Viaggi e Web 2.0

Home Viaggi Cosa non perdere Tenerife, l’isola canaria in una settimana

Tenerife, l’isola canaria in una settimana

, / 0

Tenerife, l’isola canaria in una settimana.

Le ho dato una seconda possibilità e mi sono innamorata perdutamente di lei.
Tenerife, come tutte le altre sorelle canarie, ha un’anima che va oltre il sud super turistico, costruito e poco tipico. L’isola custodisce spiagge selvagge, paesini bagnati dall’Oceano, parchi avvolti nella foschia, scogliere a picco sul mare.

Sei già stato a Tenerife? Oggi voglio consigliarti alcune tappe da non perdere in una settimana di viaggio.
Ma prima di tutto ricordati di affittare una macchina con Cicar, anche Tenerife va girata in completa libertà!

El Médano

Tenerife, isola canaria in una settimana

La mia base. Il viaggio a Tenerife è iniziato qui. In una località situata a est dell’isola. A El Médano non è ancora arrivato, e spero non arriverà mai, il turismo di massa. Conosciuto anche come destinazione bohemien di Tenerife, El Médano è una località tranquilla e pittoresca che si anima principalmente nel weekend.

Baciata dal sole, bagnata dal mare e accarezzata dal vento, questo è il luogo ideale anche per gli amanti degli sport acquatici. Una spiaggia magnifica lunga 2 chilometri, Playa de La Tejita, un lungomare dove passeggiare e godere dell’eterna Primavera, ristorantini tipici, negozi per il surf, caffetterie informali, bar dove sedersi e bere un mojito osservando il mare come da Calima.

Affitta un appartamento per il tuo viaggio a Tenerife e goditi l’atmosfera di un tipico villaggio tradizionale canario dove il turismo è arrivato in punta di piedi.

A El Médano ti suggerisco una cena al Barrio Cabezo in calle La Graciosa. Un localino gestito da italiani dove gustare ottimi piatti in un luogo accogliente e delizioso. La mia scelta? Un panino veg di altissima bontà!
Lì vicino si trova anche La Tartaruga, una pizzeria italiana sempre piena. Ottima la pizza e carino il locale.
Se invece hai voglia di pesce fresco e ricette di mare scegli un tavolo sul terrazzino panoramico di El Timon. Un ottimo rapporto qualità-prezzo, dei piatti fantastici e gustosi, una vista imperdibile e adatta per una serata romantica.
Per un aperitivo, invece, percorri la passerella del lungomare e raggiungi Flashpoint, il classico chiringuito dove i surfisti si fermano a bere una birra dopo aver conquistato l’onda perfetta. Da questo bar potrai ammirare lo spettacolo dei kite che colorano la baia di El Médano di fronte a la Montaña Roja.

Qui vicino si trova un altro paesino delizioso, Los Abrigos. Si affaccia sulla costa e offre ristoranti vista mare dove assaggiare queso a la plancha, papas arrugadas con mojo e pan de ajo. Uno di questi è La Cañita con tavoli all’aperto e una vista rilassante.

Los Gigantes

Tenerife, isola canaria in una settimana

Ti avevo già parlato di Los Gigantes, Acantilados de los Gigantes, nel post “10 cose da vedere a Tenerife”. Questo luogo, sul punto più occidentale dell’isola, mi era rimasto nel cuore che ho deciso di tornarci per scoprire qualcosa in più.

Oltre alle magnifiche scogliere a picco sul mare, alte fino a 800 metri, con una piacevole passeggiata potrai ammirare anche delle invitanti piscine naturali di acqua salata. Un’altra tappa che ti suggerisco di fare qui è Playa Los Guios, una piccola spiaggia di sabbia nera vicino al porticciolo con una vista spettacolare sulle imponenti scogliere di Los Gigantes!
Qui vicino, nella via che porta alla spiaggia, potrai pranzare con robine sfiziose e tipiche da Tas-K, un ristorante gestito sempre da italiani con tavoli all’aperto.

