mercoledì, Giugno 22, 2022

Trentino, cosa fare e vedere in 3 giorni

Se ti stai chiedendo cosa puoi fare e vedere in soli 3 giorni in Trentino, ho un bel giro per te!

Dove dormire in Trentino a Spormaggiore

Partiamo dalla scelta dell’hotel e qui c’è solo l’imbarazzo della scelta.
La mia è ricaduta su Hotel Alt Spaur di Spormaggiore e lo slogan dice tutto: “dormi bene, mangi meglio“.
Consigliatissimo per la tranquillità del posto e la comodità con cui è possibile visitare la zona. Situato all’ingresso del paese, prima di arrivare sarai circondato da meleti di ogni varietà e la tentazione di raccogliere le mele direttamente dall’albero sarà tantissima!

Trentino, cosa fare e vedere in 3 giorni
Meleti del Trentino.

Lago di Molveno in Trentino

Inizia da qui il mio tour, in quello che oggi è il lago più bello d’Italia per il settimo anno (premiato da Legambiente e Touring Club Italiano).
Definito dal poeta Antonio Fogazzaro “gemma purissima in superbo scrigno“; rimarrai affascinato dal blu delle sue acque e dal verde che lo circonda.
Puoi decidere di percorrere le sue sponde a piedi in circa 2 ore e mezzo, ma all’ingresso del lago potrai anche scegliere se girarlo in bicicletta o navigarlo (per i più pigri!).

Lago di Molveno
Lago di Molveno.

Belpark – Spormaggiore

Rientrando a Spormaggiore, sarà impossibile non vedere le rovine di un castello medievale del 1311, Castel Belfort, trasformato nel tempo, dai vari passaggi di proprietà, in una fortezza moderna; in parte diroccato, rimane ben visibile la torre merlata.

Trentino, cosa fare e vedere in 3 giorni
Castel Belfort.

Da qui parte un sentiero che in circa 15 minuti ti porterà all’interno di un bosco che dal 1994 ospita l’area faunistica per orsi bruni. Se sarai fortunato, potrai vedere Cloe scavare qualche buca, ma potresti anche riuscire a intravedere un branco di lupi, 3 linci, un gatto selvatico, alcune volpi e 2 bellissimi esemplari di gufo reale. All’interno del parco è presente anche una fattoria didattica e un punto ristoro.
Costo biglietto di ingresso: €9

Tortei del Trentino

È arrivato il momento di assaggiare la cucina tipica del posto ed è così che scopro i Tortei: frittelle di patate, croccantissime fuori e morbide dentro; un piatto della cucina povera, accompagnato da salumi e formaggi locali, insalata di fagioli borlotti, cavolo cappuccio e marmellata di mirtilli.

Cosa mangiare
Tortei, una prelibatezza del Trentino.

Difficile non trovarli nel menù di quasi tutti i ristoranti della zona.
Costo medio: €10/15

Altopiano della Paganella
Decido di dedicare la giornata a sentieri e trekking e quale posto migliore della Paganella per prendere confidenza con le montagne.
Si parte dal centro di Andalo, dove troverai gli impianti di risalita che tramite telecabina ti porteranno a Doss Pelà (1730 m.s.l.m). Puoi decidere di iniziare da qui qualche sentiero! Seguendo le indicazioni dell’hotel, arrivo, tramite seggiovia, a Cima Paganella (2125 m.s.l.m.). Inutile dirti che il panorama è mozzafiato e l’aria si fa frizzantina!!
Costo biglietto A/R per la cima: €19.
Sentieri, percorsi di ogni livello, ferrate e sfreccianti mountain-bike dominano la scena, devi solo decidere dove buttarti.
Opto per il Sentiero delle Aquile, il più gettonato; un percorso circolare di difficoltà medio-facile percorribile in poco più di un’ora per arrivare al Trono delle Aquile, con un belvedere da paura!

