Viaggi e Web 2.0

Le spiagge a nord di Fuerteventura

Le spiagge a nord di Fuerteventura.

Da tempo sogno un viaggio alle Canarie, le isole spagnole dal cuore di lava e con un clima perennemente primaverile. Visto che fanno parte dell’Arcipelago Canario ben sette isole (Tenerife, Fuerteventura, Gran Canaria, Lanzarote, La Palma, La Gomera, El Hierro) e sono tutte molto diverse tra loro, per scegliere quella che mi attirasse di più ho fatto tante ricerche e ho ascoltato i racconti di altri viaggiatori. Alla fine mi sono innamorata di Fuerteventura, l’isola dal nome propizio (ventura in spagnolo significa fortuna!), tanto che ho cominciato a pianificare un itinerario senza saper quando potrò andarci veramente!

Fuerteventura è la meta ideale per chi vuole fare vacanze di mare, offre spiagge e calette per tutti i gusti: super attrezzate e deserte, di sabbia bianca, nera o dorata, calme o ventose, per nudisti o sportivi, lunghe diversi chilometri o più piccole. Prima di partire è bene fare una selezione di quelle che si vogliono visitare anche se non sarà una scelta facile perché sono tutte meravigliose!

Con una serie di post voglio fare una panoramica dell’isola, partendo da nord e percorrendo tutta la costa di Fuerteventura, con l’intento di scandagliare ogni centimetro di sabbia, alla ricerca delle zone più belle ed i luoghi più caratteristici da visitare.

Fuerteventura è lunga circa 120 km e larga tra i 5 ed i 30 km, la sua superficie è di 1.660 kmq e dista solamente 100 km dalle coste del Marocco. Dal punto più a nord (Corralejo) alla punta sud (Puerto de la Cruz) ci sono due ore e quaranta minuti di macchina.

Fuerteventura è un’isola che

  • vanta 300 giorni di sole l’anno
  • ha più di 265 km di spiagge
  • ha spiagge di sabbia bianco-dorata e sabbia nera vulcanica
  • è ventosa
  • ha fondali bassi
  • è circondata da acque oceaniche color turchese

Le spiagge dell’isola sono davvero molto varie e vaste. La costa orientale è quella con più spiagge di tutta l’isola. La costa occidentale è più ventosa ed il mare è mosso. Inoltre alcune spiagge sono difficili da raggiungere perchè non ci sono strade asfaltate. In quasi tutte le spiagge si trovano ripari chiamati “corralitos” ovvero muretti semicircolari, fatti con le pietre vulcaniche, dove è possibile sdraiarsi senza essere disturbati dal vento.

E’ importante specificare che tutte le spiagge di Fuerteventura sono libere, nelle più turistiche si possono noleggiare sdraio e ombrelloni ed in quasi tutte si possono trovare bagnini intenti a vigilare sulla costa. Se si scelgono spiagge non attrezzate si consiglia di acquistare una tenda da spiaggia per ripararsi dal sole e dal vento (sono le mezze tende da campeggio, si trovano facilmente sull’isola e costano pochi euro), di portarsi acqua e cibo e di fare attenzione alle onde e alle correnti perchè non ci sono i guardaspiaggia.

Alcune zone dell’isola, tra cui il nord, non sono state risparmiate dalla cementificazione. Per fortuna i mega-hotel che rovinano il paesaggio sono davvero pochi, la maggior parte dei luoghi sono stati lasciati intatti dalla mano dell’uomo e la loro incredibile bellezza riuscirà a far dimenticare i mostri di cemento!

Spiagge a nord est di Fuerteventura

  • Corralejo
  • Parco Naturale di Corralejo (Parque Natural de Corralejo)
  • Isola di Lobos

Sulla punta nord si trovano le spiagge urbane di Corralejo. Sono spiagge attrezzate, vicine a ristoranti e bar con vista sulla vicina isola di Lobos e vicine a centri sportivi.

Spostandosi verso est si trova il Parque Natural de Corralejo. Le spiagge che fanno parte di questo parco sono chiamate anche “Playas Grandes”, sono caratterizzate da sabbia bianca e fine e acque turchesi. Per accedervi si lascia l’auto a lato della strada principale e si va a piedi. La riserva si estende per 9 km e offre grandi spiagge (a nord) e piccole baie (a sud). Alcune delle spiagge che ne fanno parte sono: El Médano, El Viejo, El Bajo Negro, Los Matos, El Dormidero, El Moro, El Burro e Alzada. Molti si fermano sulle prime che si incontrano da nord, conviene fare un po’ più di strada e scendere verso sud (verso Puerto del Rosario) e andare alla ricerca di qualche caletta tranquilla. Anche qui è possibile parcheggiare a fianco della strada ed entrare nel parco a piedi.

Il parco naturale è accessibile liberamente, si tratta di una zona desertica formata da dune sabbiose create dal vento che ha trasportato fin qui la sabbia del Sahara. Quindi, oltre alle spiagge, offre anche una caratteristica fauna e flora, tipiche della zona desertica. Ovviamente la zona è molto ventosa, tanto che la sabbia finissima viene spinta dal vento fino alla strada, coprendola sempre di un velo dorato. Per gli amanti del sole sono presenti sparse lungo la spiaggia, dei muretti in pietra dove è possibile sdraiarsi per prendere il sole e proteggersi dal vento.

Tutta la zona è un luogo naturale, incontaminato e di grande bellezza con il bianco delle dune da un lato e l’azzurro dell’oceano dall’altro. Oltre a “rosolare” sulle spiagge si consiglia una passeggiata tra le dune, magari al tramonto, per scattare qualche bellissima foto e ascoltare il suono del vento e del mare.

