Viaggi e Web 2.0

Home Viaggi Cosa non perdere Cosa visitare a Cork e dintorni

Cosa visitare a Cork e dintorni

, / 0

Cosa visitare a Cork e dintorni.

Lasciamo Dublino con una Pegeout 508, noleggiata alla Hertz, ed iniziamo il nostro tour dell’Irlanda del sud con la guida dal lato opposto. Ad ogni curva, semaforo, incrocio o sorpasso mi veniva da urlare al mio compagno “Stai sbagliando!!!” e invece no, lui stava facendo bene mi dovevo solo abituare a questa nuova prospettiva opposta in un sedile opposto e verso una via opposta.
cashel
E così ci ritroviamo a Cashel nella contea di Tipperary. Antica capitale del paese oggi va sicuramente visitata per vedere la Rock of Cashel situata in cima ad una roccia che domina la città in modo imponente. Durante la visita guidata gratuita potrai ammirare la croce di San Patrizio, la Cormac’s Chapel, un’antica cattedrale in stile gotico e la torre rotonda.
A Cashel c’è anche un simpatico signore che ti accoglierà al Folk Village. Ti trasmetterà la sua passione e la collezione ospitata qui diventerà ancora più interessante e curiosa. Quello che mi ha colpito di più è stata la roulotte di tinkers nel giardino. Ti piace il formaggio? Allora prova il Cashel blue cheese. Io avrei voluto ma purtroppo, dopo averlo comprato al supermercato ed averlo tenuto in borsa ed in macchina per due giorni, aveva assunto un aspetto poco invitante.
cahir
Sulla strada troverai poi Cahir il quale castello, molto ben tenuto, è stato il set di molti film di Hollywodd da Barry Lindon a Braveheart. Il castello è di origine normanno ed è formato da due piani, 8 torri e 3 cortili.
Se dopo la visita ti viene fame ti consiglio uno spuntino veloce al The Lazy Bean Cafè in The Square.
kilkenny
Deviando appena un po’ ma rimanendo comunque a est di Cork troverai la bellissima Kilkenny. Ecco, io qui posso dire di averci lasciato il cuore. Una tranquilla cittadina medievale con un imponente castello circondato da un verde e splendente giardino dove ho fatto delle piacevolissime passeggiate! Purtroppo avendo fatto questa tappa nel weekend abbiamo riscontrato due difficoltà: trovare musica tradizionale nei pub il sabato sera e fare visite la domenica mattina in quanto tutto chiuso. Ci siamo così concentrati sulla cittadina ed abbiamo goduto ed assaporato un’aria fresca ed incantevole passeggiando per le vie e attraversando le piazze.
A Kilkenny devi assolutamente provare la Smithwick’s, una birra ambrata che viene prodotta in città. Per mangiare e passare una serata piacevole non avrai sicuramente difficoltà vista la quantità esagerata di pub e locali che si trovano nel centro.
cork
Procedendo verso sud arrivi a Cork, un enorme centro abitato che in apparenza non mi ha fatto un bellissimo effetto … forse per colpa dei suoi quartieri industriali.
Devo invece subito ricredermi quando, arrivati al B&B, il proprietario ci inizia a descrivere la città, cosa fare e dove andare con un entusiasmo sopra le righe.
Cosa ti consiglio di fare a Cork? Procurati le 4 cartine “Cork Walks”: Shandon, University Walk, City Centre Island e South Parish. Sono delle guide molto ben fatte che, attraverso 4 differenti itinerari, ti permettono di visitare la città a piedi e di non perdere nemmeno uno dei suoi monumenti. Non perdere l’occasione di salire in cima al pittoresco campanile della Shandon Church suonando le sue campane, di visitare la cattedrale di San Fin Barre e dedicata al patrono di Cork, di cenare presso l’elegante ristorante vegetariano Cafe Paradiso (non proprio economico), di mangiare una della buonissime zuppe del giorno accompagnata da un sandwich al The Woodford e di reperire WhazOn, la rivista mensile con eventi, manifestazione ed idee su cosa fare la sera in città.
Kinsale
Un’altra graziosa città che mi ha colpito è stata Kinsale, un minuscolo e colorato porticciolo irlandese. Facciate delle case e dei negozi dipinte con tonalità sgargianti, gente sorridente e pub rumorosi da dove uscivano note di Irish music. Qui trovi il Desmond Castle, da dogana a deposito di armi, da prigione a ricovero di beneficenza. Oggi questa è invece la sede di un curioso Museo Internazionale del Vino. Ma la tappa sicuramente da non saltare è quella del Charles Fort, un bellissimo forte a forma di stella dichiarato monumento nazionale nel 1973. Io sono andata durante la National Heritage Week e perciò sono entrata gratuitamente e ho assistito a rievocazioni militari.

Un altro grazioso porticciolo nelle vicinanze di Kinsale è Crosshaven. Qui siamo capitati, per caso, nel bel mezzo della Irish Red Head Convention.

L’ultima tappa fatta nella costa del sud è stata Clonakilty. Da queste zone proveniva il ribelle Michael Collins ed infatti in città è stata inaugurata nel 2002 una statua dedicata a lui e, a 3 km da lì, si trova il suo Birthplace molto suggestivo e difficile da scovare.

Dove ti consiglio di dormire se decidi di fare questo tour?
Garnish House Cork
Garnish House a Cork, con drink e pasticcini di benvenuto questo incantevole B&B si trova a pochi passi dal ristorante vegetariano di cui ti parlavo sopra. Per qualsiasi informazione rivolgiti al personale che è davvero super! Le camere sono confortevoli ed accoglienti.
Blue Haven House Kinsale
Blue Haven Guesthouse a Kinsale, un boutique hotel nel pieno centro della città. Le camere sono delicate nelle tonalità ed eleganti nell’arredo.
-Olinda House a Kilkenny, comodo e grazioso B&B fuori dal centro cittadino. In pochi passi sarai nel giardino del Kilkenny Castle. €30 a testa per una notte con abbondante colazione. No WiFi.

Allora cosa aspetti?
Hai già fatto la valigia?
L’Irlanda aspetta TE!

Viaggio in collaborazione con:
Turismo Irlandese
Ufficio per il turismo dell’isola d’Irlanda
Piazzale Cantore 4
20123 Milano (L’ufficio è aperto al pubblico dal Lunedì al Venerdì, dalle 14 alle 17)
Telefono: 02-48296060
Email: informazioni@tourismireland.com
www.irlanda.comwww.thegatheringireland.com
www.facebook.com/turismoirlandawww.youtube.com/turismoirlandese