martedì, Agosto 9, 2022

Spoleto e dintorni: borghi e musei da non perdere!

Spoleto e dintorni: un itinerario di viaggio di cui ti innamorerai!

Sei mai stato a Spoleto o nella Valnerina?
Se non conosci ancora questa zona dell’Umbria, ti consiglio di rimediare subito organizzando un viaggio in questi luoghi speciali.

Escursioni, visita guidate e tante altre attività ti aspettano in Umbria.
CLICCA QUI e prenota subito la tua prossima esperienza umbra.

Durante il mio soggiorno umbro ho avuto l’occasione di conoscere il progetto Connessioni museali: tra valli e monti, borghi e città nato con l’intento di promuovere il patrimonio museale e culturale attraverso le nuove tecnologie digitali.

Prima di procedere nella lettura dell’itinerario suggerito tra borghi e musei, cerca subito la soluzione ideale per soggiornare tra Spoleto e dintorni. Hotel, appartamenti, agriturismi, B&B: opta per la soluzione dei tuoi desideri! CLICCA QUI.

Spoleto e dintorni

All’interno del comune di Spoleto si trovano 6 interessanti strutture museali.

  • La Casa Romana
  • Il Museo del costume e del tessuto
  • Il Palazzo Collicola
  • Il MuSt
  • Il Museo ex Ferrovia Spoleto-Norcia
  • Il Museo delle Miniere

Scopriamole insieme!

Cosa vedere a Spoleto e dintorni: la Casa Romana

E’ una domus del I secolo d.C. che ospita preziosi mosaici pavimentali. Scaricando l’App MuDì, una guida interattiva che sfrutta la realtà aumentata, verrai guidato attraverso l’atrio, le stanze e il giardino.
Sopra l’area della casa, si erge il Palazzo del Comune.
Si può visitare tutti i giorni, tranne il Martedì.

Il Museo del costume e del tessuto

Si trova all’interno del Palazzo Rosari Spada, che raccoglie manufatti dal XIV al XX secolo. MuDì ci racconta la sua storia e le collezioni che conserva: paramenti liturgici, tessuti per l’arredamento della casa, costumi maschili e femminili e accessori.
E’ momentaneamente chiuso per lavori e riallestimento.

Il Palazzo Collicola

Il Palazzo Collicola è sede di una prestigiosa raccolta d’arte articolata su due piani espositivi. Possiamo farci accompagnare da MuDì durante la visita delle sue sale. L’appartamento nobile è una residenza gentilizia settecentesca con gli arredi originali e dipinti dei secoli XVI e XIX. Al secondo piano troviamo la Galleria d’Arte Moderna “Giovanni Carandente”, con dipinti e sculture dei più importanti artisti del XX secolo.
Si può visitare dal Giovedì al Lunedì.

Il MuSt (Museo delle Scienze e del Territorio)

Custodisce la collezione storica del naturalista spoletino conte Francesco Toni e il fondo Albino Frongia. Oltre a queste, MuDì ci fa conoscere la collezione Ragni, che si è aggiunta nel 2019.
E’ momentaneamente chiuso per ristrutturazione.

Spoleto e dintorni: il Museo ex Ferrovia Spoleto-Norcia

Contiene oltre 500 reperti e un plastico ferroviario che testimoniano la rivoluzione del trasporto avvenuta tra Spoleto e Norcia dal 1 Novembre1926, quando il treno elettrico collegò le due città in sole due ore. Nel 1968 la linea fu soppressa per carenza di passeggeri e sbilancio finanziario.

museo ex ferrovia spoleto norcia
Spoleto e dintorni: il Museo ex Ferrovia Spoleto-Norcia.

Dal 2006 l’associazione nazionale Co.Mo.Do. promuove e sostiene i percorsi che hanno perso i binari e sono diventati delle greenway turistiche: si possono percorrere dei tratti a piedi, in bicicletta o a cavallo. Un’idea eccezionale se stai cercando qualcosa di alternativo da inserire nel tuo itinerario “Cose da vedere a Spoleto e dintorni”.

In questo museo mi ha colpito molto la “Stanza Paolo Basler”. Qui sono raccolti i progetti, i bagagli e gli scatti fotografici del progettista e realizzatore della Ferrovia Spoleto – Norcia.

MuDì ci spiega la sua storia, descrive gli oggetti custoditi all’interno del Museo e ci illustra il plastico ferroviario. Da questo ho potuto vedere il tratto della ex Ferrovia che ho poi percorso a piedi: quello della Caprareccia. Un panorama bellissimo tra Spoleto e dintorni.