Parque Nacional del Teide

Tenerife, isola canaria in una settimana

La prima volta a Tenerife avevo raggiunto la vetta con la funivia e mi ero goduta lo spettacolo dall’alto. Questa volta con il pancione non sono potuta salire in quanto la vetta ha un’altezza proibita per una donna incinta. Approfittando di questo intoppo mi sono goduta la parte bassa del parco.

Giungendo dalla strada che passa per Arona e Vilaflor potrai restare magicamente colpito dai vigneti e dalla natura che cambia ad ogni curva. Qui, lungo la strada di montagna che si inerpica avvolta nelle nubi e inghiottita a tratti dalla nebbia, potrai fermarti a comprare il vino locale presso le bodegas. Il tempo qui cambia continuamente e il cielo azzurro si fa spazio sgomitando tra le nubi mentre decine di ciclisti pedalano alla conquista della vetta.

Tenerife, isola canaria in una settimana

Nella parte bassa del parco tanti sono i punti di interesse di cui godere. La macchina fotografica impazzirà in questi scenari così maledettamente spettacolari. La Zapatilla de la Reina, Roques de García, Los Azulejos: un museo a cielo aperto dove la natura regna sovrana in un contesto mozzafiato. Pinnacoli di lava che assumono forme di ogni tipo.
Lasciati incantare dalla magia, lascia lavorare la fantasia, goditi un posto meraviglioso.
Lungo la strada che porta a sud, a La Escalona, fermati a mangiare a El Chamo un ristorante caratteristico di montagna con specialità locali.

Candelaria

Tenerife, isola canaria in una settimana

Un villaggio a 18 chilometri da Santa Cruz dove si trova l’imponente e meravigliosa Basilica de Nuestra Senora de Candelaria, dedicata alla santa patrona dell’arcipelago. Questa chiesa, risalente agli anni ’50, si affaccia su una spiaggia rocciosa ed è protetta da nove statue di guerrieri guanci situati nella piazza antistante.
Proseguendo nella passeggiata che fiancheggia la basilica raggiungerai una grotta e avrai una vista magnifica sul paese.

Se poi ti vuoi regalare un pranzo chic, con tanto di vista mare e ottimi piatti di pesce fresco, prenota il tuo tavolo a La Darsena di Candelaria.
Dopo pranzo goditi il sole e il rumore del mare nella spiaggia con sabbia vulcanica vicino al porticciolo di Candelaria.

Puerto de la Cruz

Dopo aver soggiornato qualche giorno a El Médano ci siamo spostati verso Puerto de la Cruz dove abbiamo affittato un altro appartamento vista mare.
Una cittadina turistica che come primo impatto mi ha stressata subito. Traffico, caos, centinaia di persone e macchine nel weekend, difficoltà a trovare sia parcheggio che l’appartamento. Insomma sarei scappata all’istante.

Se capiti da Puerto ti consiglio di lasciare la macchina nel gigantesco e gratuito parcheggio situato dietro al porto. Ci abbiamo messo un pò a capire come ci si arrivasse ma poi è stata una svolta 😉

Puerto è romantica e fantastica soprattutto di notte, quando il sole lascia spazio alle stelle e il cielo illuminato sarà la tua guida per piacevoli passeggiate che dal centro arrivano alla spiaggia.

Vicino al centro si trova un parco, il Parque Taoro, da dove è possibile avere una fantastica vista sulla città. Ideale per una passeggiata a contatto con la natura, in questo parco potrai ammirare fontane, cascate, giardini, sentieri e fermarti per un aperitivo o per giocare con i bimbi se stai viaggiando in famiglia.

Per cena ti consiglio il grazioso ristorante vegetariano El Limón. Situato nel cuore di Puerto fa ottimi panini e altre sfiziosi piatti. Oppure Meson los Gemelos un ristorante tipico ed economico con un’atmosfera accogliente e un fenomenale queso asado con mojo.

Tra Puerto e la Orotova si trovava un chill-out bar fenomenale, il Sunset 290. Purtroppo ho scoperto, grazie a Tripadvisor, che è stato chiuso definitivamente. Peccato, da qui la vista era pazzesca.

