Viaggi e Web 2.0

Belluno, viaggio nel cuore delle Dolomiti

Scrivere di posti lontani affascina, si scoprono mondi nuovi, culture e modi di vivere diversi.
Scrivere invece di luoghi “vicini” può sembrare più facile ma in realtà serve andare a fondo, nel cuore.
I nostri luoghi di origine sono come delle buone scarpe vecchie. A volte ce ne dimentichiamo ma quando le indossiamo di nuovo non ci deludono mai.
Quindi ora le rispolvero, le indosso e ti porto alla scoperta di Belluno, la mia città.

Belluno è una piccola cittadina del Veneto adagiata nella Valbelluna, ai piedi delle maestose Dolomiti con un balcone sulle verdi Prealpi Venete.
Belluno ha un’anima storica racchiusa in una natura meravigliosa e incontaminata.
La città ha origini romane che risalgono al I secolo A.C e gli scorci di mura che ancora un pochino la circondano stanno lì a ricordarti la sua storia.
Il fiume che la caratterizza e si snoda sinuoso attraversandolo è “La Piave”.

Belluno, viaggio nel cuore delle Dolomiti

Come arrivare a Belluno

Belluno si trova a circa un’ora e mezza di auto da Venezia a cui è collegata con treni e autostrada e quest’ultimo è il metodo più veloce per raggiungerla.
Il centro città è ben fornito di parcheggi dotati anche di postazioni per i camper.
Ti consiglio di parcheggiare al parcheggio di Lambioi, dove delle comode scale mobili ti porteranno direttamente in Piazza Duomo, nel cuore del centro storico, facilmente visitabile in una giornata a piedi.

Belluno, viaggio nel cuore delle Dolomiti

Il centro storico

Piazza del Duomo ospita la cattedrale dedicata a San Martino, patrono della città, Palazzo Rosso, dove ha sede il comune e il palazzo della Prefettura.
La vista panoramica vicino a Palazzo Rosso è bellissima nelle giornate assolate, da lì si vede benissimo il Piave con i suoi colori azzurri nel mezzo del verde.

Poco distante si trova la caratteristica Piazza delle Erbe, la cui fontana di San lucano al centro è trecentesca.
Da qui le viottole con i sanpietrini si snodano e confluiscono nella piazza principale, Piazza dei Martiri, punto di ritrovo dei Bellunesi e turisti di giorno e di sera per una passeggiata sul “Liston”. Qui potrai sorseggiare un caffè nei numerosi bar e locali che vi si affacciano o assaggiare il tipico Pastin, riscaldati di inverno da un buon brulè ai Mercatini di Natale.
La vista del Monte Serva che spicca e si staglia dietro i palazzi storici è unica sia d’estate con il suo manto verde, sia di inverno con la sua cima imbiancata dalla neve.
Da visitare poco vicino il rinnovato Palazzo Fulcis che si affaccia sul Teatro Comunale e che ospita il museo civico con interessanti mostre.
Molto caratteristico anche il palazzo cinquecentesco della Crepadona che ospita la biblioteca civica e numerose rassegne culturali.

Il Parco Nazionale delle Dolomiti Bellunesi

Belluno, viaggio nel cuore delle Dolomiti

Il territorio della Valbelluna si estende dalla parte Bellunese fino alla destra Piave, nella sinistra Piave dove trovi bellissimi borghi come Mel e nel Feltrino dove sorge Feltre, altra cittadina medioevale di notevole bellezza storica e paesaggistica.

All’interno si trova il Parco nazionale delle Dolomiti Bellunesi, dichiarato Patrimonio Unesco nel 2009 e il Parco naturale delle Dolomiti d’Ampezzo dove incastonata trovi la bella e famosa Cortina D’Ampezzo.

Solo per citarti alcuni bellissimi monti dove fare escursioni, trekking e passeggiate all’insegna dello sport, natura, fauna ed enogastronomia ti nomino le Alpi feltrine, i Monti del Sole, lo Schiara, la Talvena, Pramper e Spiz di Mezzodì.
La Val di Canzoi, il Passo Finestra e ancora una delle cime più famose del Parco, il Monte Pizzocco (2186 slm) dalla cui cima puoi vedere Venezia nelle giornate limpide.

Ci sono tantissimi anfratti, laghetti, cascatelle e torrenti da scoprire in posti che hanno qualcosa di magico come il Lago del Mis con i Cadini Del Brenton e la Cascata della Soffia, il lago di Vedana, il torrente Ardo e il Cordevole.

Belluno, viaggio nel cuore delle Dolomiti

Le Dolomiti Patrimonio Unesco e le Prealpi

Ovunque tu posi lo sguardo vedrai bellezza, natura, tanto verde e più su le rocce che si confondono con le nuvole.