Una curiosità sfiziosissima: nella spiaggia di El Burro si svolge a novembre il “Festival de Cometas”, gli aquiloni. Dalle foto sembra un vero spettacolo, il cielo si riempie di nuove forme e colori dando vita ad un’esibizione animata!

Alcune spiagge sono attrezzate con scuole di Kitesurf, Windsurf e “chiringuitos“, i chioschi dove acquistare bevande e spuntini. Altre invece sono deserte e lontane dalle comodità, per questo è consigliabile rifornirsi prima di acqua e cibo. Inoltre in molte di queste spiagge è possibile praticare il nudismo in assoluta libertà.

L’isola di Lobos si trova a nord est di Fuerteventura, a 15 minuti di traversata.

Sull’isola non ci sono macchine e mezzi, ci si sposta a piedi lungo i sentieri ben segnalati. Anche Lobos è un Parco Naturale, abitato fino a pochi anni fa solo da foche monache e leoni marini. Oggi è un piccolo paradiso naturale dove vivono ancora uccelli di specie rarissime e dove si trovano spiagge da sogno. La principale è Playa de la Calera, da qui si gode di una meravigliosa vista su Fuerteventura, la sabbia è bianca ed il mare regala tutte le sfumature possibili di blu! L’isolotto di Lobos è anche il regno della pace e della tranquillità assoluta, chi vi approda dovrà fare uno sforzo per non cedere al richiamo della vita naturale!

Scendendo sulla costa est si trovano le località ed i lidi più frequentati e più “costruiti” di tutta l’isola. Il turismo di massa si concentra soprattutto qui rendendo l’area molto affollata ma anche ricca di servizi utili per i vacanzieri. Se, come me, si preferisce la tranquillità ed il contatto con la natura è meglio andare altrove ma se si vuole esplorare l’isola ed usare l’hotel solo come base, questa zona è da tenere in considerazione poiché si trova proprio a metà ed è vicina all’aeroporto.

Spiagge a nord ovest di Fuerteventura

  • El Cotillo
  • Playa de la Concha
  • Playa de Esquinzo
  • Los Lagos

El Cotillo è una città marinara di Fuerteventura ancora poco sviluppata turisticamente.

Offre calette e baie dall’acqua trasparente, separate l’una dell’altra da rocce laviche e pietre, che si allungano fino alla costa settentrionale. Una delle spiagge più famose è Playa de la Concha, bellissima e sabbiosa, a forma di cavallo con una scogliera naturale che la ripara dai venti e dalla corrente. E’ molto amata dalle famiglie perché i bambini possono fare il bagno nelle piscine naturali che si formano tra le rocce. Ho letto che, se si sceglie un hotel in questa zona, è consigliato chiedere una camera con terrazzo vista mare per ammirare lo spettacolo del tramonto.. in pochi minuti il sole caldo cambia infiniti colori: giallo, arancio, ocra e viola.. fino a sparire dietro l’orizzonte. Decisamente imperdibile!

Un’altra spiaggia interessante è Playa Chica, una baia di acqua cristallina e sabbia bianca, perfetta per i bambini.

El Castillo fa sempre parte di El Cotillo. Si raggiunge con una breve camminata scendendo dalla roccia, non è attrezzata ed è frequentata principalmente da surfisti. Viene descritta come un luogo rilassante, dove chilometri di sabbia bianca formano un paesaggio fantastico, che trasmette una sensazione di relax. Con la bassa marea si possono fare anche lunghe passeggiate godendo della natura incontaminata di Fuerteventura, che si esprime al meglio in questa spiaggia.

Più a sud di El Castillo si trovano altre due belle spiagge: Playa El Aljibe de la Cueva e Playa del Aguila. Playa El Aljibe è una tipica spiaggia della costa est con onde lunghe e una splendida scogliera tutto intorno. E’ di sabbia fine e dorata, intervallata da blocchi di basalto fino alla riva. Il contesto tranquillo in cui si trova la rendono adatta per praticare kitesurf e nudismo. E’ anche uno dei luoghi preferiti dagli amanti della fotografia. Playa del Aguila (“spiaggia dell’aquila”) o Playa de las Escaleras (“spiaggia delle scale” per le scale ripide che si devono percorrere per raggiungerla) si trova a sud della spiaggia grande di Cotillo (Playa Piedra). La spiaggia dell’aquila è appunto facilmente riconoscibile per le famose scale, se si desidera visitarla è bene aspettare la bassa marea perché con l’acqua alta la spiaggia si restringe e perde molto del suo fascino.

Esquinzo si trova alla fine delle spiagge di El Cotillo. Non è semplice da raggiungere, da El Cotillo si percorre un sentiero sterrato e poi bisogna scendere a piedi lungo un percorso roccioso. La fatica viene ricompensata dalla meraviglia che si apre davanti agli occhi: pietre laviche nere spuntano dalla sabbia dorata, bagnata dalle lunghe onde agitate dell’oceano azzurro. Un ambiente naturale da cartolina!

Los Lagos è una frazione di El Cotillo. Le calette di sabbia bianca sono incorniciate dalle acque verde smeraldo. La sua spiaggia è di sabbia finissima – tipica di questa zona – con mare calmo, protetto dalle correnti. E’ meno frequentata e questo la rende molto tranquilla.

Tutte queste spiagge situate sulla costa ovest vantano bellissimi tramonti. Sono anche forse le più esposte ai venti, per ovviare a questo problema e proteggersi basta utilizzare i muretti di sassi.

Se il tuo viaggio non termina qui…scopri quali sono le migliori spiagge a sud di Fuerteventura 😉