Playa Bollullo

Tenerife, l'isola canaria in una settimana

Una spiaggia selvaggia che mi ha rubato un pezzetto di cuore. Si trova nei pressi di Puerto de la Cruz, a ovest dell’isola. Grazie alla mia amica di Tenerife ho scovato questo luogo magnifico e potente. Forti onde si infrangono sulla spiaggia, una scalinata panoramica ti conduce alla baia, un ristorante vista mare ti invita a sederti per contemplare la magia della natura che davanti a te vibra e respira, una spiaggia di sabbia nera, un cielo azzurro, un bicchiere di vino.
Questo per me è stato il luogo più affascinante di questo mio secondo viaggio a Tenerife.

Monti Anaga

Tenerife, isola canaria in una settimana

La parte più antica dell’isola dal punto di vista geologico, un’area naturale mozzafiato. Una scoperta meravigliosa a nord-est dell’isola di Tenerife.
Più si sale più le nubi ti vengono incontro, la foschia si muove sinuosa e il vento soffia forte. Il paesaggio è spettacolare, sembra di stare in una fiaba.

Il Mirador Pico del Ingles era chiuso forse per il brutto tempo così ci siamo diretti verso il Mirador de la Cruz del Carmen ma le nubi ci hanno impedito di vedere qualsiasi cosa. Qui le temperature sono basse, porta con te un impermeabile, un maglione e un paio di scarpe chiuse.

Con la macchina si ridiscende poi sull’altro versante fino al piccolo villaggio di Taganana. Una vista magnifica sulla costa frastagliata e rocciosa, una natura selvaggia, spiagge affascianti come quella di Almáciga, il cielo grigio e nuvoloso, la potenza delle onde del mare. Questa zona di Tenerife ha avuto il potere di riportarmi in Irlanda anche solo per un istante.

Se si lascia il sud alle spalle, Tenerife ha davvero tanto da offrire al viaggiatore curioso e attento.

Qui vicino, se vuoi davvero toccare il cielo con un dito, ti consiglio un pranzo in un posto che penso più tipico di così non esista: Casa Paca. Una cucina molto locale gestita da una signora canaria, un pranzo come se fossi a casa di tua nonna, un locale informale e piatti della tradizione locale.

Altri piccoli consigli per l’isola

Se passi da Santa Cruz de Tenerife fermati a mangiare in un ristorante davvero suggestivo nel cuore del centro storico della città: El Tenedor de la Noria. Cucina tradizionale canaria e internazionale, terrazza con tavoli all’aperto, personale molto gentile, piatti gustosi e preparati con cura in ogni minimo dettaglio.

Se cerchi invece la movida e vuoi alloggiare in uno dei centri più turistici di Tenerife, vai a sud. Los Cristianos, Costa Adeje e Playa de las Americas sono “cittadine” piene zeppe di hotel, ristoranti, centri commerciali, locali, negozi, turisti e, in base alla stagione, caos.

Capirai che non amo la zona ma posso segnalarti alcune cosine carine anche qui 🙂
Playa de Las Vistas [Los Cristianos], una spiaggia protetta di sabbia dorata dotata di servizi e con una fantastica passeggiata;
Playa del Duque [Costa Adeje], Bandiera Blu, sabbia grigia e oro, ricca di servizi, mare turchese, passeggiata suggestiva;
Playa Honda [Las Americas], la spiaggia dei surfisti che cercano l’onda perfetta. Quando il sole cala, un fantastico tramonto ti aspetta tra le palme del fantastico lungomare di Las Americas.

Se stai viaggiando con bambini ti segnalo inoltre tre parchi situati a Tenerife dove passare mezza giornata in famiglia.

Leggi anche il mio articolo “10 cose da vedere a Tenerife”, scritto qualche anno fa, dopo il mio primo incontro con l’isola canaria! Troverai altri interessanti spunti di viaggio.

Alle Canarie si vive con il sole in fronte tutto l’anno e con la Primavera nel cuore!