Viaggi e Web 2.0

Home Viaggi Cosa non perdere Wild watching in Canada dell’ovest

Wild watching in Canada dell’ovest

, / 0

Wild watching in Canada dell’ovest.


Vasto e poco popolato, paese di magnifiche catene montuose, laghi glaciali, remoti insediamenti costieri e città diverse, il Canada offre la grande opportunità di wild watching safari: l’osservazione e la ripresa dei suoi magnifici animali in piena libertà.


Wild watching in Canada dell'ovest

Le gigantesche balene, le misteriose e temutissime orche, i caribu in maestose ed infinite mandrie, orsi polari in ambienti sempre meno polari ed orsi grizzly invece sempre più protetti.
Laddove le foreste boreali incontrano la tundra e le montagne incontrano il mare, questa enorme terra offre incredibili paesaggi naturali, oltre alla possibilità di osservare una fauna selvatica tra le più potenti e magnifiche del pianeta, assicurando il più delle volte al viaggiatore esperienze estremamente emozionanti da una costa all’altra del grande Paese.

La natura in Canada si svela

Le foreste boreali del Québec, gli immensi spazi dello Yukon, i fiordi e le montagne della British Columbia, l’eterna neve delle Montagne Rocciose.

All’ovest i grandiosi scenari delle Montagne Rocciose fanno da cornice al Banff National Park, il più antico parco nazionale canadese e uno dei più estesi del mondo. Un’area di sconfinata “wilderness” tra montagne, vallate, foreste, ghiacciai, torrenti e cascate che sono un vero paradiso per trekker ed escursionisti.
Regno dell’alce e dell’orso grizzly, le Montagne Rocciose sono il cuore selvaggio dell’interior in Canada occidentale e la parte più scenografica è senza alcun dubbio quella attraversata dall’Icefield Parkway, una spettacolare strada panoramica che si snoda per oltre 250 chilometri tra boschi di conifere collegando i parchi nazionali di Banff, Yoho e Jasper. Qui si dipanano sentieri ben segnalati da percorrere a piedi o a cavallo dove, con un pizzico di fortuna, si possono avvistare lupi, orsi neri e bruni oltre ad alci e cervi selvatici.
Gli animali protetti fanno parte della fauna selvatica e viaggiare in queste terre ha il sapore dell’avventura, specialmente se ci innamoriamo delle storie locali e leggende che narrano del confronto dell’uomo con la natura.
I mitici bisonti, oggi dopo un secolo di sterminio, finalmente iniziano a ripopolare in gran numero le praterie dell’Alberta. I grandi e temibili orsi bruni i grizzly (animali schivi e solitari), le alci giganti dal palco di corna palmate (moose), i cervi (elk) e i cervi coda bianca (white tail deer) e i cervi mulo dalla coda nera (mule deer), i bighorns, i montoni dalle enormi corna ricurve delle Montagne Rocciose, le bellissime capre di montagna (mountain goats e la capra di Daal) e tantissimi lupi, coyote, marmotte, castori e scoiattoli costituiscono una parte importante di una vacanza in Canada.

Desideri avvistare un grande orso bruno, magari con i suoi piccoli, e fargli una bella foto, possibilmente ravvicinata durante il tuo wild watching? I rangers, come gli etologi, consigliano vivamente di non avvicinarli mai fuori dall’auto, in particolare in presenza dei loro piccoli.

Si può inoltre visitare il Maligne Lake, fare una gita in barca alla pittoresca Spirit Island, divenuta quasi un simbolo delle Rockies, o esplorare uno dei tanti sentieri panoramici del Parco Nazionale di Jasper in cerca di animali selvatici.

L’incontro con un branco di cervi attivi durante il periodo dell’accoppiamento è, ad esempio, un evento davvero straordinario che può riservare scene di epiche battaglie tra maschi dominanti
Macchina fotografica sempre a portata di mano perché potresti fare incontri veramente mozzafiato durante un wild watching!

Wild watching in Canada dell'ovest

Il viaggio “Gran Tour Deluxe in West Canada – Tour guidato di gruppo tra British Columbia e Montagne Rocciose” di Le Reve House Adventure, tour operator italiano che organizza e gestisce in proprio viaggi e tour d’esplorazione e d’avventura in tutta l’area del Nord Ovest Americano, si svolge interamente nell’Ovest del grande paese, in una terra di panorami e scenari senza pari.