Come diceva lo scrittore Dino Buzzati nato da queste parti: “Ma le Dolomiti cosa sono? Sono pietre o nuvole, sono vere o sono un sogno?

La dolomia, la roccia costituita dal particolare minerale dolomite, prende il nome dal naturalista De Dolomieu.

Belluno, viaggio nel cuore delle Dolomiti

Ph Manolo D’agostini

Solo per citarti alcune parti delle Dolomiti da visitare: il comprensorio dell’Agordino, Alleghe e Falcade, la zona del Cadore, i numerosi laghi come quello di Misurina, il Sorapis, le cinque Torri, il monte Pelmo chiamato anche il “Trono di Dio”, il passo Giau, le alte cime come la Marmolada (la più alta 3.343 ml).
I percorsi e le escursioni che puoi fare sono tantissime e per tutti dalle più facili a quelle più impegnative da trekking fino alle ferrate.

Laghi, acqua di montagna e natura

Belluno, viaggio nel cuore delle Dolomiti

Ed ora ti parlo di due laghi per me due posti del cuore. Uno in cui ci vado da tempo e un posto che non avevo ancora visitato.
Uno si trova a Farra D’Alpago ed è il lago di Santa Croce. Questo lago dalla quiete apparente, si trasforma non appena viene mosso dal vento.
Il lago di Santa Croce è il primo lago che incontri proveniendo da Treviso o Venezia verso Belluno.
Ti accoglie con i suoi colori e trasparenze che cambiano di continuo. Riflette il verde delle montagne quando è calmo e diventa turchese come specchio del cielo quando è scosso dal vento.
Il vento è la sua caratteristica principale e quando si alza ecco che il suo velo si increspa e mille vele colorate spuntano dal nulla. Se sei appassionato di windsurf e kitesurf questo è il posto che fa per te.

Una spiaggia di ghiaia per chi deve accedere al lago per praticare questi sport lascia spazio poi ad una spiaggia fatta d’erba dove potrai goderti il sole e la brezza, in una splendida cornice naturale tra le montagne dell’Alpago e del Nevegal.
La spiaggia è gratuita e ci si accede facilmente dal centro del paese di Farra.

Tutt’intorno natura. Ci sono vari percorsi per camminare vicino al lago, tra cui l’Oasi naturalistica di Sbarai e il percorso ad anello della Madonna del Rual. Nei dintorni inoltre ci sono paio di localini molto carini dove gustare l’aperitivo al tramonto nella zona poco distante di Poiatte, raggiungibile lungo lago a piedi.
Se vuoi camminare poco distante puoi raggiungere in auto l’altopiano del Cansiglio, circondato dalla foresta del Cansiglio, tra Vittorio Veneto e l’Alpago. Un bosco magico, verde e misterioso tutto da scoprire.
Adiacente al lago si trova un hotel e un camping per chi volesse vivere la sua vacanza in completo relax. Poco distante nel comune di Farra ci sono inoltre B&B dove soggiornare a prezzi contenuti.

Belluno, viaggio nel cuore delle Dolomiti

Il secondo luogo di cui ti voglio parlare è il lago del Sorapis. Questo lago montano dalla acque calme e turchesi è avvolto in un’atmosfera davvero magica. Si nasconde in una vallata incantata a 1923 metri di altezza, nel cuore delle Dolomiti bellunesi tra Cortina d’Ampezzo e Misurina.
Puoi raggiungerlo partendo dal Passo Tre Croci raggiungendo e sorpassando il Rifugio Vandelli. Il sentiero più facile è il 215. Solo un paio di punti richiedono un po’ di attenzione con un passaggio con supporto di cordino.
La piacevole camminata ti porterà in circa 1 ora e 45 a questo splendido angolo di paradiso.

Legata a questo lago c’è una leggenda che parla di un re di nome Sorapis e della figlia Misurina, ma ti consiglio di visitarlo prima di leggerla e di scoprirne il suo fascino.
Da qui puoi andare alla scoperta di altre bellezze nella zona del Cadore, come Auronzo, l’unico paese da cui il simbolo delle Dolomiti Patrimonio UNESCO è visibile: e le Tre Cime di Lavaredo.

Ma le montagne qui sembrano infinite come il paradiso e quindi ancora: il Lagazuoi, l’Antelao, il Civetta e le Tofane, le Cinque Torri.

Belluno, viaggio nel cuore delle Dolomiti

Ph. Manolo D’Agostini

L’acqua, le rocce, la natura, il verde e l’azzurro, i nuvoloni improvvisi e il sole che ritorna ancora più improvviso. L’aria fresca, le albe e i tramonti.

Belluno e le Dolomiti sono un’emozione da conoscere e scoprire in ogni stagione.
Cosa aspetti?

Belluno, viaggio nel cuore delle Dolomiti

Ph. Manolo D’Agostini