Viaggi e Web 2.0

Home Viaggi Cosa non perdere Favignana, un viaggio dalla A alla Z

Favignana, un viaggio dalla A alla Z

, / 0

Favignana, un viaggio dalla A alla Z.

Dopo poco più di un mese eccomi di nuovo a parlarti di Favignana.
Questa volta, però, voglio condividere con te informazioni utili per un viaggio dalla A alla Z.

Lasciamo le emozioni a Settembre e torniamo pratici a Novembre 😉

Come andare a Favignana

In 4 ore ho raggiunto, dalle Marche, l’isola dal mare cristallino.

Favignana, un viaggio dalla A alla Z

Più o meno il tempo che in treno impiego per andare in Toscana a trovare i miei amici.
Dall’aeroporto di Ancona ho preso un volo low-cost Ryanair che in un’ora e 25 minuti ha raggiunto Trapani. Per fortuna i voli per questa destinazione ci sono da quasi tutti gli aeroporti italiani e, sempre per fortuna, anche da Ancona.
Partire da un aeroporto situato a 5 minuti da casa ha tutto un altro sapore.

Raggiunto l’aeroporto di Trapani, prendi un bus con direzione porto. Il biglietto costa €4,90 e si acquista all’interno dell’aeroporto. Fatti furbo, compra direttamente anche il biglietto del ritorno.

Una volta giunto al porto di Trapani troverai il traghetto della Liberty Lines che effettua varie corse giornaliere da Trapani a Favignana, andata e ritorno.
In periodi di alta stagione è consigliabile prenotare il ticket online. Io sono stata in Luglio e, dopo aver fatto la prenotazione su Direct Ferries, ho avuto la possibilità di anticipare la corsa, pagando una piccola differenza, direttamente al porto.
Il costo del biglietto a/r si aggira sui €30 e il viaggio in traghetto dura 30 minuti ma ricordati di recarti al check-in almeno 30 minuti prima della partenza.

Cosa mettere nello zaino


Per un viaggio a Favignana il tuo zaino deve assolutamente contenere:
-costumi,
-occhiali da sole,
-creme solari,
-vestiti comodi e leggeri,
-pareo,
-asciugamano comodo per gli scogli,
-infradito e sandali,
-cappello,
-scarpette da scoglio,
-macchina fotografica,
-libro,
-maschera con tubo per fare snorkeling,
-zainetto per il mare,
-amore per la natura,
-voglia di libertà,
-se pratichi yoga, il tuo tappetino da viaggio ReYoga.

Oltre a un documento di identità, da portare sempre con te, è consigliabile, come per ogni viaggio, stipulare un’assicurazione. Io sono partita con la polizza viaggi, Viaggi Nostop, di Europ Assistance che fornisce assistenza sanitaria ovunque nel mondo.

Dove dormire a Favignana

Avendo partecipato a un campo lavoro, ho dormito presso Casa Macondo, una villetta confiscata alla mafia e usata come base per campi di volontariato Legambiente e Libera. 


In alternativa puoi cercare un appartamento su Airbnb, un sito che per me è sinonimo di qualità e fiducia. Tanti sono i fantastici alloggi, dislocati in tutta l’isola, che il portale propone. Vista mare, vicinanza al centro o al porticciolo, con cucina, con wifi, dove sono ammessi animali e il parcheggio è gratuito? Ti basterà selezionare i vari filtri durante la ricerca del tuo appartamento ideale per una vacanza a Favignana.

Cosa non perdere a Favignana

La vita è come andare in bicicletta. Per mantenere l’equilibrio devi muoverti.” (Albert Einstein)

A Favignana è proprio così. La prima cosa che devi fare è affittare una bicicletta per tutto il periodo del viaggio. Sarà la tua migliore compagna, giorno dopo giorno, lungo i sentieri dell’isola.

L’isola ha tantissime spiagge imperdibili, punti panoramici mozzafiato e luoghi magici. Recati presso l’Ufficio del Turismo, situato presso Palazzo Florio, e richiedi una mappa di Favignana.