Wild watching in Canada dell'ovest

Tra questi la mitica traversata nelle acque dell’Inside Passage, esclusa dalla maggior parte dei tour guidati proposti da altri operatori e altre tappe fondamentali per conoscere il vero Canada selvaggio. Le sue foreste e le sue montagne sono un’incantevole meraviglia che con questo tour potrai conoscere grazie alla permanenza di ben 5 giorni nelle Montagne Rocciose (le Rockies) con sentieri da trekking e passeggiate che riserveranno esperienze ed emozioni incomparabili.

Wild watching anche nell’oceano


Sempre nell’ovest canadese, dalle coste dell’Isola di Vancouver, luogo ideale per gli amanti della natura selvaggia e incontaminata, si può assistere alla migrazione di grandi cetacei che viaggiano attraverso l’Oceano Pacifico. L’osservazione delle balene, il “whale watching” è una delle attrazioni più popolari tra quelle offerte dall’isola. Da marzo a ottobre le acque intorno a Vancouver e all’isola omonima, posta di fronte alla città, pullulano di diverse specie di cetacei e la maggior parte dei tour per avvistarli parte sia da Vancouver che da Victoria, la piacevole capitale dell’isola. Sarà così possibile avvicinare queste creature e ammirarle, senza disturbarle. Ci si imbarca e con un giubbotto di salvataggio e un entusiasmo da bambini ci si ritrova in mare aperto, con il magnifico sfondo delle montagne innevate, con la voglia di avvistare presto la prima pinna o coda nera. Sarà una attesa piena di meraviglia.

Le maestose balene
Nuotano al largo della costa occidentale dell’Isola di Vancouver (a Tofino, a pochi minuti dal Pacific Rim National Park) e sono avvistate frequentemente. Si spostano dal Messico al Mar di Bering e fanno tappa per riposarsi e nutrirsi. Tutte le specie di balena sono maestose e la megattera è conosciuta per il suo ‘canto’ affascinante, che è possibile ascoltare (il wild watching è anche questo). Quando hanno voglia di giocare, saltano fuori dall’acqua e con una giravolta si rituffano in mare, tra tonfi e spruzzi. Queste acque vedono la presenza anche di diverse specie di delfini, foche, leoni marini e focene, mentre in cielo ci sono le aquile dalla testa bianca, aironi e cormorani. Tofino fa parte del Clayoquot Sound, una vasta area di foresta pluviale temperata con ampie spiagge e profonde insenature o fiordi.

Wild watching in Canada dell'ovest

Le favolose orche
Le fredde acque intorno all’Isola di Vancouver sono l’habitat preferito delle sorprendenti orche, i cetacei della famiglia dei delfini. Non bisogna confondersi con le “Killer Whale”, assassine di balene, appartenendo esse infatti alla grande famiglia dei delfinidi.
Se ne possono avvistare molte, sempre in gruppo e il punto migliore per vederle è dalla costa settentrionale dell’Isola di Vancouver (Johnstone Strait), da luglio a metà settembre e sulla costa meridionale dall’inizio di maggio alla fine di settembre.
Questi potenti cetacei si raggruppano in formazioni chiamate pod e possono raggiungere la velocità di 55 km/h grazie alla potente spinta della coda.
Il breaching è un salto con il corpo totalmente fuori dall’acqua, lo spyhopping è, invece, un’emersione solo della testa, il lobtailing è una specie di “schiaffo” molto forte dato sull’acqua con la pinna caudale, tenendo il resto del corpo sott’acqua e il logging, è un colpo sulla superficie dell’acqua dato con la pinna dorsale.

I possenti Grizzly della West Coast Canadese


Ma l’avventura fondamentale, per cui Le Reve House è giustamente conosciuta e ricercata è il foto safari ai Grizzly nel Great Bear Rainforest!
Le escursioni vengono effettuate lungo i Fiordi che sono parte di questo fantastico parco. Le aree principali del Parco sono tre, a nord, al centro e al Sud:
– il Khuntzmayteen Sanctuary, l’area a nord nei pressi di Prince Rupert,
– l’area di Bella Coola nella parte centrale della Regione sulla costa,
– l’area dei fiordi principali del Knight Inlet e del Bute Inlet al centro-sud della Regione.

