Viaggi e Web 2.0

Puglia, on the road verso sud

Puglia, on the road verso sud.

Una regione che offre infinite meravigliose tappe. Non basta un viaggio per godere di lei ma sicuramente un on the road è quello che si può fare per innamorarsi lentamente di questa terra baciata dal sole.

Puglia, on the road verso sud

Difficile creare un itinerario e fare delle scelte di percorso, non è vero?
Oggi proverò ad aiutarti in questo arduo compito!

Quando, come, perché Puglia

Agosto, amore mio non ti ri-conosco.
Opta assolutamente per un altro mese. Nel mese di Agosto la Puglia è off limits. Rischierai di non trovare posto nemmeno per l’asciugamano in spiaggia. Le stagioni migliori sono ovviamente quelle di apertura e chiusura stagione estiva (primavera e autunno) visto che al sud l’estate finisce sempre un pochino dopo.

A proposito, per saperne di più cosa fare in questi periodi, ti allego un post del magazine Explore di Expedia sulle “15 cose da fare in Puglia in primavera o autunno”. Si perché questa regione è viva e pulsa di good vibes in qualsiasi stagione!

Un giro in bici per il Salento, una giornata di relax alle Terme di Santa Cesarea, una passeggiata nella Foresta Umbra e ancora la Sagra del Calzone.

Puglia, on the road verso sud

In Puglia non esiste la noia. Sorridi e “…vieni a ballare in Puglia!”.

Se come me sei un tipo selvaggio e amante della libertà ti consiglio un on the road macchina più tenda. Se invece sei più per le comodità potrai sempre affittare un bungalow sulla spiaggia o prenotare una camera in hotel.

Una volta in loco potrai anche decidere di affittare una bici e godere della Puglia con il vento tra i capelli e il sole in faccia 😉

Questa regione è stato uno dei miei primi amori italiani. La Puglia è sinonimo di verde e natura, turchese e mare, bontà e pasticciotti, passi di danza e notti di pizzica, sorrisi smaglianti e abbracci intensi, sagre e feste di paese, luoghi insoliti e scorci paradisiaci.

Se svegliarti a contatto in mezzo alla natura è il tuo sogno, carica la macchina, porta con te la tenda e … rotola in un on the road verso sud, la Puglia ti aspetta. Spostandoti dallo Ionio all’Adriatico, amerai questa terra frizzante e solare.

Il Gargano, terra di trabucchi

Tanti piccoli borghi autentici e pittoreschi, un mare blu intenso, una serie di tramonti che fanno vibrare l’anima. Durante il tuo on the road fai tappa a Vieste, perditi per i vicoli del centro storico, sali fino al castello, rilassati in spiaggia, concediti una cena di pesce in uno dei ristoranti del lungomare, prenota l’escursione alle grotte per conoscere il Bue Marino e altri scenari pazzeschi.

Puglia, on the road verso sud

O mio Pizzomunno tu guarda quell’onda beffarda
Che affonda il tuo amore indifeso
Io ti resterò per la vita fedele
E se fossero pochi, anche altri cent’anni
Così addolcirai gli inganni delle tue sirene


Conosci già la leggenda del Pizzomunno di Vieste? Max Gazzè l’ha cantata a Sanremo!

Il Gargano è anche terra di trabucchi, antica macchina da pesca tipica di queste coste e tutelata come patrimonio monumentale dal Parco Nazionale del Gargano. Oggi molti trabucchi sono diventati dei ristoranti panoramici imperdibili. Il più famoso in zona è sicuramente il Trabucco da Mimì, situato a Peschici. Qui potrai rilassarti con il suono delle onde gustando un aperitivo, cenare a bordo o addirittura dormire risvegliandoti con il canto dei gabbiani al sorgere del sole.

Da Vieste partono anche i traghetti per raggiungere le Isole Tremiti e passare una giornata sull’arcipelago che nelle leggende antiche era meta di pirati e spettri.

Ma nel Gargano un borgo mi ha rubato il cuore. Sto parlando di Vico del Gargano. Qui, passeggiando per i suoi stretti vicoli, respirerai un’aria autentica dei tempi passati. Una cena a base di paposcia alla vichese con olio e pecorino stagionato, un aperitivo da Pizzicato in pieno centro, un salto indietro nel tempo con il telaio della Maria, un bacio rubato nello stretto e intimo Vicolo del Bacio.

Prima di salutare questa Puglia, lasciati travolgere il cuore da un tramonto a Zaiana. Fidati di me.

Bari al gusto di orecchiette

Ogni zona della Puglia si contraddistingue anche per qualcosa di buono da mangiare. Bari è orecchiette fatte a mano nel centro storico di Bari Vecchia, il sapore delle sgagliozze cotte nell’olio in strada a casa della Maria, il profumo del pane ancora caldo che esce dai forni, il chiringuito che sa di Peroni vista mare.

Puglia, on the road verso sud

Bari mi ha davvero lasciato senza parole. Non mi sarei mai aspettata tanta bellezza in una sola città. La parte vecchia con i suoi palazzi antichi, le signore in strada che animano le vie, i panni stesi, lo street food, le dolci onde di un mare azzurro e cristallino che invitano alla calma.
Nei dintorni di Bari tanti i luoghi da non perdere. Partendo a nord da Trani, scendendo giù fino a Polignano a Mare e Monopoli.

