Viaggi e Web 2.0

Le Fiandre in bicicletta

Le Fiandre in bicicletta.

Scorci pittoreschi, paesaggi magici, città ricche di storia, natura incontaminata, ottima birra, gustoso cioccolato, sorprendenti musei: benvenuto nelle Fiandre.
Una destinazione dove il turismo slow trova la perfetta sintonia con il territorio. Qui dove per 365 giorni all’anno il ciclismo è molto più che uno sport: è uno stile di vita. La due ruote fa parte della cultura ed è pura passione e vero amore per la gente che abita questi luoghi magici.
Itinerari ciclabili, per ogni tipo di target, sono sparsi in tutto il territorio e ti offrono un punto di vista slow e sostenibile della destinazione.
Le Fiandre in bicicletta
Proprio il 2016 sarà per le Fiandre un anno ricco di anniversari ed eventi che riuniranno appassionati della due ruote da tutto il mondo. Il 3 aprile, ad esempio, si celebra la centesima edizione del Ronde van Vlaanderen e a giugno la decima RetroRonde [gara ciclistica vintage].
Il ciclismo come sport nazionale: scegli anche tu il tuo itinerario e salta in sella, le Fiandre in bicicletta da visitare durante tutto l’anno.
Se sei un appassionato e non vuoi perderti nessun evento della due ruote segui sui social l’hashtag #cyclinginflanders!

Durante il mio ultimo viaggio nelle Fiandre ho avuto l’opportunità di percorrere la Duvel Route. Un itinerario, situato nei pressi di Anversa, che prevede tappe intermedie da non sottovalutare.
Curioso?
La Duvel Route permette di raggiungere in bicicletta sia il birrificio Duvel Moortgat che la distilleria Molenberg.
Le Fiandre in bicicletta
Un consiglio prima di tutto: se solitamente la tua vita non è sulle due ruote attrezzati con un pantalone comodo e tecnico [adatto per la bici] onde evitare di aver i peggior dolori delle tua vita dopo appena 10 chilometri, indossa scarpe da ginnastica, portati dietro un gubbino antivento, occhiali da sole, cappello [se avrai la fortuna di trovare un cielo splendente come è capitato a me!] e un k-way.

Ho finalmente visto la meravigliosa location del Tomorrowland. Il Festival musicale, che ogni anno richiama nelle Fiandre milioni di giovani da tutto il mondo e per il quale i biglietti vanno a ruba, si svolge a De Scorre a Boom. Proprio da lì, con il noleggio della bici, è iniziata la mia Duvel Route.
L’itinerario completo è lungo circa 50 chilometri. Io ne ho fatti pochi meno. Alla sera dolori ed emozioni vibravano in me in una danza perfettamente alla pari.
Puoi decidere di avere una guida al tuo fianco durante il tour oppure basta che non perdi di vista i nodi che lungo la strada indicano la tua direzione all’interno dell’itinerario scelto.
I primi 11 chilometri sono, senza dubbio, i più eccitanti. Forse perché erano i primi ed ero ancora fisicamente intatta?
Strade pianeggianti attraversano prati e città. La lentezza di questo mezzo di trasporto mi permetteva di gustare il paesaggio e di guardarmi attorno con serenità e tranquillità. Solo il vento faceva oscillare i miei capelli che mi solleticavano il viso in una danza di infinita pace.

Il birrificio Duvel ci aspetta. Vederlo sembra un miraggio.
Le Fiandre in bicicletta
Una breve visita e il momento tanto atteso: la degustazione. Lo sapevi che versare una birra richiede un certo impegno? Pascal della Duvel ci mostra il trucco che ovviamente non ci riesce applicare ma regalandoci un bicchiere ci dice: “mi raccomando adesso potete esercitarvi anche a casa! Fatelo 😉”.
Una birra molto forte, un colore brillante, un gusto agrumato: bevi con moderazione dato che la Duvel classica ha 8.5 gradi!
Non stupirti se all’interno della birreria situata al piano terra del birrificio troverai anche altri marchi: la Duvel detiene anche altre birre belghe come la Chouffe, la Maredsous, la De Koninck, la Vedett, la Bel Pils e la Liefmans.
Le Fiandre in bicicletta
Se dopo tutto questo degustare vuoi anche sgranocchiare qualcosa di solido, nei pressi della Duvel si trova la De Moutery Brasserie dove troverai sicuro qualcosa di gustoso!

Bevuto, mangiato…altri chilometri in bicicletta ci attendono per raggiungere la distilleria Molenberg, un luogo con una storia millenaria nel cuore delle Fiandre.
Le Fiandre in bicicletta
L’unica distilleria in Belgio nata esclusivamente per produrre whisky ci svela gli ingredienti segreti di questa bevanda alcolica: malto, luppolo, acqua e lievito…e così nasce il Gouden Carolus Single Malt, un whisky speciale.
Le Fiandre in bicicletta
La visita della distilleria, dove prima veniva fatto lo jenever [liquore al gusto di ginepro], lascia posto alla degustazione. Ahimè non amo il whisky ma forse in questo caso è un bene. Ne approfitto per fare un po’ di stretching 😉
[Sono questi i momenti in cui mi sono odiata per non essermi attrezzata con un valido pantalone tecnico da bici -.-].

Ancora pochi chilometri e là, sullo sfondo, mi appare di nuovo il De Scorre.
40km lungo la Duvel Route? Fatti V: sono stanchissima ma soddisfatta di me [una che in bici non va mai].
Le Fiandre in bicicletta
Le Fiandre in bicicletta hanno tutto un altro gusto e sapore. Slow: parola d’ordine per vivere attimi di piacevole magia e sorprendente spontanea poesia.

Se vuoi che tutto il tuo viaggio sia sulla due ruote ti consiglio di trovarti un grazioso alloggio Bicycle Friendly posizionato a massimo 5 km da una pista ciclabile ufficiale!

Pedalare in scenari pittoreschi fa bene all’anima e alla mente.
#TasteFiandre: provare le Fiandre in bicletta per crederci 😉