Su alcune di queste località di wild watching si trovano anche degli Eco-Lodge appositi dove poter effettuare le osservazioni con una durata anche fino a 5/6 giorni complessivi, pernottando quindi nella riserva stessa.
Le escursioni, sia quelle giornaliere che quelle ripetute nei Lodge, sono sempre accompagnate da guide esperte in Etologia. Esse si svolgono in luoghi e con l’utilizzo di mezzi, sia su strada che in acqua, del tutto sicuri e dove il wild watching è facile e a distanza di sicurezza dalla costa dove si nutrono gli orsi.
Si viene infatti trasportati da imbarcazioni su speciali piattaforme galleggianti o altresì depositati nei pressi di altre piattaforme fisse da dove si può comodamente riprendere e/o scattare splendide fotografie degli animali nel loro lussureggiante ambiente naturale della riserva.

La Foresta del Grande Orso o Great Bear Rainforest, consta di tre milioni di ettari di foresta, ed è parte della foresta pluviale temperata che si trova lungo le coste del Canada occidentale in British Columbia, che è anche la più vasta dell’intero emisfero boreale.
Questa foresta è divenuta riserva protetta solo nel 2004, grazie agli sforzi congiunti delle principali organizzazioni ambientaliste, tra cui il WWF, e della sentita propensione dei governi canadesi alla conservazione e al rispetto della natura.
Essa è annoverato tra i più famosi parchi del Nord America, in particolare per la ricchezza della sua fauna. E’ l’habitat di lupi, orsi grizzly, orsi neri (con la variante bianca, il Kermode Bear, l’Orso dello Spirito, rarissima sotto-specie composta da esemplari dalla pelliccia bianca o color crema, una variante genetica, non albina, molto importante nella mitologia dei popoli nativi, che vive solo lungo le coste centro-settentrionali della Columbia Britannica), delle alci toro, dei cervi giganti e delle famose alci giganti, le Big Moose, delle aquile testa calva, di lontre, leoni marini, orche, balene solo per citare alcuni animali di questa splendida e superlativa natura selvaggia, senza però tralasciare gli incredibili salmoni del Pacifico, che per tutte le specie dominanti sopra enunciate, costituisce l’alimento principale.

Le Queen Charlottes Island, le Galapagos del Nord America


Più a nord troviamo l’arcipelago delle Queen Charlotte Islands: un vero paradiso per fotografi naturalisti, appassionati di antropologia e di wild watching. Chiamate per questo anche le Galapagos del Nord America, sono un altro asso nella manica di quest’operatore che effettua più di un programma dedicato a queste misteriose e spettacolari isole a ridosso dell’Alaska.

Wild watching in Canada dell'ovest

Tra i suoi tanti viaggi-avventura, il foto-safari del Canada occidentale, è infatti una esperienza emozionante, che prevede anche una lunga escursione all’interno di quello che è stato il villaggio principale e l’avamposto del popolo Haida, un’orgogliosa e potente nazione nativa che fino a solo 200 anni fa scorazzava con le sue gigantesche canoe fin giù la costa tra l’odierna California e la Baja California, commerciando ma a volte anche razziando le popolazioni costiere che trovava lungo il suo percorso.
Un viaggio considerato una full immersion nella natura e nell’antropologia di questi territori con lo scopo di scoprire, avvistare e fotografare, non solo la fauna selvatica caratteristica del posto, ma anche di visitare i luoghi che hanno rappresentato l’ambiente ideale e paradisiaco di queste indomite popolazioni indigene.
Tutto questo consente vere e proprie “avventure naturali”, wild watching di altissimo livello, del tutto rispettose dell’ambiente.

Contatti
Le Reve House Adventure
Telefono: 334 708 1960
Email: lerevehouse@gmail.com

Buon viaggio!

Photo credits: Le Reve House Adventure
Articolo in collaborazione con Le Reve House Adventure