Viaggi e Web 2.0

Home Viaggi Cosa non perdere La Norvegia dei fiordi innevati

La Norvegia dei fiordi innevati

, / 1

La Norvegia dei fiordi innevati.

Quante volte ti è capitato di rimanere incantati davanti a foto di magnifici paesaggi innevati con solo qualche casetta rossa che sembra spuntare dal nulla?

La Norvegia dei fiordi innevati

Ecco, io a furia di guardarle ci sono cascata e ho prenotato il mio viaggio in Norvegia.
Purtroppo però quei paesaggi mozzafiato non sono cosi comodi da raggiungere.
Ma si sa che le cose belle non sono mai semplici.
Prendere un Ryanair per Oslo non basta per trovarsi catapultati tra neve e renne, bisogna andare più a Nord.

Ma la vera domanda è: come?
In aereo? Stiamo parlando di paesini con pochissimi abitanti e altrettante case, di sicuro non hanno un aeroporto.
In macchina? E chi se la sente di guidare tra le stradine montuose totalmente innevate e ghiacciate.
E allora cosa ci rimane?
Beh, il postale! Ovvero la nave che percorre tutta la costa norvegese e si addentra tra i magnifici e numerosissimi fiordi.

La Norvegia dei fiordi innevati

Ma procediamo con calma.
I fiordi sono il simbolo per eccellenza della Norvegia, sono come dei laghi di acqua salata che si originano dal mare, uniti tra loro e quindi navigabili, circondati da maestose scogliere su entrambi i lati.
Tra i fiordi ci sono villaggi sparsi ovunque che regalano scorci magnifici di questa terra selvaggia.

La Norvegia dei fiordi innevati

L’hurtigruten: la crociera tra i fiordi

Grazie a VisitNorway abbiamo scoperto l’esistenza di una compagnia di navi che i norvegesi stessi utilizzano per spostarsi più facilmente da una città all’altra sulla costa.
L’Hurtigruten, il cosiddetto postale norvegese.
Queste navi , abbastanza grandi da essere confortevoli ma non troppo così da poter passare tra gli stretti fiordi, partono tutti i giorni e percorrono tutta la costa norvegese da nord a sud e viceversa.
L’itinerario completo va da Bergen a Kirkeness e dura sei giorni ma si può scegliere di fare solo alcune delle fermate.

La Norvegia dei fiordi innevati

Infatti lungo il tragitto che porta fino ed oltre Capo Nord, a 15 km dal confine russo, la nave fa ben 35 fermate.
Alcune più lunghe che ti daranno la possibilità di visitare comodamente le città o di fare qualche escursione, altre soste di solo una mezz’oretta, giusto il tempo di fare un giretto e prendere un po’ di freddo.
Attenzione però all’orario!
La nave, essendo utilizzata non solo da turisti ma proprio come mezzo di trasporto locale, non aspetta nessuno.
Durante il corso del viaggio sarai completamente immerso in un magnifico scenario, uno spettacolo naturale unico e suggestivo.

La Norvegia dei fiordi innevati

Navigherai circondato da maestose scogliere e potrai visitare quei piccoli villaggi costruiti in riva al mare e immersi nella natura ricoperta da uno strato bianco e candido.

Un’esperienza magnifica, che se fatta nei mesi giusti (tra novembre e marzo) potrà regalarti anche l’incredibile spettacolo dell’aurora boreale.

Le notti polari in Norvegia

Noi abbiamo deciso di affrontare la tratta completa, siamo partiti da Bergen e dopo sei giorni di navigazione siamo arrivati a Kirkeness.
Lungo il tragitto il paesaggio si tinge sempre di più di bianco ma non è solo questo a cambiare.
Le ore di luce diminuiscono molto in fretta: se a Bergen ti sentirai non troppo distante da una giornata uggiosa milanese man mano che ti avvicinerai al grande nord sarà sempre più difficile abituarsi alla mancanza di luce.
Soprattutto nei mesi invernali, sperimenterai il fenomeno delle Notti polari, anche detto Buio di mezzogiorno.

La Norvegia dei fiordi innevati

Ovvero a causa dell’inclinazione dell’asse di rotazione terrestre il sole non sorge mai sopra l’orizzonte e la notte dura tutta la giornata.
Avrai solo qualche ora di luce crepuscolare tra le 11 e le 13.00.
Un’esperienza unica ma anche sconvolgente che metterà a dura prova il tuo ritmo di sonno e veglia.

Le tappe da non perdere

Come ti ho detto, il postale norvegese fa ben 35 fermate e per quanto meritino tutte una breve visita alcune sono proprio mozzafiato e non puoi perdertele.
Prime tra tutte ci sono sicuramente le isole Lofoten a nord del circolo polare artico sono un vero paradiso nordico.
La bellezza di questo luogo è semplicemente impressionante, un arcipelago composto da 7 isole nelle quali vivono 24 mila persone.
Incastonate tra montagne che precipitano a picco nel mare, queste isole sono conosciute anche grazie alle caratteristiche casette colorate di rosso, si chiamano Rorbuer e sono le antiche case-palafitte dei pescatori.

La Norvegia dei fiordi innevati

Se ti sei innamorato di queste magnifiche case colorate allora non perderti la cittadina di Trondheim, con le sue suggestive abitazioni colorate in riva al fiume.

La Norvegia dei fiordi innevati

Un’altra città da non perdere è sicuramente Bergen, che nonostante sia la seconda città più grande della Norvegia riesce a mantenere il fascino di un borgo di commercianti. Perditi tra le strade del quartiere portuale di Bryggen.

Infine, dopo tutto il freddo che avrai affrontato mi sembra d’obbligo fare una tappa a Capo Nord anche solo per poter dire di essere stati nel punto più a nord di Europa.
Qui potrai vivere delle splendide avventure artiche: cani da slitta, pesca su ghiaccio o passeggiate con le racchette da neve.

Non c’e che dire, è una vacanza ricca di esperienze uniche che lasciano il segno.
Non ti resta altro che prenotare!