Trentino, cosa fare e vedere in 3 giorni
Sentiero delle Aquile.

Rientro passando per il Sentiero Botanico, un’altra oretta di piacevole cammino, immersi nella flora del posto, con apposita cartellonistica a spiegare le varie specie di piante e fiori.

Non può mancare un pranzo in vetta al rifugio La Roda, con le specialità del posto. Troverai canederli, primi con selvaggina, stufati, polenta e il famoso Bombardino.
Ma se scegli bene il percorso da fare, puoi anche valutare di pranzare in una malga, troverai tutte le indicazioni sulle brochure fornite dagli impianti di risalita.

Trentino, cosa fare e vedere in 3 giorni
Canederli, specialità del Trentino.
Rifugio La Roda
Mangiare al Rifugio La Roda.

Goditi il panorama, l’aria fresca, senza fretta, senza tempi. Non capita spesso!

Trentino, cosa fare e vedere in 3 giorni
Panorama Altopiano della Paganella.

Andalo

Dopo una bella sosta su Cima Paganella rientro ad Andalo, super turistica, colorata, piena di hotel e negozi sportivi, ma passeggiare per il centro è piacevole e mi faccio un bel giro alla ricerca di prodotti tipici da portare a casa.

Trentino, cosa fare e vedere in 3 giorni
Andalo, in Trentino.

Ti consiglio un piccolo negozio situato sopra il supermercato Conad, al centro di Andalo, dove troverai confetture e marmellate, liquori, speck, caramelle, succhi di mela in quantità, souvenirs di ogni genere, a prezzi competitivi.

Castel Thun

Prima di rientrare non poteva mancare una visita ad uno dei più bei castelli in Italia, fra i meglio conservati in Trentino. Un castello imponente, di origine medievale, immerso tra i meleti della Val di Non, è situato in una posizione panoramica, circondato da fortificazioni, torri, bastioni e camminamenti risalenti al Cinquecento.

Trentino, cosa fare e vedere in 3 giorni
Castel Thun.

La particolarità di Castel Thun è quella di conservare al suo interno i ricchi arredi originari ed un’affascinante quadreria di famiglia.
Grazie all’audioguida ti sembrerà di passeggiare per il castello in compagnia del Conte e dei suoi ospiti.
Costo ingresso: €8
Audioguida: €5
È obbligatoria la prenotazione.
Tempo stimato di visita: 2 ore

Lago Smeraldo – Fondo

L’ultima tappa, ma non meno affascinante, ricade su un lago artificiale a 1000 metri di altezza, realizzato nel 1965 sbarrando il corso del Rio Fondo.
È raggiungibile in auto, ma consiglio di arrivare a piedi, partendo dal paese di Fondo per percorrere la passeggiata del Burrone, un breve percorso che collega il centro del paese al lago Smeraldo, risalendo il corso del Rio Sass. Un sentiero scavato nella roccia, attrezzato con comode passerelle nella parte finale. Dopo alcuni scalini ti troverai davanti il lago, potrai passeggiare lungo le sue sponde, rilassarti nel verde del prato che lo costeggia o gustarti qualche buon piatto nei ristoranti lì vicino.

Tappa da fare in Val di Non
Lago Smeraldo, Fondo.

Purtroppo è arrivata l’ora di riprendere la strada di casa, ma ci sono ancora tantissimi posti da vedere e piatti da assaggiare. Mi consolo trovando un piccolo venditore di mele lungo la strada, cosa rara visto che la zona è tutta consorziata con Melinda che ne detiene il monopolio.
A presto Trentino, sei stato una piacevolissima scoperta!

Claudia Vichi
Amo i weekend "mordi e fuggi" in giro per l'Italia. Pianifico le mie fughe spaziando dal mare alla montagna passando per i borghi e le città d'arte. Quando torno a casa replico i piatti della cucina che ho incontrato.

Articoli Correlati

RECENSIONI

Commenti al post

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here