Il percorso che permette di visitare il Museo e il Plastico ferroviario è su prenotazione.

Cose da vedere a Spoleto e dintorni: il Museo delle Miniere

Questo museo testimonia l’attività di estrazione mineraria della lignite che avvenne nel territorio spoletino per circa un secolo fino al 1961.

Con la realtà aumentata di MuDì si può scoprire come funzionavano i due ascensori che portavano al Pozzo Orlando a 66 metri di profondità.

L’associazione Amici delle miniere collabora con il Comune di Spoleto per recuperare la memoria storica dell’attività mineraria. Tra le varie iniziative si occupano delle celebrazioni del Giorno della Memoria il 22 Marzo, in ricordo dei caduti delle miniere a causa dell’esplosione del 1955.
Per visitarlo è necessaria la prenotazione.

museo delle miniere spoleto e dintorni
Cose da vedere a Spoleto e dintorni: Museo delle Miniere.

Questi musei sono visitabili tutti a piedi dal centro di Spoleto, tranne il Museo delle Miniere che si trova nella frazione di Morgnano.

Nella città di Spoleto ti consiglio di visitare anche:

  • il Duomo di Spoleto
duomo spoleto
Una cartolina romantica da Spoleto.
  • il Ponte delle Torri
  • la Rocca Albornoziana

Spoleto e dintorni: Sant’Anatolia di Narco

museo della canapa da vedere tra spoleto e dintorni
Museo della Canapa a Sant’Anatolia di Narco.

Questo borgo immerso nella natura ospita il Museo della Canapa, che illustra i temi della coltivazione e della lavorazione della canapa in ambito sia domestico che produttivo. Nella stanza delle trame si trova il telaio, che un tempo non poteva essere posseduto da tutte le donne e quindi la sua condivisione era un pretesto per incontrarsi e aiutarsi.

Sorprendente è l’effetto che fanno le Spinning dolls, un’istallazione di Liliane Lijn: due bambole stilizzate realizzate con tessuti e filo di canapa che girano su loro stesse e le loro ombre sul muro incantano chi le osserva. Assolutamente da inserire nell’itinerario “Spoleto e dintorni”.

Spinning dolls istallazione
Cosa vedere a Spoleto e dintorni: Spinning dolls, istallazione di Liliane Lijn.

Con MuDì ho potuto vedere tramite la realtà aumentata le varie fasi della lavorazione della canapa.

macchine da cucire testimonianza del passato
Museo della Canapa: ecco le macchine da cucire!

E’ possibile visitare il Museo tutti i giorni tranne il Lunedì, ma per farlo il Mercoledì e il Venerdì è necessaria la prenotazione.

Vallo di Nera

E’ uno de I Borghi più belli d’Italia: i suoi vicoli sono incantevoli e si respira un’aria di mistero e di pace allo stesso tempo.

Qui si trova la Casa dei Racconti, un centro di ricerca e documentazione sulla letteratura orale.
L’armadio della memoria raccoglie la cultura popolare, con i suoi riti, ritmi e valori.
Ci si ritrova immersi nella storia del posto in un attimo!

Facendo una passeggiata per il borgo, si incontra il Vicolo baciafemmine: un vicolo così stretto che due persone possono passarci contemporaneamente solo se, appunto, si avvicinano tanto da baciarsi. Trovandosi in cima a una scalinata in pietra e accanto a un arco che incornicia una vista mozzafiato, è il luogo ideale per uno scatto romantico!
Le visite alla Casa dei Racconti sono possibili su appuntamento.

Visitando Spoleto e dintorni ti suggerisco di leggere anche l’articolo: “Umbria, alla scoperta dei borghi” così da ampliare il tuo itinerario!

Spoleto e dintorni: Cerreto di Spoleto

In questo borgo si possono visitare due musei:

  • il Museo del Ciarlatano
  • il Museo delle Mummie

Vieni a scoprirli insieme a me!

Il Museo del Ciarlatano

Questo museo rievoca l’antico personaggio del Ciarlatano, molto famoso in questi luoghi. Infatti il nome deriva dall’unione delle parole “Ciarla” che significa parlare a vanvera e “Cerretano” che significa abitante del Comune di Cerreto di Spoleto.

I Ciarlatani mettevano in atto vere e proprie rappresentazioni teatrali di alto ingegno, attirando l’interesse del popolo.
E’ possibile effettuare la visita su appuntamento.