Ed ecco qui la mia TOP 10 di esperienze e di luoghi 🙂

1- Giro dell’isola in bici.

Favignana, un viaggio dalla A alla Z

Lasciati trasportare dal vento, pedala senza pensieri, porta con te la voglia di scoprire un’isola meravigliosa. Quando ancora non conosci Favignana, ti consiglio di partire senza una meta precisa e di andare finché le tue gambe non cedono. Quando hai bisogno di fermarti fai una piccola pausa e un tuffo dove il mare è turchese, asciugati con i caldi raggi del sole e riparti.
Solo così assaporerai la vera essenza dell’isola. Senza fretta, senza una precisa destinazione.

2- Tramonto dal Castello di Santa Caterina.

Favignana, un viaggio dalla A alla Z

Giunto a Favignana noterai la fortezza sulla cima di un promontorio. Scegli un giorno in cui il cielo è limpido, portati la cena al sacco, una felpa e prendi la via che ti porta in vetta. Un sentiero a gradoni ti condurrà verso il Castello dove vivrai la magia di un tramonto pazzesco.
La fortezza è lasciata al suo destino anche se di notte il sentiero illuminato lascia pensare diversamente. Ma nonostante ciò, la natura ti ripagherà della fatica fatta.
Mi raccomando ricordati di riportare indietro i tuoi rifiuti, non peggioriamo la situazione 😉

3- Cena in barca.
Durante il tuo viaggio a Favignana avrai l’occasione di conoscere pescatori e abitanti del luogo. Alcuni di loro organizzano escursioni giornaliere e cene in barca. Sarà pittoresco e romantico mangiare a bordo di un’imbarcazione tipica attraccata, magari, al porticciolo di Punta Longa.

Favignana, un viaggio dalla A alla Z

Solo due raccomandazioni:
-partecipa alla cena solo se mangi pesce,
-accertati sul numero dei partecipanti. Il troppo stroppia.

4- Yoga a Scalo Cavallo.
Se pratichi yoga ti suggerisco di venire qui la mattina presto per dare il buongiorno alla tua anima e alla tua mente in un luogo affascinante e immerso nella natura potente di Favignana.
Scalo Cavallo è indicato per praticare yoga in quanto è provvisto di piattaforme sulle quali appoggiare il tappetino.
Chiudi gli occhi e lasciati travolgere dai suoni dell’isola. Il saluto al sole sprigionerà un’energia potente che ti accompagnerà durante tutto il giorno.

5- Centro di Primo Soccorso per Tartarughe Marine.
Situato vicino al porto di Favignana, il Centro ospita le tartarughe ferite e recuperate in mare. Al Centro di Primo Soccorso vengono curate, tenute sotto osservazione e coccolate. Solo quando gli esperti ritengono che l’esemplare stia di nuovo bene, avverrà il rilascio.
Purtroppo tante sono le attività umane che minacciano le tartarughe: dall’inquinamento al turismo di massa, dalle catture accidentali e intenzionali alle collisioni accidentali con i natanti.
Non abbandonare mai in mare o in spiaggia i tuoi rifiuti, una tartaruga potrebbe scambiare una busta di plastica per una medusa e, ingerendola, morire.
Fai una visita in questo centro dove preparatissimi volontari ti illustreranno il loro lavoro e ti faranno conoscere le tartarughe in via di guarigione. Scopri il progetto TartaLife che ha l’obiettivo di ridurre la mortalità delle tartarughe marine durante le attività di pesca professionale.

6- Centro storico di Favignana.
Un dedalo di stradine affascinanti e vicoli pittoreschi intervallati da piazze imponenti. Nella cittadina si trovano il Palazzo Florio e l’antica Tonnara che ricordano la famiglia Florio di Marsala che favorì lo sviluppo della pesca al tonno a Favignana.
Durante la sera il centro si riempie di gente. Tanti sono i locali e i ristoranti con cucina tipica che animano le vie di Favignana. Inoltre, in estate, viene anche allestito un delizioso mercatino dell’artigianato dove trovare l’oggetto perfetto da portarsi a casa come souvenir.

7- Cala Rossa.

