimignano ti abbracceranno e ti accoglieranno come un amico. Non ti sentirai solo qui.
San Gimignano e la Vernaccia
Questa cittadina, oltre che per la sua storia e la sua cultura, è anche famosa per i suoi vini: la Vernaccia di San Gimignano DOCG, il San Gimignano Rosso DOC, il San Gimignano Rosato DOC, il San Gimignano Vin Santo DOC.
Qui potrai visitare il Museo del vino situato nella Villa della Rocca di Montestaffoli, punto più alto della città. Potrai percorrere la storia del vino sangimignanese, tramite pannelli, video e strumenti interattivi. Un viaggio di sensazioni, profumi ed immagini da non perdere. Ovviamente potrai affiancare la visita ad un percorso di degustazioni guidate e visite ad aziende vitivinicole grazie all’Associazione Strada del vino Vernaccia che gestisce il museo.
San Gimignano e la Vernaccia
San Gimignano è anche olio extravergine d’oliva, zafferano, formaggio e miele. Inoltre, la città, fa parte dell’Associazione Città del BIO!
Ideale, dopo un tour del centro storico, fermarsi a fare un aperitivo in uno dei tanti localini, con un bicchiere di Vernaccia e una bruschetta con pane toscano, sale, olio e una passatina d’aglio.

Se sei un amante di Cammini, ti farà piacere sapere che San Gimignano è una tappa della Via Francigena! Puoi raggiungerla a piedi da Gambassi Terme (FI) attraverso un percorso panoramico oppure potrai decidere di partire da San Gimignano per raggiungere il centro storico di Monteriggioni.
San Gimignano e la Vernaccia
Questa ridente cittadina toscana è anche culla di arte contemporanea grazie a diverse installazioni realizzate per il progetto “Affinità. Cinque artisti per San Gimignano”. Qui il Medioevo dialoga con il moderno. Un evento che ti voglio segnalare è “Arte all’Arte. Arte Architettura Paesaggio” che, ogni anno, vede coinvolti artisti di fama internazionale nella realizzazione di un’opera per i comuni aderenti all’iniziativa!

San Gimignano è anche sostenibilità! Infatti, il paese è stato uno dei primi comuni italiani ad essere coinvolto nel progetto di NECSTouR e ad avere un Osservatorio per il turismo sostenibile OTD (Osservatorio Turistico di Destinazione). Inoltre, con la manifestazione Equomondo, San Gimignano si mostra anche attento alle tematiche di commercio equo, solidale e di consumo consapevole!

Tanti sono quindi i motivi che ti possono portare a San Gimignano … non perdere l’occasione per visitare questo borgo dai mille pregi e dalla alta qualità.

2 Pingbacks/Trackbacks