Dopo aver visitato il Museo, fai una passeggiata per il borgo e goditi la vista su Spoleto e dintorni.

Il Museo delle Mummie

Nella frazione di Borgo Cerreto troviamo il Museo delle Mummie.
Questa è la sede espositiva dei corpi umani mummificati e dei reperti autoptici e anatomici ritrovati all’interno della cripta di famiglia dell’illustre medico cerretano del XVII secolo Baronio Vincenzi.
La mostra è divisa in due sezioni, una didattica e l’altra espositiva che ospita due corpi umani mummificati.
Anche qui è necessaria la prenotazione.

Monteleone di Spoleto

Nel Museo della Biga MuDì ti guida attraverso la sua storia e la copia in scala 1:1 in bronzo e legno del carro.
Il Museo è aperto tutti i giorni.

Spoleto e dintorni: consigli di viaggio

Ti consiglio di organizzare un weekend lungo per visitare Spoleto e i dintorni.

Puoi raggiungere Spoleto in treno (la stazione dista circa 20 minuti a piedi dal centro) o in auto, per poter raggiungere gli altri luoghi nelle vicinanze.

Il centro di Spoleto si gira a piedi e quindi puoi lasciare la macchina in uno dei parcheggi della città.

Organizza il tour di Spoleto e dintorni scegliendo quali Musei visitare, controllando gli orari e le modalità di prenotazione.
Nei momenti liberi fai una passeggiata per le vie dei borghi, perditi tra i negozietti di prodotti tipici e scatta qualche foto nei punti più panoramici.

Dove dormire a Spoleto

Ti consiglio di dormire almeno una notte nel centro di Spoleto.
Io ho soggiornato all’Hotel Clitunno: ottima posizione, ambienti puliti e personale sempre disponibile.

Visitare Spoleto e dintorni: dove mangiare

In centro a Spoleto ti consiglio il ristorante Apollinare: atmosfera elegante ma rilassata, con piatti tipici ma non scontati.

Io ho provato:

  • una caramella soffiata alla caciottina locale con fonduta di parmigiano e tartufo,
  • una vellutata di zuppa di fagiolina del Trasimeno con olio alle erbe e crostini di pane
  • lombello di maialino avvolto in sottili fogli di lardo con pere al Rosso di Montefalco e spuma di pecorino.

Sapori tipici ma ricette rivisitate dallo chef Giuseppe Sinisi.

A Sant’Anatolia di Narco puoi assaggiare piatti locali e genuini con una bellissima vista sulla Valnerina al ristorantino Il sovrano.

cosa vedere a spoleto e dintorni i panorami
Vista sulla Valnerina dal Ristorante Il sovrano.

Tra salumi umbri, zuppe, strengozzi con pomodoro e tartufo, agnello, patate arrosto e un buon bicchiere di vino: non vorrai più andare via!
La buona notizia è che Il sovrano è anche B&B e potrà accoglierti durante il tuo viaggio tra Spoleto e dintorni.

In località Uncinano, l’Agriturismo Rivoli offre ospitalità a 360° con le sue camere, gli spazi esterni immersi nel verde, il ristorante con l’enorme camino e la piscina.

Ero già piena all’antipasto, ma non mi sono fatta scappare l’opportunità di assaggiare la loro polenta, i maltagliati e il misto di carni.
Ti sembrerà davvero di essere a casa!

piatti tipici agriturismo rivoli
Ottimi piatti tipici nel menù dell’Agriturismo Rivoli di Uncinano.

Spoleto e dintorni a portata di App

Prima di partire per il tuo viaggio Spoleto e dintorni vai sullo store iOS Apple o su quello di Android Google e scarica:

  • il videogioco The Umbrian Chronicles
  • l’App MuDì – applicazione che ti aiuterà a costruire il tuo itinerario “Cosa vedere a Spoleto e dintorni” accompagnandoti alla scoperta di sentieri, monumenti e di 11 strutture museali dislocate in 5 diversi comuni.

Spoleto e dintorni sarà sicuramente un viaggio indimenticabile e se vuoi renderlo anche adrenalinico leggi l’articolo “Sport in Valnerina“.

Fabiana Carta
Fabiana Carta
Mi piace andare, non importa dove e come. L'importante per me è scoprire posti nuovi e condividere le emozioni con chi viaggia con me!

Articoli Correlati

RECENSIONI

Commenti al post

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here