Favignana, un viaggio dalla A alla Z

Dove l’acqua è turchese e il cuore batte forte. Cala Rossa, situata all’interno di meravigliose cave di tufo, è uno dei posti migliori di Favignana dove fare il bagno e dedicarsi allo snorkeling.
Per raggiungerla in bici ti basterà seguire le indicazioni che si trovano lungo la strada e dopo una piacevole pedalata si aprirà, davanti a te, un panorama mozzafiato.
Una piscina naturale dove tuffarsi, uno sguardo verso l’orizzonte, una culla di magia.

Consigli:
-porta le scarpette per entrare più facilmente in acqua,
-se c’è vento e il mare è mosso cambia spiaggia e torna qui il giorno seguente. Non ti accontentare, questo è davvero il paradiso.

8- Bue Marino.

Favignana, un viaggio dalla A alla Z

Non lontana da Cala Rossa questa caletta rocciosa regala un altro sogno. Ti sembrerà di esser catapultato anni indietro dove il tempo sembra essersi fermato.
La natura e la sua potenza: qui ammirerai davvero l’energia di Madre Terra. Anche Bue Marino, come Cala Rossa, è una zona di estrazione del tufo e infatti qui potrai ammirare le cave che nel tempo si sono sviluppate in misteriosi cunicoli.
Purtroppo queste calette, in periodi di alta stagione, vengono prese d’assalto dai turisti. Ti consiglio perciò di venire qui molto presto in modo da goderti lo spettacolo in silenzio e poterti accaparrare uno spazio tutto per te.

9- Cala Azzurra.

Favignana, un viaggio dalla A alla Z

Un’altra piscina naturale. Qui l’acqua è bassa, la spiaggia è sabbiosa e l’acqua è cristallina. Ideale anche per i bambini, Cala Azzurra è meravigliosa se conquistata in bici o in barca.
Nei pressi di Cala Azzurra si trova un bar dove mangiare o comprare qualcosa take away per la spiaggia.
Il colore dell’acqua e la bellezza della baia meritano, senza dubbio, il tuo tempo prezioso.

10- Marasolo.
Situata a due passi dal porticciolo di Punta Longa, Marasolo è un’altra baia dove trascorrere una giornata di mare a Favignana. Anche qui il fondale è basso e l’acqua è meravigliosamente turchese. Vicino alla spiaggia si trova un bar dove fare un gustoso aperitivo o concedersi una pausa pranzo all’ombra.

Le spiagge di Favignana sono una più bella dell’altra. Se la tua vacanza di mare non è ancora terminata continua il tour dell’isola e recati a Lido Burrone, dove troverai l’unico lido dell’isola e una spiaggia caraibica, a Cala Faraglioni e a Cala Rotonda dove, invece, la spiaggia è formata da sabbia e scogli ed è magnifico fare snorkeling.

Favignana, un viaggio dalla A alla Z

Dove mangiare e bere a Favignana

Ovviamente i piatti principali dell’isola sono a base di pesce e la cucina è prevalentemente di mare. Ma a Favignana, come in tutta la Sicilia, anche un vegetariano non si troverà male.

Nel cuore del centro storico ho provato la Trattoria da Papù con piatti tradizionali e tipici della cucina siciliana e favignanese. Un’ottima e squisita Pasta alla Norma, un mix di formaggi di Favignana accompagnati da confetture e un fresco calice di Grillo Parlante, vino bianco DOC di Sicilia.

Per un aperitivo, ti consiglio invece il Camarillo Brillo. Anche qui ci sono tavoli all’aperto dove potrai gustare il tuo vino o cocktail respirando la brezza di Favignana. Per il mio aperitivo? Un bicchiere di bianco, Le Sabbie Dell’Etna delle Cantine Firriato. 


Se vuoi gustarti il tramonto lontano dal caos, vai al Sunset Bar che si trova lungo la costa dopo il villaggio Valtur, vicino a Cala Azzurra. Una location suggestiva ideale per un drink con vista 😉

Goditi Favignana, goditi l’isola che ti farà sognare ad occhi aperti.