Polignano, che sorge su uno sperone roccioso a strapiombo sul mare, ti invita in un sinuoso e tradizionale itinerario fatto di poetiche scritte sui muri, pescatori al lavoro e persone locali che cucinano pesce in strada. Per deliziare il palato con qualcosa di tipico, passa a provare il Caffè Speciale da Il Super Mago del Gelo.

Monopoli è invece un connubio di amore e poesia. Mi sono completamente innamorata del suo porto antico fatto di barche colorate e edifici storici.

Puglia, on the road verso sud

Terra di Trulli e luogo olistico

Restando nella provincia di Bari e spostandoci verso l’interno, è d’obbligo una tappa a Noci. Una località situata sulle Murge meridionali e appartenente alla Valle d’Itria e alla Terra dei Trulli. Qui è famoso il Bacco nelle Gnostre, sagra che si svolge in novembre a base di vino novello e caldarroste. Passando da Noci, per pranzo lasciati consigliare dal mitico Marino, il maestro dei panini segnalato anche sulla guida gastronomica Slow Food!

Una terra magica fatta di uliveti e vigneti, un paesaggio naturale incontaminato, un sogno che si avvera all’orizzonte, la patria del fascino e dello charme. Qui è dove si trova Alberobello, famoso in tutto il mondo grazie ai trulli, Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO. Il trullo è una tipica costruzione conica fatta in pietra a secco tradizionale e costruita in passato come rifugio per contenere gli attrezzi in campagna o anche come una vera e propria casa per agricoltori.

Puglia, on the road verso sud


E’ un luogo super turistico ma magari, anziché viverlo nel caos e nella fretta di una calda giornata estiva, fermati e assaporalo con dolcezza. Prenota una notte in un trullo e esci alle prime luci dell’alba per godere del borgo in assoluta tranquillità e respirando il suo silenzio mattutino.

Scendendo ancora verso sud Ostuni, la città bianca, situata su una collina e abbracciata da scorci sensazionali, è un’altra tappa imperdibile durante un on the road in Puglia.

Se ad Alberobello, o comunque nelle località vicine, potrai godere di una notte in trullo, qui ad Ostuni ti consiglio di soggiornare, invece, in una masseria.
La tenda puoi sempre riporla in macchina per qualche giorno. Le esperienze autentiche vanno vissute cogliendo l’attimo.
La masseria è data da un insieme di edifici rurali adibiti ad antiche aziende agricole. Oggi molte di queste sono luoghi eleganti e accoglienti dove soggiornare durante un viaggio in Puglia. Leggi la mia esperienza nella Masseria Salinola.

Puglia, on the road verso sud

Nel territorio di Ostuni ho avuto anche la fortuna di conoscere realtà olistiche alle quali sono molto affezionata. Io che giro sempre con un tappetino yoga nello zaino e che sul braccio ho tatuato “Qui e Ora”, ti consiglio di guardare la programmazione del centro La Luna nel Pozzo, situato in un’antica masseria, dove vengono organizzati anche stage e retreat yoga e benessere.

Salento, on the road fino a Santa Maria di Leuca

Sono passati tanti giorni da quando sei partito, hai già macinato tanti chilometri, mangiato cose tipiche e visto paesaggi impossibili. Sappi che hai ancora davanti a te una Puglia magica che ti aspetta. “Salentu: Lu Sule Lu Mare Lu Ientu”. Salento: sole, mare, vento!

Illuminato dai raggi del sole, bagnato dal mare turchese e accarezzato e spettinato dal vento del sud. Qui dove ti aspettano giornate di mare in luoghi divini potrai scegliere se andare verso l’Adriatico o lo Ionio.
Nella prima zona sono situate San Foca, Torre dell’Orso, Santa Cesarea Terme e l’incantevole Otranto, mentre nell’altra sponda si trovano le località di mare di Gallipoli, famosa per la sua movida, Portoselvaggio e Porto Cesareo.

Puglia, on the road verso sud

Queste sono le tappe che devi assolutamente inserire nel tuo itinerario on the road in Puglia. Ognuna particolare e bella a modo suo, atmosfera sensazionale ai confini dello stivale. Al ritmo di pizzica vibrano le notti e i festival del Salento in estate. Avrai già sentito nominare la Notte della Taranta, non è vero? Se [ahimè] la tua vacanza in Puglia sarà in agosto non perderti questo evento pazzesco e prenota subito la tua notte folle a Melpignano.

I salentini sono gente di cuore, ospitali e sorridenti. Lasciati tentare da un pasticciotto alla crema, tuffati alla Grotta della Poesia, raggiungi la punta e goditi l’incontro dei due mari a Santa Maria di Leuca, innamorati di Lecce.

Il mio itinerario on the road termina qui. Tengo a precisare che non è una guida sulla Puglia perciò non sono state descritte appositamente tutte le località della destinazione. 
Potrai decidere tu se suddividere alcune zone tra andata e ritorno o se, per questioni di tempo, eliminare qualcosa.
Se hai a disposizione tre settimane riuscirai a fare tutto con calma. Se hai meno giorni, non disperare. La Puglia è sempre lì che ti attende con il sorriso e la giusta energia.

O Puglia Puglia mia, tu, Puglia mia,
ti porto sempre nel cuore quando vado via
e subito penso che potrei morire senza te.
E subito penso che potrei morire anche con te.

(Caparezza)

Se ti è piaciuto quest’articolo, leggi anche gli altri post sul Gargano e Salento!